fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, 14 telecamere istallate in piazza Diaz. Altre entro giovedì 5 nel centro storico

Published

on

ASCOLI PICENO – Il Comune ha ufficialmente dato il via al potenziamento del sistema di videosorveglianza della città.

Alle videocamere già presenti sul territorio se ne aggiungeranno diciannove di ultima generazione che andranno a monitorare le zone individuate sulla base delle segnalazioni pervenute alle Forze dell’Ordine, con il preciso scopo di contrastare i fenomeni di criminalità e promuovere il rispetto del decoro urbano.

Piazza Diaz è la grande osservata, dove oggi, venerdì 15 marzo, sono stati installati quattordici dispositivi in grado di rilevare attività sospette e volti in alta definizione.

Entro giovedì 21 marzo le restanti videocamere saranno installate in altri luoghi di interesse della città e in vie e piazze del centro storico o nelle immediate vicinanze. Due videocamere monitoreranno sia via d’Ancaria che il teatro romano, mentre l’ultima installazione riguarderà via Miliani, all’incrocio con via Pretoriana.

L’Amministrazione Comunale – dichiara nel comunicato –  vuole valutare la possibilità di adottare ulteriori provvedimenti per estendere il sistema di videosorveglianza ad altre aree della città.

Guido Castelli

Il Sindaco Castelli, che da anni investe sulla tutela di Ascoli e degli ascolani, afferma: Tra le nostre priorità, quella di garantire la sicurezza dei cittadini è stata curata con particolare scrupolo.’

‘In questo senso, il restyling e l’ampliamento dei sistemi di videosorveglianza hanno rappresentato un cardine del nostro progetto finalizzato a rendere Ascoli più protetta. Oltre agli strumenti tradizionali, quindi, utilizzati per garantire la sicurezza della città, nell’ambito di una serie di azioni coordinate e finalizzate ad aumentare la percezione di sicurezza dei miei concittadini, abbiamo attivato – conclude il primo cittadino – un sistema di controllo integrato per far si che i cittadini possano sentirsi al sicuro, sia in centro che in periferia’.

Ascoli Piceno

Area di crisi Piceno e Val Vibrata, finanziati tutti i progetti di creazione d’impresa

Published

on

area-di-crisi-piceno-val-vibrata-finanziati-i-progwetti-di-creazione-d'impresa

Stefano Aguzzi, assessore al Lavoro Regione Marche: «Oltre 3 milioni di euro per le nuove imprese». Finanziati tutti i progetti di creazione d’impresa nell’area di crisi Piceno e Val Vibrata presentati .

ASCOLI PICENO – Con l’ultimo scorrimento della graduatoria sono stati finanziati tutti i progetti di creazione d’impresa presentati a seguito dell’Avviso pubblico FSE 2014-2021 per il sostegno alla creazione di nuove imprese nell’area di crisi complessa Piceno, Valle del Tronto-Val Vibrata, per un totale di 3,1 milioni di euro.

«Abbiamo mantenuto la promessa di integrare le risorse iniziali di 1,5 milioni di euro, in una prima fase con ulteriori 1,3 milioni e, successivamente, con altri 331 mila euro che hanno permesso, a oggi, di finanziare in totale 180 nuove imprese con sede nell’area di crisi complessa Piceno-Valle del Tronto-Val Vibrata, con una previsione di circa 250 nuovi posti di lavoro» afferma l’assessore al Lavoro Stefano Aguzzi.

I contributi concedibili prevedono un minimo di 15 mila euro, finalizzati a supportare le imprese nella fase di start up, e un ulteriore contributo, fino a un massimo di 20 mila euro, in caso di assunzioni. «Un sostegno importante – rimarca l’assessore Aguzzi – a conferma, del fatto che la Regione Marche ha, tra gli obiettivi prioritari, quello della valorizzazione delle eccellenze territoriali, in grado di creare nuovi posti di lavoro»..

Continue Reading

Ascoli Piceno

Peschereccio contro la petroliera, ma è solo un’esercitazione della Guardia Costiera

Published

on

peschereccio-contro-piattaforma-petroliera-esercitazione-guardia-costiera

FERMO – Si è svolta martedì 15 novembre mattina, a largo di Porto Sant’Elpidio, un’esercitazione antinquinamento da idrocarburi in mare. L’attività addestrativa, denominata “Pollex 2022”, è stata pianificata e coordinata dalla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto. Lo scenario ipotizzato ha previsto la simulazione di una collisione tra un peschereccio e la Piattaforma Sarago Mare A – distante circa 3 chilometri dalla costa – con conseguente falla a bordo dell’unità da pesca e fuoriuscita di idrocarburi.

Oltre 400 i litri di prodotto inquinante riversatisi in mare, che si sono espansi fino a coprire una superficie di circa 120.000 m2 (pari, a grandi linee, alla superficie di due campi da calcio).

Allo scopo di assistere il peschereccio sinistrato e, soprattutto, i marittimi imbarcati (potenzialmente feriti), è stato dato avvio alle operazioni di ricerca e soccorso (SAR), derivanti dalla Convenzione di Amburgo del 1979.

Immediatamente dopo, sono seguite le operazioni di contrasto, contenimento ed abbattimento dell’inquinamento a mare, secondo le procedure previste dal Piano Operativo di pronto intervento locale, contro gli inquinamenti marini da idrocarburi ed altre sostanze nocive.

Parallelamente, sono state compiute una serie di azioni volte a verificare l’integrità strutturale della piattaforma off-shore.

Diverse, quindi, le variabili messe a sistema in uno scenario a dir poco complesso: salvaguardia della vita umana in mare, sicurezza della navigazione, tutela dell’ambiente marino e costiero. In sintesi, il leitmotiv della Guardia Costiera.

L’esercitazione si è protratta per l’intera mattinata, per le attività di soccorso e di contenimento e bonifica dell’inquinamento.

Sotto il coordinamento operativo della Sala Operativa della Capitaneria di porto picena, sono intervenute 2 motovedette veloci (una di stanza a San Benedetto del Tronto ed una proveniente da Porto San Giorgio), due mezzi navali antinquinamento ed un elicottero della Società concessionaria dell’impianto (Energean Italy Spa).

Non è mancato, infine, l’intervento di una squadra del 1° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera, espressamente richiesta dal Capo del Compartimento Marittimo di San Benedetto del Tronto – Capitano di Fregata (CP) Alessandra Di Maglio – per una ricognizione delle parti sommerse dell’impianto estrattivo.

«Per testare la prontezza operativa di uomini e mezzi, nonché la capacità di coordinamento della mia Sala Operativa, abbiamo volutamente ipotizzato di dover gestire un evento così complesso, generato da una collisione, con conseguenze, potenzialmente letali, per la vita dei marittimi e per l’ambiente marino e costiero». Queste le parole con cui il Comandante Di Maglio ha voluto commentare la lunga attività addestrativa, aggiungendo: «L’occasione è stata fondamentale per verificare la capacità di risposta alle emergenze e l’azione di raccordo tra la Sala operativa della Guardia Costiera e la Sala Crisi della Società Energean Italy spa, concessionaria della piattaforma, che ha impiegato le proprie risorse antinquinamento per far fronte all’evento».

Alla esercitazione hanno attivamente partecipato anche gli alunni dell’Istituto Tecnico Nautico G. e M. Montani di Fermo: una occasione per “toccare con mano” una attività marittima complessa, interagendo con il personale tecnico operante e rafforzando la sensibilità verso la tutela del mare e delle sue risorse, ambiente nel quale si troveranno – presto, si auspica – impiegati.

La Pollex 2022 si è conclusa ufficialmente questa mattina, in sede di de-briefing: un rapido e costruttivo momento di confronto tra tutti i partecipanti, ove sono state analizzate le novità introdotte e le criticità emerse. Il tutto, alla ricerca di un continuo perfezionamento della capacità di risposta, “al servizio degli altri, al servizio del mare”.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Ascoli, concorso per ufficiali di Polizia Locale, l’Ugl organizza un corso di preparazione on-line

Published

on

Ascoli Piceno

ASCOLI PICENO – Il Comune ha indetto un concorso per Ufficiali di Polizia Locale e per l’occasione l’Ugl ha organizzato un corso on-line per aiutare i candidati intenzionati a sostenere la prova a superarla.

La figura dell’operatore di Polizia Locale è diventata sempre più centrale per la vita quotidiana. La prossimità verso i cittadini e la sicurezza urbana sono i fattori di primaria importanza, oltre al territorio. In sintesi il biglietto da visita dell’Amministrazione . Non più il vecchio “vigile” ma un Poliziotto con funzioni di: Polizia Stradale, Polizia Giudiziaria e Ausiliario di Pubblica Sicurezza art. 5 legge 65/86.

Il Comune Ascoli Piceno ha indetto un Concorso per Ufficiali di Polizia Locale e per l’occasione l”UGL ha organizzato un corso di preparazione al Concorso tenuto da operatori di settore altamente qualificati, con formula FAD, formazione a distanza.
Per ulteriori info scrivere a: uglautonomie-pl@libero.it

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.