Alba Adriatica, offre un passaggio e l’autostoppista gli ruba lo zaino

MARTINSICURO – Tempi duri per le persone gentili che offrono passaggi in Val Vibrata. Dopo che il mese scorso a Martinsicuro una donna ha sottratto il portafoglio all’uomo che le aveva dato uno “strappo”, ieri notte la scena si è ripetuta ad Alba, ma con personaggi diversi. A farne le spese questa volta, un teramano di 42 anni, che ha caricato in macchina un ragazzo nordafricano.

Mentre percorreva il tratto di via Roma di Alba Adriatica, intorno all’1:30 del mattino, si è fermato a caricare l’autostoppista. Nemmeno il tempo di salire a bordo, che dall’altra parte della vettura si è materializzato un connazionale. In un attimo ha aperto lo sportello del guidatore ed ha rubato lo zaino che questi custodiva sulle gambe. All’interno, portafogli, documenti ed effetti personali. I due si sono subito dopo dileguati.

L’uomo ha immediatamente allertato i carabinieri che dopo essere giunti sul posto ed aver raccolto la sua testimonianza, si sono messi sulle tracce dei due ladri.

In breve li hanno individuati lungo l’argine del torrente Vibrata. Poco lontano lo zaino rubato, che i due hanno abbandonato alla vista dei militi. Si tratta di due marocchini, B. H. 29enne, residente a Giulianova e B. H. 24enne, residente a Controguerra. Entrambi risultano in regola e con il permesso di soggiorno, sebbene abbiano alcuni precedenti alle spalle. Sono stati denunciati per concorso in furto aggravato con destrezza. I carabinieri hanno anche proposto al Questore di Teramo, di spiccare nei loro confronti un foglio di via obbligatorio dal comune di Alba Adriatica, per una durata di 3 anni. Lo zaino è stato restituito al legittimo proprietario.