Far West “d’Amore” in pieno centro

Una bimba di 8 anni in stato di choc

Ancora una scena da Far West in pieno centro.

E’ accaduto verso le 22:30 di ieri sera nel centralissimo Viale Secondo Moretti a San Benedetto del Tronto.

Protagonisti un cittadino moldavo, una donna che lavora nella vicina Ascoli Piceno e il suo “nuovo” compagno di origini foggiane.

Questi ultimi due erano nei pressi del conosciutissimo “Caffè Florian” insieme alla figlia di lei, 8 anni, quando un cittadino moldavo, vecchio “compagno” della donna si è avventato, come in preda al demonio, su di loro e ha cominciato a sferrare calci e pugni.

Intorno, una moltitudine di persone ha assistito a questa terribile scena con non poco timore e spavento.

Alcuni hanno cercato d’intervenire ma la lotta era veramente cruenta al punto che il moldavo ha addirittura sfoderato dalle tasche un coltello.

Fuggi, fuggi generale.

La donna scappava verso la vicina Via Balilla e, nonostante fosse inseguita dal suo feroce aggressore, si metteva fortunosamente in salvo.

Il suo “ex”, poi, tornava nei pressi del “Florian” per “giustiziare” il rivale che si riparava con una sedia dai colpi violenti del contendente.

A questo punto intervenivano i passanti e il moldavo fuggiva verso la “Rotonda” facendo perdere le sue tracce.

Il foggiano veniva trasportato dalla Croce Verde locale al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Madonna del Soccorso” dove gli veniva diagnosticata una sospetta frattura allo zigomo.

Ricoverata anche la bimba in evidente stato di choc.

I militari dell’Arma si stanno adoprando nella ricerca dell’aggressore.