UniTe: seconda giornata della scuola di legalità

Organizzata delle Facoltà di Giurisprudenza e Scienze della Comunicazione

Università degli Studi di Teramo

UniTe: seconda giornata della scuola di legalità. Si terrà presso l’Università degli Studi di Teramo giovedì 4 aprile nell’aula Magna dell’Ateneo.

A seguire il programma della giornata.

Mafia e mafie: rappresentazioni e dinamiche di internazionalizzazione

A cura delle Facoltà di Giurisprudenza e Scienze della comunicazione

Ore 9.00/10.30

La Facoltà di Giurisprudenza approfondirà l’analisi delle dinamiche di internazionalizzazione delle mafie e le intersezioni criminali nella prospettiva della continua evoluzione delle trasformazioni globalizzate. Questi i relatori:


Paolo Marchetti

Preside Facoltà di Giurisprudenza

Docente di Storia del diritto e della scienza penale e di Diritto e letteratura

David Mancini

Sostituto Procuratore della Repubblica

Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di L’Aquila

Guido Saraceni

Docente di Filosofia del diritto e di Informatica giuridica 

Dalle 10.30 la seconda parte della giornata di studi.

La Facoltà di Scienze della comunicazione rifletterà sulle forme della rappresentazione dell’illegalità tra dimensione locale e internazionale, spaziando attraverso temi differenti, dalla costruzione degli immaginari attraverso i media al paesaggio, dal ruolo della musica nella costruzione dell’immaginario alle questioni della lingua e della traduzione. Alla tavola rotonda partecipano:

Paola Besutti

Docente di Musica e comunicazione e di Musicologia applicata

Paolo Coen

Docente di Storia e teoria del museoe di Storia dell’arte comparata dei Paesi europei

Andrea Sangiovanni

Docente di Storia e società dell’età contemporaneae di Storia e tecniche del giornalismo e dei mass media

Francesca Vaccarelli

Docente di English for Visual and Performing Arts

Inoltre ci saranno gli Studenti del corso di Culture teatrali e performative e quelli del Laboratorio del cammino.

Ore 12.00/12.30
Compilazione Questionario di riepilogo da parte degli studenti