Martinsicuro, “Il mio Canzoniere” di Giusy Valori sarà pubblicato in Spagna

copertina Il mio Canzoniere Giusy Valori
presentazione libro

MARTINSICURO – <<Scrivere è un’esigenza, una necessità ed un modo per interagire con gli altri. La poesia è la forma d’arte che più mi rappresenta in quanto è un modo per comunicare senza forzature e in maniera naturale>>. Con queste parole, Giusy Valori ci introduce nel suo mondo poetico raccolto nella pubblicazione “Il mio Canzoniere”.

Presentata a Martinsicuro da Vilalba Cistola dell’associazione Martinbook, la pubblicazione raccoglie 26 poesie di alta intensità emotiva che verranno tradotte in spagnolo, in un progetto di presentazione a Madrid, un sogno che la poetessa coltiva da tempo.

In merito ai progetti futuri, infatti, l’autrice precisa: <<Sto facendo tradurre “Il mio Canzoniere” dalla poetessa e traduttrice cubana Yuleisy Cruz Lezcano, con l’intento che una casa editrice spagnola possa credere in questo mio progetto: pubblicare le mie poesie a Madrid, in Spagna è un sogno che coltivo da anni. Yuleisy ha ottenuto premi e riconoscimenti dalla critica per le sue numerose pubblicazioni>>.

<<La poesia non s’insegna – continua l’autrice – ce l’hai dentro. Bisogna solo saperla ascoltare. Nei miei componimenti parlo principalmente della passione, la passione per l’arte: da qui il mio interesse per Rodin, un uomo e un artista che, dopo vari fallimenti, è riuscito a conquistarsi la stima della gente>>.

Secondo il critico Massimo Pasqualone, che ne ha curato la prefazione, <<la poesia di Giusy Valori attinge dal serbatoio delle emozioni ed usa parole che vengono dall’anima>>. La copertina della pubblicazione presenta un dipinto di Carlo Gentili dove campeggia nella parte superiore un volto maschile: <<rappresenta il Petrarca incoronato d’alloro ed allo stesso tempo richiama la bellezza di Apollo, dio della poesia>>

Nel corso della serata di presentazione, le letture sono state di Sara Palladini e Alessandra Bucci, gli interventi musicali del trio Cistola. (composto da Giacinto Cistola alla chitarra, Dario Di Giammartino alla batteria e Pierpaolo Pica al basso). La direzione tecnica dell’evento è stata affidata a Mimmo Iurlaro.