Abruzzo, a 92 anni ogni giorno percorre 60 km di strada per ammirare il mare

Nelle città senza Mare… chissà a chi si rivolge la gente per ritrovare il proprio equilibrio… forse alla Luna… (Banana Yoshimoto)

Scultura in riva al mare. The Sea 2016, Sydney

GIULIANOVA – 30 chilometri in macchina per arrivare al mare, contemplarlo, e tornare a casa: la storia quasi commovente di un signore abruzzese di 92 anni.

Gli antichi usavano contemplare il cielo, scorgere misteriosi mondi attraverso la Luna, contare i propri passi con gli astri: abitudini oggigiorno perdute, forse solo dimenticate o persino mai apprese. C’è però qualche sorpresa umana al’orizzonte; è bello sapere che esiste qualcuno che pur avendo varcato la soglia degli anni 2000 riesce ancora a depistare la glaciale modernità tornando a propositi antichi e genuini.

L’uomo ha superato i novanta ed abita a Poggio San Vittorino, una frazione del territorio teramano. La storia, riportata su moltissimi quotidiani locali e regionali, ha colpito “Radio G Giulianova” che ha deciso di intervistarlo in seguito alle numerose segnalazioni ricevute da molti abitanti del luogo che spesso lo hanno visto osservare, forse parlare, a volte implorare, o semplicemente ammirare, il Mare.