UniTE, la Società Italiana di Neuropsicofarmacologia premia ricercatore

I complimenti dell'Ateneo teramano

Il Ricercatore Fabio Bellia

TERAMO- La Società Italiana di Neuropsicofarmacologia premia ricercatore dell’Università degli Studi di Teramo.

Fabio Bellia, studente del secondo anno del dottorato di ricerca in Biotecnologie cellulari e molecolari dell’Università degli Studi di Teramo, è stato premiato per un poster sullo studio di un probabile collegamento tra il disturbo ossessivo-compulsivo e l’alcolismo. 

Il premio è stato assegnato all’interno del programma del  XX Congresso Nazionale della Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia  (Milano 30 gennaio -1° febbraio), in una sessione dedicata all’esposizione dei poster di giovani ricercatori provenienti da diversi istituti e Università Italiane.

Il poster di Fabio Biella, ritenuto il miglior lavoro, ha riguardato “La regolazione epigenetica del recettore dell’ossitocina: possibile link tra disturbo ossessivo-compulsivo e alcolismo”,  identificando un biomarker comune ad entrambe le patologie e che potrebbe essere quindi fattore predisponente allo sviluppo di tali disturbi.