La storia del fantallenatore di San Benedetto rimborsato da Boateng

SAN BENEDETTO – La sessione invernale di calciomercato è sempre stata un incubo per i fantaallenatori che sono dalla mattina alla sera con il telefono in mano, sperando che nessuno dei propri giocatori cambierà squadra. Uno dei colpi di mercato del mese scorso è stato il trasferimento di Kevin-Prince Boateng che ha lasciato il Sassuolo per andare al Barcellona, una bruttissima notizia per i fantaallenatori che lo hanno acquistato in estate puntando su di lui per le loro fantaleghe.

L’ex giocatore del Milan in una foto su Instagram ha ricevuto un commento di un suo ex fantaallenatore: “Dovresti rimborsarmi i soldi spesi per prenderti al fantacalcio a gennaio, visto che poi in un giorno hai mollato tutti… come facciamo, ti mando il mio IBAN?”. Incredibilmente, Boateng nei giorni successivi ha contattato in privato il soggetto in questione per mandargli i soldi da lui chiesti.

Il protagonista di questa storia si chiama Repato Nepa, 37enne, abitante a San Benedetto. Renato ha parlato a La Gazzetta dello Sport ed ha dichiarato che Kevin-Prince gli ha mandato alcune centinaia di euro e che li donerà in beneficenza ad una associazione di disabili di San Benedetto che si chiama ‘Biancazzurro’. Inoltre ha aggiunto anche “Boateng è una persona straordinaria. Voglio andare a Barcellona, devo incontrarlo e regalargli una maglia della Sambenedettese”.