Martinsicuro, comprano casa coi soldi della droga, coppia arrestata

Avevano utilizzato il figlio ed un cliente come "prestanome" per aggirare i vincoli legali. Arrestati dalla GdF, adesso si trovano in carcere.

MARTINSICURO – Coppia arrestata per spaccio, riciclaggio ed intestazione fittizia di beni. La Guardia di Finanza di Giulianova ha fatto scattare le manette intorno ai polsi dei due, di origine rom, residenti a Martinsicuro. Secondo le ricostruzioni delle fiamme gialle, avevano acquistato casa servendosi di un “prestanome” e con soldi sporchi.

La coppia arrestata, a causa di svariati precedenti penali, non avrebbe potuto accedere ad un mutuo. I due oltretutto, non avrebbero nemmeno potuto giustificare la loro fonte di reddito, lo spaccio. Sempre secondo le indagini infatti, avevano allestito un ramificato ed articolato traffico di cocaina ed eroina.

Durante gli accertamenti, i finanzieri hanno fermato diversi clienti che si rifornivano periodicamente dalla coppia. Questa, ogni giorno accoglieva in casa numerosi clienti ai quali cedeva svariate dosi. Sembrerebbe addirittura che uno dei due continuasse a spacciare in casa, nonostante fosse agli arresti domiciliari. Oltre ai 2 arresti, sono fioccate 6 denunce.

In base alle indagini, la casa dove vivevano era stata acquistata con i proventi dello spaccio. A fornire il nominativo pulito per la transizione bancaria, un cliente storico. In cambio di denaro e droga avrebbe accettato di accendere, formalmente, un mutuo da 85 mila euro. Le rate venivano pagate con il frutto dell’attività di spaccio. In un secondo tempo, sempre per aggirare i vincoli legali, l’immobile è stato trasferito al figlio della coppia, unico incensurato nel nucleo famigliare.

Oggi è scattato l’arresto. Le ipotesi di reato sono mendacio bancario, intestazione fittizia di beni e riciclaggio di denaro. La casa in questione è stata oggetto di sequestro preventivo. I due sono stati condotti in carcere.