fbpx
Connect with us

Abruzzo

Il Sindaco di Alba Adriatica sul ripascimento

Marco Capriotti

Published

il

Comunicato stampa del Comune di Alba Adriatica e del Sindaco della cittadina abruzzese Antonietta Casciotti.

Critiche ingiustificate e strumentali all’ordinanza sindacale n. 26 del 17 giugno 2019.
Un’ordinanza adottata con senso di responsabilità per tutelare la sicurezza di tutti i bagnanti e per sostenere la prevalente economia turistica della città, garantendo la continuità dell’offerta turistica agli ospiti presenti nel territorio, nonché la libera e gratuita fruizione del tratto di spiaggia libera adiacente la zona di litorale interessata dagli interventi di rispristino/ripascimento.
Inopportuna anche la critica di intempestività del provvedimento che è stato adottato solo a seguito della necessaria documentazione (ricevuta su nostra richiesta, per le vie brevi, alle ore 17,52 di venerdì 14 giugno, ad uffici oramai chiusi), solo in quella data vi è stata l’ufficialità della proroga dell’esecuzione dei lavori con indicazione del termine del 23 giugno per la conclusione degli stessi e, sempre in pari data, la società esecutrice comunicava che dopo l’allestimento del cantiere ed il posizionamento delle pompe avvenuto in data 14 giugno, condizioni metereologiche favorevoli – elemento da non sottovalutare – i lavori sarebbero ripresi in data lunedì 17 giugno.
In data 17 giugno, prima data utile – sulla base di documentazione ufficiale – in via d’urgenza e provvisoria sino alla data del 23 giugno o nel minor tempo necessario per l’ultimazione dei lavori con rimozione del cantiere, il Sindaco emetteva apposita ordinanza che autorizzava la posa in opera di attrezzature per la balneazione in una porzione della spiaggia libera adiacente il tratto interessato dalle opere di ripristino/ripascimento, anche a seguito del confronto avuto con gli operatori coinvolti e presenti all’incontro dell’8 giugno 2019.
Chiunque ravvisi dilettantismo o inadeguatezza lo fa solo strumentalmente per attaccare un’amministrazione operativa e non certo per sostenere degli operatori turistici informati costantemente dei percorsi opportuni e condivisi affinché tutto si svolga in tempi rapidi e con modalità concertate, cosa che è avvenuta.
Teniamo a ribadire che a differenza della stagione estiva 2018, durante tutto l’iter, compreso quello di svolgimento dei lavori, mai gli operatori sono stati lasciati soli e il consigliere delegato ha seguito con presenza costante h24, supportato dalla direzione dei lavori e dal competente ufficio comunale lavori pubblici, tutti gli interventi, recependo e dando soluzioni adeguate alle varie, legittime preoccupazioni e sollecitazioni degli operatori del tratto interessato.
Cosa che interessa più gli albensi è che ad oggi i lavori stanno proseguendo regolarmente, che il ritardo legato alle avverse condizioni del mare non ha arrecato pregiudizio agli stessi e che anzi, per come si prospettano gli esiti, si presume che l’intervento possa avere efficacia superiore a quanto accaduto in passato.
Dalla lettura dell’ordinanza, emerge inequivocabilmente la natura erga omnes del provvedimento che si ritiene di allegare per opportuna conoscenza.
Il Sindaco e l’Assessore al demanio

Abruzzo

Buon 2 giugno ai Martinsicuresi (e agli Italiani)

Il saluto del Sindaco Massimo Vagnoni

Published

il

Buon 2 giugno ai Martinsicuresi (e agli Italiani).Il Sindaco del Comune di Martinsicuro Massimo Vagnoni attraverso i social manda l’augurio.

“Dopo mesi difficili, stiamo uscendo lentamente da uno dei periodi più brutti che potevamo mai immaginare di vivere .
Un’emergenza che ha messo a dura prova ognuno di noi .
Il blocco delle attività ha generato gravi conseguenze economiche e disagi sociali che vanno affrontati con un serio e responsabile spirito di unione tra tutte le istituzioni .
Chi ricopre incarichi istituzionali, a partire dal sottoscritto, ha il dovere di mettere in campo ogni azione utile e concreta affinché nessuno si senta lasciato solo .
Governo, Regioni e Comuni devono lavorare insieme, mettendo da parte ogni contrapposizione per dare le giuste ed adeguate risposte ad una comunità che va supportata in maniera concreta .
Da questa crisi sanitaria ed economica ne usciremo solo insieme rifacendoci ai valori della nostra Repubblica e allo spirito costituente che rappresentò il principale motore della rinascita dell’Italia .
Dobbiamo dimostrare di essere all’altezza della situazione e fare di più e meglio di quanto fatto sinora .
Che questa giornata possa rappresentare un nuovo inizio per ognuno di noi, che ci veda tutti dalla stessa parte .
🇮🇹 Buona Festa della Repubblica 🇮🇹”

Buon 2 giugno ai Martinsicuresi (e agli Italiani).

Continua a leggere

Abruzzo

App Immuni: Marsilio, ok a sperimentazione in Abruzzo

Luigi Tommolini

Published

il

Marco Marsilio, governatore della Regione Abruzzo.

PESCARA – “Abbiamo dato la disponibilità della Regione alla sperimentazione di Immuni, nello spirito di leale collaborazione istituzionale che deve ispirare i rapporti tra i vari livelli dello Stato, tanto più in una situazione di emergenza”.

Lo afferma il Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio.

“Come concordato con i ministri Speranza, Pisano e Boccia, abbiamo atteso il rilascio del parere ufficiale del Garante per la protezione dei dati personali, al fine di tutelare fino in fondo i diritti dei cittadini.

Nel frattempo gli uffici competenti per la Prevenzione sanitaria e i Sistemi informatici hanno messo a punto l’interfacciamento delle relative piattaforme.

Mi auguro che la sperimentazione vada a buon fine e che questo strumento possa dimostrarsi efficace, anche se è forte il timore che il ritardo con cui si sta partendo e le tante incertezze sul suo funzionamento possano ostacolarne l’avvio e pregiudicarne l’efficacia.

L’Abruzzo – ha concluso Marsilio – non si tira indietro e anzi si dimostra una volta di più in prima fila nella lotta al coronavirus”. (REGFLASH) US/200601

Continua a leggere

Abruzzo

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali

Dure critiche al Presidente abruzzese sulla gestione locale e la “solidarietà” al collega lombardo Fontana

Published

il

corneli M5s abruzzo

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali. Duro intervento dell’Onorevole Valentina Corneli del Movimento 5 Stelle sulla situazione abruzzese della sanità.

Il Presidente Marsilio, nel manifestare solidarietà ad Attilio Fontana sulla disastrosa gestione dell’emergenza sanitaria in Regione Lombardia, sembra mettere le mani avanti rispetto alle gravi carenze di cui si è reso protagonista durante l’emergenza, e continua a distogliere il dibattito politico dal reale problema che non sta affrontando: garantire che la ripartenza economica e sociale della nostra Regione avvenga in un contesto di piena sicurezza sanitaria.

La parlamentare aggiunge: Finora siamo stati “graziati” avendo avuto pochi casi, ma lo Stato – in prospettiva – sta dando risorse enormi alle Regioni per lo sviluppo dell’assistenza sanitaria e per fare in modo che un eventuale nuova ondata epidemica non ci colpisca durante l’estate o in autunno.

La linea del Governo è: assunzioni di medici e operatori sanitari, istituzione della figura dell’infermiere di famiglia, rafforzamento della medicina territoriale che possa coprire massicciamente anche le aree interne da sempre abbandonate, e adeguamento delle strutture sanitarie e dei pronto soccorso. Ma in Abruzzo si pensa solo all’assegnazione di poltrone che definire “dubbie” è un eufemismo, ad aumentare lo stipendio ai fortunati amici della Giunta, e ad accaparrarsi fondi pubblici come se non ci fosse un domani, cioè senza che vi sia mai un progetto di sorta nell’interesse dei cittadini.

L’ospedale San Liberatore di Atri, ad esempio, continua ad essere utilizzato solo per il ricovero di una manciata di pazienti Covid, nonostante a pochi chilometri ci sia il grande centro di riferimento di Pescara costato milioni.

Questa situazione causa un enorme sperpero di denaro pubblico e lascia fermi un centinaio tra medici ed operatori che chiedono solo di poter tornare pienamente operativi, mentre i cittadini hanno tutto il diritto di essere curati senza essere costretti a rivolgersi a strutture private.

Pertanto, se si dovesse decidere di mantenere un reparto Covid al San Liberatore (nonostante i rischi di tale commistione siano noti per quanto già accaduto al Mazzini di Teramo) occorrerà adeguare tutti i locali della struttura alle previsioni di legge, senza permettere che, in caso di una nuova ondata del virus, il personale e i pazienti si ritrovino nuovamente esposti a gravi rischi di contagio. Raccolgo infine le segnalazioni degli operatori turistici che faticosamente stanno cercando di ripartire ma brancolano nel buio: cosa devono fare se hanno casi sospetti tra i clienti? Possibile che nessuno sappia dare loro una risposta il primo di giugno?

Il Movimento 5 stelle e i cittadini tutti chiedono a gran voce che il Presidente Marsilio pensi al nostro Abruzzo, almeno fingesse di interessarsene, invece di fare l’avvocato delle cause perse per le altre Regioni.

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali

Info: http://www.movimento5stelleabruzzo.it/blog/ e https://www.ilmartino.it/2020/04/regione-abruzzo-la-ripartenza-per-marsilio/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone