Tortoreto, tentato femminicidio, arrestato l’aggressore

Fermato dai carabinieri poco dopo l'aggressione, sul lungomare.

carabinieri arresto tentato omicidio

TORTORETO – Arrestato l’aggressore che ha tentato di uccidere la compagna con la quale conviveva. Questa mattina sul lungomare di Tortoreto, le ha inferto tre coltellate, lasciandola agonizzante a terra. Poi è salito sulla sua auto e si è dileguato. Ma non è andato molto lontano. I carabinieri lo hanno intercettato poco dopo sul lungomare.

Finisce così in carcere Fabiano Cistola, classe 1985, residente a Corropoli. Quando i militi lo hanno trovato, aveva una ferita al collo, probabilmente auto inflitta. Le sue condizioni comunque non erano gravi e dopo essere stato medicato, è stato trasferito nel carcere di Castrogno. Le accuse sono tentato omicidio e violenza privata.

L’aggressione è avvenuta questa mattina intorno alle 9.30, sul lungomare Siena. La vittima era la sua compagna, G. M. di 39 anni, originaria di Villa Rosa. Aveva trascorso la notte a casa del cugino a Tortoreto ed era intenzionata a porre fine alla relazione.

L’aggressore, l’ha aspettata con un coltello da cucina, con una lama lunga 22 centimetri. Prima ha tagliato un pneumatico dell’auto della donna. Poi, dopo che è scoppiato un violento litigio, la follia. Le ha inferto tre coltellate, al collo, all’addome e alla schiena. Dopodiché si è allontanato. I carabinieri hanno trovato la lama su un muretto poco distante dal luogo in cui si è consumato il tentato omicidio.

La donna è stata ricoverata all’ospedale di Teramo ed è stata sottoposto ad un delicato intervento d’urgenza.