Degrado Sociale, CC ucciso: un romano esulta su fb…

"Pisciamo sulla tomba di questo sbirro infame": queste le sue parole.

Non ci sono parole per il becero e inqualificabile commento che un romano, Stefano Egidi, ha rivolto su facebook nei confronti del Carabiniere Emanuele Anzini 41 anni di origini abruzzesi, ucciso e travolto mentre era in servizio da un’automobile di grossa cilindrata alle tre di notte di lunedì 17 giugno sulla provinciale di Terno d’Isola in Lombardia.

“Pisciamo sulla tomba di questo sbirro infame” ha scritto su facebook questo tizio …

Ma dove siamo arrivati???

Non c’è commento a tutto ciò, se non la consapevolezza di denunciare e deprecare questi atti spregevoli e bassi…


Qui sotto l’articolo e più sotto ancora il link tratto da infodifesa.it che ha denunciato tale comportamento:

Carabiniere ucciso, un romano esulta su Facebook:”Pisciamo sulla tomba di sto sbirro infame”

“Si chiama Stefano Egidi, e presenta un profilo facebook completamente antipolizia. Ha gioito (come visionabile dalle schermate che alleghiamo), per la morte del Carabiniere Emanuele Anzini, avvenuta nel Bresciano a causa di un pirata della strada.” E quanto scrive il sindacato di polizia SAP sul proprio sito web.
“Egidi, augura la stessa fine a più colleghi e, a quanti gli annunciano che rischia una denuncia, risponde sbeffeggiandoli.

Come Sap non tolleriamo questi vili gesti alla memoria di quanti sacrificano la vita per servire il Paese. Abbiamo sempre denunciato e continueremo a farlo. Lo abbiamo fatto anche in questo caso, denunciando la condotta di Stefano Egidi alla Procura della Repubblica, nella speranza di una severa punizione.

Non è ammissibile gioire per la morte di un uomo di Stato, figlio, fratello e soprattutto papà di una bimba piccola che non potrà più abbracciare.”

Carabiniere ucciso, un romano esulta su Facebook:”Pisciamo sulla tomba di sto sbirro infame”


ARTICOLI CORRELATI

Carabiniere abruzzese muore nella bergamasca