L’Aquila. Dimissioni del Sindaco Biondi

Ha 20 giorni per ripensare la decisione

il sindaco dell'Aquila Biondi

L’Aquila. Dopo aver tracciato un bilancio “positivo” dei poco più di 20 mesi di amministrazione, il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi si è dimesso dall’incarico in seguito alla crisi in seno alla maggioranza di centrodestra. Si apprende dal sito dell’ANSA, che riporta la notizia.

La spaccatura è diventata ufficiale ieri. Tutti i consiglieri della coalizione, eccezion fatta del consigliere di FI, Maria Luisa Ianni, hanno disertato la seduta del Consiglio comunale in aperta polemica con il primo cittadino. Il giorno prima Biondi ha nominato nel ruolo di vicesindaco il consigliere comunale dell’Udc, Raffaele Daniele, senza coinvolgere la maggioranza.

Il Primo Cittadino, per legge, ha 20 giorni di tempo per ritirare le dimissioni. Il sindaco ha nominato il solo vicesindaco, nonostante dallo scorso mese di dicembre siano stati cinque gli assessori non più presenti tra revoche e dimissioni di amministratori eletti in Regione.

Il capogruppo di FdI, il partito di Biondi, Giorgio De Matteis, ha chiesto l’azzeramento della giunta e un rimpasto di uomini e deleghe.

Nelle dichiarazioni il sindaco dimissionario dice di non tornare indietro e di andare al voto.