fbpx
Connect with us

Teramo

Giulianova, la figlia sbaglia la flebo e la madre muore

Pubblicato

il

ospedale flebo incidente

GIULIANOVA – Un tragico errore che si è rivelato fatale. Questo è quel che è accaduto secondo i carabinieri nella notte tra domenica e lunedì, all’ospedale di Giulianova. Uun’anziana degente di 77 anni è deceduta in seguito ad una disattenzione della figlia trentaseienne, che si stava prendendo cura di lei. Probabilmente a causa della distrazione e della stanchezza, ha sbagliato ad attaccare la flebo ed ha collegato la cannula dell’ossigeno al catetere. Per la paziente non c’è stato nulla da fare.

Il personale medico una volta accortosi di quanto accaduto ha subito avvisato i carabinieri ed il pm di turno. Le forze dell’ordine hanno da subito escluso che possa essersi trattato di un gesto volontario. Hanno utilizzato piuttosto il termine <<fatalità>>. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo nei confronti della figlia ed oggi verrà eseguita l’autopsia sulla madre.

Le due donne sono originarie di Morro D’Oro, dove abitavano nello stesso appartamento. Da qualche tempo l’anziana è ricoverata all’ospedale di Giulianova. Inizialmente a cause di alcune ferite alle gambe, successivamente per una caduta avvenuta nella struttura che le ha provocato la rottura del femore. Ad assisterla la figlia, che in questo periodo è rimasta al suo fianco. Ieri mattina era previsto proprio l’intervento all’arto ferito. Ma nella notte a cavallo tra domenica e lunedì, la tragedia.

Secondo le testimonianze raccolte, la donna ricoverata ha spesso trascorso notti travagliate, durante le quali, in preda all’agitazione, si toglieva mascherina dell’ossigeno e flebo. Probabilmente durante uno di questi momenti, la figlia ha commesso la disattenzione fatale, confondendo cannula dell’ossigeno e flebo.

L’allarme è scattato poco dopo le 2:30 del mattino ed il personale medico è subito intervenuto. Tuttavia era già troppo tardi e l’anziana degente è deceduta. I carabinieri hanno acquisito tutta la documentazione del caso e non è escluso che la figlia possa essere sentita nei prossimi giorni.

Abruzzo

Lunedì 20 settembre riparte il servizio di Pedibus a Martinsicuro con alcune novità

Pubblicato

il

MARTINSICURO – Riparte lunedì 20 settembre il Pedibus, servizio attivato dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “S. Pertini” di Martinsicuro. “Si tratta di un progetto dall’alto valore educativo che è stato attivato, sul nostro territorio, già dallo scorso anno e che consente ai nostri ragazzi di sentirsi più autonomi e responsabili, di socializzare con gli altri studenti e, ovviamente, di promuovere forme di “mobilità sostenibile” che fanno bene alle persone e all’ambiente, contribuendo anche a migliorare la sicurezza sanitaria degli studentiin un momento come quello che stiamo vivendo” sottolineano il Sindaco di Martinsicuro Massimo Vagnoni, il Vice-Sindaco ed Assessore alla Pubblica Istruzione Pinuccia Camaioni.

Infatti il servizio di Pedibus permette di limitare l’assembramento dei genitori davanti alla scuola e quindi ridurre i rischi di contatto, oltre ovviamente a evitare l’utilizzo massiccio di auto e il conseguente inquinamento” spiegano gli Amministratori martinsicuresi. “Come lo scorso anno gli alunni sono stati organizzati in gruppi ristretti e, lungo il percorso casa-scuola, saranno accompagnati e guidati da personale dedicato. Inoltre, visto il grande successo registrato da questa iniziativa, in particolare tra i nostri studenti, si è deciso di istituire un’ulteriore linea nel capoluogo oltre alle due già esistenti. Infine, in caso di nuove iscrizioni, siamo pronti a creare nuovi percorsi in ogni momento dell’anno, così da dare nuovo impulso a questa buona pratica che ha già conquistato i nostri ragazzi”.

Continua a leggere

Teramo

Campli: scoperta piantagione di marijuana, nei guai un 54enne

Pubblicato

il

CAMPLI – Aveva realizzato una vasta piantagione di marijuana l’uomo, italiano, già noto, un 54enne, tratto in arresto nella giornata di ieri da personale della Squadra Mobile.

L’attività, nata da alcune segnalazioni, ha consentito di fermarlo mentre era intento  ad innaffiare 11 piante di marijuana, alte circa due metri in piena inflorescenza, coltivate in un terreno incolto ubicato in una frazione di Campli. 

La successiva perquisizione domiciliare, permetteva di rinvenire, altre 4 piante di marijuana dell’altezza di un metro circa coltivate nell’orto di pertinenza della sua abitazione, nonché 25 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish e grammi 0.7 di sostanza stupefacente del tipo eroina.

L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Continua a leggere

Teramo

Sant’Egidio alla Vibrata: non rispetta il divieto di assembramenti, chiuso un locale

Pubblicato

il

TERAMO – Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati disposti dal Questore di Teramo, particolare attenzione è riservata alla movida non solo nelle città della costa: dopo ripetuti controlli e diffide su carenti autorizzazioni amministrative, sul mancato rispetto della normativa anti-Covid orari di chiusura e altro, la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha così verificato la legittimità del prosieguo dell’attività di un noto esercizio di somministrazione di alimenti e bevande sito in Sant’Egidio alla Vibrata.

Peraltro,anche alcuni cittadini si erano anche lamentati di schiamazzi, musica ad alto volume ed altri fastidiosi comportamenti degli avventori nelle tarde ore serali e notturne. 

Ieri il Questore Pennella, ha adottato il provvedimento di sospensione della licenza ex art.100 Tulps, con la chiusura dell’esercizio per 10 giorni. 

Il Comando Stazione Carabinieri ha notificato il provvedimento nello stesso pomeriggio.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy