Le Frecce Tricolori a San Benedetto del Tronto, l’8 e 9 giugno

Importanti modifiche subirà la circolazione stradale nell’area del lungomare mentre sarà interdetta alla navigazione e alla balneazione un’area di mare di circa 2 chilometri.

Frecce tricolori (Il Martino - ilmartino.it -)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le Frecce Triocolori arrivano a San Benedetto.

Una decisione presa dopo una prima riunione tecnica tenutasi martedì, 30 aprile 2019, in Comune a cui hanno partecipato i rappresentati di soggetti istituzionali e realtà associative interessate all’organizzazione della prima edizione di ‘S. Benedetto del Tronto Air Show’, manifestazione aerea in programma l’8 e il 9 giugno.

L’evento sarà coordinato dall”Aeroclub Picenum’ delle provincie di Fermo e Ascoli Piceno i cui rappresentanti hanno illustrato le caratteristiche essenziali della manifestazione.

Sabato 8 giugno verranno effettuate le prove in volo e domenica 9 giugno si terrà la manifestazione con esibizione di aeromobili (tra cui velivoli e team acrobatici civili, idrovolanti ultraleggeri e altri velivoli in fase di definizione). Le Frecce Tricolori si esibiranno alle 18, sia sabato (per le prove) sia domenica e saranno l’ultimo evento del programma.

Numerose le misure di sicurezza – dichiara il comunicato del Comune – che saranno attuate per assicurare la regolarità dell’evento e l’incolumità degli spettatori: importanti modifiche subirà la circolazione stradale nell’area del lungomare mentre sarà interdetta alla navigazione e alla balneazione un’area di mare di circa 2 chilometri per 4. Un centro operativo di controllo coordinerà tutti gli aspetti della manifestazione, visto che si attende un gran numero di spettatori oltre ai residenti e a coloro che in quei giorni saranno nella zona turistica della città.

Le Frecce Tricolori, il cui nome per esteso è Pattuglia Acrobatica Nazionale, costituente il 313º Gruppo Addestramento Acrobatico, sono la pattuglia acrobatica nazionale (PAN) dell’Aeronautica Militare Italiana, nate nel 1961 in seguito alla decisione dell’Aeronautica Militare di creare un gruppo permanente per l’addestramento all’acrobazia aerea collettiva dei suoi piloti.