Grottammare vuole il riconoscimento della ‘Bandiera Lilla’: per l’accoglienza turistica dei disabili

Il riconoscimento certifica che l’accoglienza turistica è adatta alle persone con disabilità: i parametri di valutazione sono riferiti all’accertamento di condizioni sostenibili.

Grottammare, Bandiera Lilla (Il Martino - ilmartino.it -)
Grottammare, Bandiera Lilla

GROTTAMMARE – È partita la procedura di riconoscimento della Bandiera Lilla, il titolo che attesta l’esistenza di un’offerta turistica volta a favorire anche l’accoglienza di persone con disabilità motorie, visive, uditive e patologie alimentari.

La firma della convenzione di adesione al ‘Protocollo di lavori Bandiera Lilla’, promosso e realizzato sul territorio nazionale dall’omonima cooperativa sociale di Savona, è dell’11 aprile scorso.

Nell’accordo il Comune chiede di essere valutato ai fini dell’ottenimento del riconoscimento, mentre la cooperativa si impegna a svolgere l’attività di valutazione che consiste nella somministrazione di un questionario e in un’analisi territoriale eseguita da propri valutatori.

I parametri di valutazione sono riferiti all’accertamento di condizioni sostenibili per quanto riguarda le disabilità motoria, visiva, uditiva e alle patologie alimentari e alla facilità nel reperimento delle informazioni.

Uno degli scopi di Bandiera Lilla, infatti, è quello di rendere l’informazione disponibile in maniera capillare ed efficace ad un numero sempre più ampio di possibili utilizzatori.

Si provvederà, pertanto, a verificare e, nel caso, potenziare i seguenti aspetti:

  • comunicazione e informazione;
  • versione accessibile del sito internet;
  • fornitura di informazioni su strutture in grado di ospitare persone con disabilità;
  • informazioni sull’accessibilità e fruibilità dei principali monumenti, musei e strutture culturali e ricreative etc;
  • informazioni su punti di ristoro per chi soffre di patologie alimentari;
  • accesso alle aree verdi, zone pic-nic, ecc.;
  • progetti per accompagnamento in impianti sportivi o in passeggiate ecc. di persone con disabilità motoria;
  • accessibilità delle principali attrattive culturali del territorio comunale;
  • prossimità ad esse di parcheggi per disabili;
  • accessibilità degli impianti sportivi;
  • progetti in atto per facilitare la fruibilità del territorio comunale da parte di turisti con disabilità.

L’adesione al Protocollo prevede il versamento di una quota di € 6.000 alla cooperativa Bandiera Lilla, per la valutazione, di cui il 70% (€ 4.200) entro 30 giorni dalla firma della convenzione, il 30% (€ 1.800) successivamente all’analisi territoriale e prima di conoscere l’esito complessivo e finale della verifica. In caso di non superamento delle valutazioni la seconda rata non sarà richiesta. La somma è stata prevista nei capitoli di spesa del settore Servizi sociali del bilancio comunale.

Monica Pomili e Enrico Piergallini (Il Martino - ilmartino.it -)
Monica Pomili e Enrico Piergallini

‘Era un nostro impegno programmatico e abbiamo iniziato a lavorarci già dai primi giorni di mandato – lo affermano nel comunicato del Comune il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore all’Inclusività sociale Monica PomiliQuesto percorso ci motiva ulteriormente verso una direzione, quella di migliorare con impegno concreto i percorsi e gli spazi comuni per garantire più indipendenza alle persone con disabilità’.