Il Tratturo L’Aquila-Foggia diventerà una pista ciclo-pedonale

Il percorso che i pastori d'abruzzo tracciavano per spostare i pascoli verso le terre pugliesi

L’AQUILA – Il Regio tratturo L’Aquila-Foggia è il più lungo tra i tratturi italiani con i suoi 244 km. Chiamato anche Tratturo del Re o Tratturo Magno parte dal piazzale della Basilica di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila, scende lungo la valle dell’Aterno-Pescara passando nei pressi di Sant’Elia, Bazzano, Onna e San Gregorio. Superato Poggio Picenze il percorso si discosta dall’Aterno per risalire verso l’altopiano di Barisciano inoltrandosi nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Lo studio di fattibilità della pista ciclabile è stato firmato tra Dipartimento di Ingegneria, il Centro sportivo educativo nazionale (Csen) e Università degli studi dell’Aquila. Il progetto è nato dall’idea e studio del giornalista aquilano Fulgo Graziosi, componente del Csen.

Il percorso sarà munito di servizi igienici e luoghi per dormire e ristorarsi. Saranno utilizzate le antiche strutture che i pastori avevano nei secoli passati a disposizione per i propri pascoli.