Pro Piacenza, dopo il 20 a 0, le sanzioni del giudice sportivo

La squadra emiliana esclusa dal campionato

Cuneo- Pro Piacenza (foto da web)

Il Martino segue il campionato di Serie C, in particolare due società , la Samb e il Teramo (che ringraziamo per la collaborazione). Quanto si è visto ieri con il 20 a 0 tra Cuneo e Pro Piacenza non ha nulla di serio, con il calcio, con lo sport e con la vita. Non entriamo nel merito della situazione economica, ma lo “spettacolo” di ieri ha avuto conseguenze anche dal punto di vista amministrativo.

Il giudice sportivo ha stabilito la sconfitta a tavolino a Cuneo del Pro Piacenza per 3-0; per la società anche una multa di 20mila euro. Inibizione fino al 31 dicembre 2021 per il tesserato Salvatore Adelfio; squalifica fino alla stessa data per il massaggiatore Picciarelli, che era entrato ieri in campo per fare l’ottavo. Pro Piacenza escluso dal campionato.

“Al di là delle consapevoli, plurime e fraudolente violazioni regolamentari messe in atto dalla società Pro Piacenza (che verranno di seguito individuate e sanzionate), – si legge nel dispositivo – preme sottolineare l’inaccettabile comportamento della medesima società la quale, mortificando l’essenza stessa della competizione sportiva, ha costretto sia i soggetti inseriti nella propria distinta che i calciatori della squadra avversaria a disputare una gara “farsesca” dal punto di vista tecnico (nonché pericolosa per l’incolumità fisica di soggetti non adeguatamente preparati dal punto di vista agonistico), abusando dei diritti formali certamente concessi dal regolamento, ma basati su principi di lealtà e correttezza che nella fattispecie sono stati sovvertiti, stravolti e letteralmente calpestati”.

Una brutta pagina di calcio.