Montelabbate, GdF sequestra discarica abusiva di 130 mila metri quadrati

discarica abusiva montelabbate

PESARO – 130 mila metri quadrati di rifiuti, anche speciali e pericolosi, sotterrati in un’area soggetta a vincolo ambientale e paesaggistico, nel comune di Montellabbate. La discarica abusiva è stata sequestrata in seguito ad una vasta operazione della Guardia di Finanza. Le indagini degli uomini della sezione navale di Ancona, sezione aerea di Rimini e della compagnia di Pesaro, sono cominciate nel novembre scorso e sono durate diversi mesi.

Le attività investigative si sono svolte sia da terra che dal cielo ed hanno permesso di individuare i responsabili, che agivano senza alcuna autorizzazione ambientale.

Si tratta dei due titolari di una società attiva nel settore dell’edilizia, che sono stati denunciati. La maggior parte dei rifiuti abbandonati abusivamente, era costituito da terre e rocce da scavo miste a scarti di demolizione, in parte affioranti dal terreno.

La zona in esame in origine doveva essere sottoposta a riqualifica ambientale, in particolare operazioni di riempimento e livellamento con terreno vegetale. Dal 2005 invece era diventata una discarica abusiva.

L’area è stata sottoposta a sequestro, mentre continuano gli accertamenti per quantificare i rifiuti abbandonati e per capire la natura di essi. Terminate le analisi, avverrà la bonifica.

Le indagini cercheranno di stabilire se ci sono anche altri soggetti coinvolti.