fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

SüdTirol-Samb 2-1: esce Russotto, i RossoBlu si spengono…

Pubblicato

il

Un vero peccato non aver conquistato punti al “Druso” di Bolzano.

La Samb di Giuseppe Magi avrebbe meritato almeno il pareggio per come si è espressa in casa del quotato SudTirol.

A lunghi tratti padrona del campo, in una delle migliori, se non la migliore, gare giocate fuori dal “Riviera” in questa stagione.

Confermato l’undici iniziale di domenica scorsa i rossoblù hanno avuto in Sala e Russotto i migliori in campo.

Il primo ha sventato almeno due, tre assalti nitidi altoatesini, il secondo una vera spina sul fianco della retroguardia avversaria sempre in affanno nelle incursioni e negli affondi del rossoblù.

In svantaggio alla fine del primo tempo con gravi responsabilità della difesa, la Samb centoventi secondi dopo ha subito raddrizzato il risultato con il gol di testa di Stanco all’ottavo sigillo stagionale.

Buona anche la prima mezzora della ripresa con un palo colpito dalla squadra rossoblù poi mister Magi commette un grave errore.

Fuori Russotto (molto contrariato nell’uscire dal campo).

Mancano quattordici minuti al 90° e la Samb si spegne.

Subisce il gioco dei tirolesi e capitola a quattro minuti dal termine grazie ad un tocco di Turchetta che s’insacca alla sinistra del portiere Sala.

Mea Culpa Mister Magi.

Sì, perché la Samb di Bolzano avrebbe anche potuto vincere la gara se non avesse fatto quello scellerato cambio.

Opinione di tutti e in particolar modo di quello che per 76 minuti il campo aveva dimostrato: non si può togliere Russotto, quel Russotto!!!

Ora mancano quattro gare al termine.

Decima posizione per la Samb.

I PlayOut sono distanti 6 punti. Nei PlayOff siamo dentro di 2, su Teramo e Gubbio appaiate all’undicesimo gradino della graduatoria che, in caso il Monza vincesse la Coppa Italia di C, varrebbe l’ultimo posto disponibile nella “griglia” dei PlayOff.

Domenica prossima, quella delle “Palme”, al “Riviera” arriva l’AlbinoLeffe.

E’ d’obbligo vincere per chiudere definitivamente lo spettro “PlayOut” e soprattutto per mister Magi firmare il suo primo successo in campionato.

Attenzione Mister, non faccia però lo stesso errore di Bolzano…

FORZA SAMB!!!

Luigi Tommolini


DATE PLAYOFF SERIE C 2018/2019

Terminata la “Regular Season”, ultima giornata il 5 maggio 2019, inizieranno PlayOff e PlayOut nelle seguenti date

Se il campionato finisse oggi queste sarebbero le gare dei PlayOff e PlayOut riguardanti il Girone B della Serie C.

C’è comunque ancora l’incognita legata alla squadra vincitrice della Coppa Italia che interessa il girone della Samb.

Infatti il Monza è finalista della manifestazione con la possibilità di vincerla.

A quel punto la “griglia” PlayOff cambierebbe.

FASE PLAYOFF DEL GIRONE

1° Turno – Gara unica DOMENICA 12 MAGGIO 2019

MONZA PERDENTE NELLA FINALE DI COPPA ITALIA:

Imolese-SAMB

Monza-L.R.Vicenza Virtus

Ravenna-Fermana

MONZA VINCENTE NELLA FINALE DI COPPA ITALIA:

Imolese-Teramo

Ravenna-SAMB

Fermana-L.R.Vicenza Virtus

2° Turno – Gara unica MERCOLEDI’ 15 MAGGIO 2019

FASE PLAYOFF NAZIONALE

1° Turno – Gara di Andata DOMENICA 19 MAGGIO 2019
1° Turno – Gara di Ritorno MERCOLEDI’ 22 MAGGIO 2019

2° Turno – Gara di Andata MERCOLEDI’ 29 MAGGIO 2019
2° Turno – Gara di Ritorno DOMENICA 2 GIUGNO 2019

FINAL FOUR

Finale A
Gara di Andata SABATO 8 GIUGNO 2019
Gara di Ritorno SABATO 15 GIUGNO 2019

Finale B
Gara di Andata DOMENICA 9 GIUGNO 2019
Gara di Ritorno DOMENICA 16 GIUGNO 2019


DATE PLAYOUT SERIE C 2018/2019

PLAY OUT GIRONE B

Rimini retrocesso in serie D

Gara 1 – Gara di Andata SABATO 18 MAGGIO 2019

Fano-Renate

Gara 1 – Gara di Ritorno SABATO 25 MAGGIO 2019

Renate-Fano


DAL SITO UFFICIALE DELLA SAMBENEDETTESE CALCIO

c7ab34187bf4fd27796e35e85e470ffc

I rossoblu escono sconfitti dal Druso nonostante la buona prestazione

SUDTIROL (4-3-1-2) Nardi; Ierardi, Pasqualoni, Vinetot, Fabbri (81′ Mattioli); Morosini, De Rose (88′ Berardocco), Fink; Turchetta (88′ Casale); Lunetta (64′ Mazzocchi), Romero (64′ De Cenco) A disp. Gentile, Ravaglia, Casale, Antezza, Berardocco, Oneto, Romanò All. Zanetti

SAMBENEDETTESE (3-4-1-2) Sala; Celjak, Miceli, Biondi; Rapisarda, Rocchi (66′ Signori), Gelonese, Fissore; Ilari (76′ Caccetta); Russotto (76′ Di Massimo), Stanco A disp. Pegorin, Rinaldi, Bove, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli All. Magi

TERNA Arbitra Marco Ricci della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti A. Maninetti (Lovere) e S. Rondino (Piacenza)

MARCATORI 42′ Morosini, 44′ Stanco, 86′ Turchetta

NOTE Ammoniti: 28′ Ierardi, 28′ De Rose, 52′ Rapisarda, 59′ Gelonese, 84′ Caccetta, 90′ Celjak

Mister Magi ripropone gli stessi 11 di domenica scorsa. Pronti via e subito occasione per la Samb: Russotto, al 4′, si conquista e batte un calcio di punizione dalla sinistra, la palla arriva in area per Stanco che stacca di testa ma mette alto da buona posizione. Risposta degli altotesini 2 minuti dopo con un guizzo di Morosini, fermato irregolarmente sulla sinistra da Biondi. Lo stesso numero 23 va alla battuta del piazzato, la difesa rossoblu libera l’area senza patemi. Al minuto 9 gran botta ancora di Morosini da fuori: palla fuori di poco. La Samb si riaffaccia dalle parti di Nardi con Stanco, l’estremo locale però respinge all’11’. Al 18′ è ancora Stanco a provarci di testa da posizione defilata, Nardi blocca senza problemi. Sul capovolgimento di fronte il Sudtirol guadagna una punizione dal limite, parte il solito Morosin ma Sala risponde presente e mette in angolo. Al 24′ Sala compie un vero e proprio miracolo deviando in angolo un tiro di Lunetta che si era involato in area indisturbato. Al 34′ la Samb torna a farsi pericolosa: cross lungo dalla sinistra di Celjak che mette sul secondo palo dove arriva Fissore che, però, in spaccata non riesce a centrare la porta. Al 37′ rispondono i locali con un colpo di testa di Vinetot, palla fuori. Al 42′ gli altoatesini vanno in vantaggio con Morosini, abile a sfruttare una palla vagante in area e da due passi a battere Sala. La Samb reagisce subito e due minuti dopo è Stanco a metterla dentro di testa su cross dalla destra di Rapisarda. Nell’unico minuto di recupero il Sudtirol colpisce una traversa con la palla che arriva poi dalle parti di Ierardi che di testa però spara fuori. Finisce così un bel primo tempo, ricco di emozioni e di azioni da gol.

Al rientro in campo non si registrano avvicendamenti e il Sudtirol al 49′ si guadagna un calcio di punizione dal limite. Alla battuta va Turchetta, ma Sala è bravo e in tuffo sventa la minaccia. I ritmi sono decisamente diversi rispetto al primo tempo ma al 63′ Russotto se ne va sulla sinistra e mette dentro per Stanco, l’attaccante si gira e calcia ma Nardi riesce a salvarsi con la complicità del palo. Al 67′ mister Magi mette dentro Signori al posto di Rocchi. Al 75′ occasione per gli altoatesini con il neo entrato Mazzocchi che da buona posizione svetta di testa ma non inquadra la porta. Al 76′ doppio cambio per la Samb: fuori Ilari e Russotto, dentro Caccetta e Di Massimo. Locali ancora pericolosi con un cross in area sul quale stacca De Cenco, palla a lato. Al minuto 85′ gran punizione dai 30 metri del solito Morosini, Sala salva in corner. Sugli sviluppi del corner, però, la palla arriva a Turchetta che mette dentro. Sudtirol in vantaggio.

La Samb prova a reagire e ha un’occasione nei minuti di recupero con Caccetta che dopo un lancio di Celjak va a scontrarsi con Vinetot, l’arbitro fischia, lasciando più di un dubbio, gioco pericoloso nei confronti del centrocampista.

Al Druso finisce 2-1, la Samb torna a casa senza punti ma con un’ottima prestazione.


La sintesi filmata elevensports

(CLICCA QUI)


99° MINUTO IN SALA STAMPA

Sudtirol-Samb 2-1: mister Giuseppe Magi

Sudtirol-Samb 2-1: mister Giuseppe Magi

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Domenica 7 aprile 2019


ARTICOLI CORRELATI

Serie C: PlayOff e PlayOut 2019. Date e Regolamento

Samb, tutti i precedenti a Bolzano. Tabelle, convocati, vigilia

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto: 50enne minaccia di buttarsi dal balcone, salvato

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Personale dipendente del Commissariato di San Benedetto del Tronto espletava nella serata 19 ottobre un complicato intervento di soccorso, a favore di un uomo di circa 50 anni, disperato per la morte della propria madre che, per attuare un proposito di suicidio minacciava di lanciarsi dal balcone della propria abitazione.

In particolare i due operatori della Volante, notiziati dalla locale sala operativa, si portavano tempestivamente presso l’abitazione sita in zona centro commerciale La Fontana. Sul posto dopo aver suonato ripetutamente al campanello della persona interessata, senza però ottenere nessuna risposta, salivano repentinamente le scale e una volta giunti al terzo piano, trovavano davanti ai propri occhi un uomo visibilmente agitato che alla vista dei poliziotti senza proferire parola, si voltava celermente rientrando in casa, avvicinandosi con fare minaccioso alla finestra aperta della camera da letto.

A quel punto gli agenti, intuito l’intento dell’uomo, saltavano prontamente sul letto, allo scopo di intercettare l’azione suicida, riuscendo a bloccare lo stesso impedendogli di compiere l’atto estremo, significando che in quei pochi attimi l’uomo aveva già oltrepassato la portafinestra ed era giunto ormai nei pressi della ringhiera, sporgendosi verso il vuoto ad un altezza di circa 10 metri.

Con non poche difficoltà i poliziotti riuscivano a vincere la resistenza dello stesso, riuscendo a condurlo al sicuro all’interno dell’appartamento. Infatti, con un approccio empatico e rassicurante riuscivano a tranquillizzare l’uomo e ad acquisire la sua fiducia. Pertanto lo stesso, dapprima ringraziava i poliziotti per averlo salvato da morte certa e contestualmente confidava agli agenti i propri problemi scaturiti dopo la morte della madre, avvenuta circa un anno prima, ragione per cui nella serata assalito dallo sconforto, decideva di farla finita e di volersi buttare dal balcone.

Dopo poco, giungeva sul posto personale sanitario, e l’uomo acconsentiva ad essere accompagnato presso il locale nosocomio, dove veniva successivamente ricoverato nel reparto psichiatrico, a condizione che rimanesse in compagnia dei poliziotti con i quali si sentiva al sicuro, richiedendo altresì agli stessi di occuparsi di dar da mangiare alla sua cagnolina che sarebbe rimasta sola.

La cagnolina dopo essere stata rifocillata veniva affidata alla vicina di casa.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto: danneggiati veicoli in sosta. Moto ferisce un 67enne

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella notte scorsa, nei pressi del civico 97 di via Marsala, due veicoli in sosta sono stati danneggiati verosimilmente da un altro veicolo diretto verso nord che, dopo l’urto, si è allontanato.

La Polizia Municipale ha rilevato alcuni elementi che possono ricondurre al modello del veicolo responsabile del sinistro e sta raccogliendo ulteriori elementi utili ad identificare il conducente. Chiunque possa fornire informazioni può rivolgersi alla centrale operativa telefonando al numero 0735594443.

Sempre a San Benedetto un 67enne è finito in ospedale dopo essere stato colpito da una moto. Sul posto i carabinieri.

Continua a leggere

Abruzzo

Sisma Centro Italia: a Camerino il 26 ottobre evento a cinque anni dal sisma. D’Alberto “I comuni tornano al centro e la ricostruzione riparte”

Pubblicato

il

CAMERINO – Un bilancio a cinque anni dal sisma che ha colpito i Comuni del Centro Italia, le esperienze dei sindaci, l’impegno delle comunità locali e delle aziende nella fase della ricostruzione ma anche le prospettive future per la ripresa. Questi i temi al centro dell’appuntamento nazionale “Il sisma 2016 del Centro Italia, cinque anni dopo” in programma il 26 ottobre a Camerino alle ore 9:00 presso l’Aula Magna dell’Università.

Il Presidente di Anci Abruzzo D’Alberto “Quando i comuni sono stati di nuovo reintegrati nelle scelte per la Ricostruzione abbiamo ripreso il cammino. Le battaglie di questi anni stanno dando i frutti sperati. Ora puntiamo anche al rilancio economico e sociale. A Camerino in occasione del quinto anno dal terremoto faremo il punto con tutti gli interlocutori di questo processo”

L’evento, organizzato dalle Anci regionali di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, in collaborazione con Anci nazionale, sarà un importante momento di confronto con gli attori istituzionali e i soggetti del territorio sulla ripresa e la ripartenza dei Comuni interessati dal terremoto. Si tracceranno anche le linee di intervento e un bilancio di questi cinque anni con il dialogo tra il presidente di Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, il commissario per la ricostruzione del Sisma Centro Italia 2016, Giovanni Legnini e il capo Dipartimento per la Protezione civile Fabrizio Curcio

Ad introdurre i lavori, saranno, tra gli altri: la sindaca di Ancona, presidente di Anci Marche e coordinatrice della Anci regionali coinvolte nel sisma Centro-Italia 2016, Valeria Mancinelli, il sindaco di Camerino, Sandro Sborgia e il rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari. Nel corso dell’evento sarà proiettato il video reportage realizzato dall’Anci sulle quattro regioni colpite dal sisma con le voci e le testimonianze degli attori locali e verrà presentata anche una pubblicazione, realizzata sempre da Anci, con il bilancio di cinque anni di interventi a livello operativo e legislativo, sia nazionale che regionale.

L’appuntamento proseguirà con due sessioni tematiche dedicate alla filiera per la ripresa dei territori e alle esperienze dei sindaci con il confronto tra i presidenti delle regioni interessate e i primi cittadini, tra cui: Francesco Acquaroli (Regione Marche), Nicola Zingaretti (Regione Lazio), Marco Marsilio (Regione Abruzzo), Donatella Tesei (Regione Umbria), Gianguido D’Alberto (sindaco di Teramo e presidente Anci Abruzzo), Riccardo Varone (sindaco di Monterotondo e presidente Anci Lazio), Michele Toniaccini (sindaco di Deruta e presidente Anci Umbria), Nicola Alemanno (sindaco di Norcia), Gian Luigi Spiganti Maurizi (sindaco di Visso), Manuele Tiberii (sindaco di Colledara), Cristina Di Pietro (sindaca di Civitella del Tronto) e Giorgio Cortellesi (sindaco di Amatrice).

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy