Niente Maltattack a Chieti, ennesima triste storia di una città decadente

L’edizione 2019 di Maltattack, in programma per le festività del Santo Patrono di Chieti, è saltata.

Lo hanno comunicato in serata, con grande rammarico, gli organizzatori. La data di quest’anno, prevista per l’11 maggio in piazza San Giustino è stata annullata a causa dei problemi legati alla non completa agibilità della piazza principale. Chieti perde uno degli eventi più importanti che portava milioni di giovani in piazza.
“Purtroppo – spiegano gli organizzatori dell’associazione Ga – dopo alcuni sopralluoghi effettuati con gli organi preposti in materia, piazza San Giustino risulta al giorno d’oggi inagibile in alcuni punti ed inadeguata per un evento come Maltattack, a causa dei cantieri aperti e bloccati che ivi insistono da alcuni mesi e dei temporanei scavi archeologici. Un’incerta o parziale sistemazione non consente la fattibilità di un evento secondo i criteri richiesti dalla legge e comporterebbe eventuali costi aggiuntivi in materia di sicurezza. A questo va aggiunta la riduzione del supporto del Comune, la cui disponibilità, pur se preziosa e apprezzabile in un momento di difficoltà finanziarie, non risulta tuttavia sufficiente a garantire le spese logistiche di base che richiede l’evento Maltattack. Purtroppo, una comunicazione a questo proposito, ci è pervenuta solo in questi ultimi giorni, troppo tardi per poter trovare strade alternative per il reperimento dei fondi necessari per organizzare l’evento”.