fbpx
Connect with us

Teramo

Pineto, Bandiera Verde 2019 per famiglie e bambini: tra le 142 località che hanno ottenuto il massimo riconoscimento in Calabria

Published

on

PINETO – Importante riconferma per Pineto che ottiene anche quest’anno la Bandiera Verde dei Pediatri, assegnata dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. La cerimonia di consegna è avvenuta ieri mattina, nel corso di un workshop che si è svolto a Praia a Mare in provincia di Cosenza al quale hanno partecipato anche le altre località balneari italiane insignite del riconoscimento, 142 nel complesso, 2 delle quali spagnole.

“Si tratta di una importante riconferma per la nostra città – ha commentato il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio da Praia a Mare – per noi è il quarto anno consecutivo e ne siamo orgogliosi e fieri, questo riconoscimento ha una ovvia ricaduta sul turismo di settore, legato alle famiglie con bambini e va a premiare anche gli sforzi dei tanti operatori privati di Pineto, dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano e della comunità tutta che ha molto a cuore il rispetto per l’ambiente e la qualità della vita”.

Le Bandiere Verdi, infatti, indicano le località balneari italiane più adatte ai bambini e a misura di famiglia, oltre che in base alla qualità della spiaggia, scelte con una indagine condotta grazie al contributo di 2550 pediatri europei. “Sono molte le famiglie che scelgono Pineto per le loro vacanze e certamente questo vessillo contribuisce ancor più a rafforzare questo target – ha aggiunto Verrocchio – il riconoscimento assegnato conferma anche che l’Amministrazione comunale e gli operatori turistici lavorano in stretto contatto per garantire standard di assoluta eccellenza. La Bandiera Verde è un riconoscimento prestigio che ci spinge a migliorare sempre di più l’offerta turistica per le famiglie, convinti che questo target sia quello più adatto per il nostro territorio. Pineto, inoltre, ha avuto la 16esima Bandiera Blu, Quattro Vele di Legambiente, quattro bike smile della FIAB per i comuni ciclabili. La nostra città si sta distinguendo in particolare nel settore della sostenibilità, questi riconoscimenti ci spronano ad alzare sempre di più l’asticella”.

In Abruzzo le bandiere verdi assegnate sono 10: a entrare nel circuito, Alba Adriatica e Ortona – Spiaggia dei Saraceni, riconferme per Giulianova, Montesilvano, Pescara, Roseto degli Abruzzi, Silvi Marina, Tortoreto, Vasto e, come detto, Pineto.

Abruzzo

Incidente con mezzo pesante tra S. Benedetto e Val Vibrata: A14 chiusa e riaperta dopo ore

Published

on

ASCOLI PICENO – Poco dopo le 16.30 di ieri, sulla A14 Bologna-Taranto è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Val Vibrata (Teramo) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), in direzione Bologna, a causa di un incidente fra un mezzo pesante e due autovetture, avvenuto all’altezza del km 315. Lo riferisce la società Autostrade.

Come riporta l’Ansa, non risultano persone ferite gravemente nell’incidente. Sul luogo dell’evento, erano tempestivamente intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione 7/o Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia, e il traffico è rmasto bloccato con la formazione di circa 4 km di coda in direzione Bologna e uscita obblitatorio Val Vibrata, da sud.

Il tratto A14 in questione, Val Vibrata-San Benedetto del Tronto è stato poi riaperto in serata. Sul luogo dell’evento, il traffico circola su una corsia in scambio di carreggiata e si registrano, in diminuzione, 4 km di coda in direzione Bologna e 1 km in direzione di Pescara.

Continue Reading

Teramo

Ruba un cellulare in spiaggia a Martinsicuro: denunciato “topo d’ombrellone”

Published

on

Ha individuato un ombrellone incustodito in uno chalet di Martinsicuro ed ha sgraffignato un cellulare che un turista aveva lasciato lì, ma gli altri bagnanti lo hanno visto ed hanno dato l’allarme. I carabinieri lo hanno individuato poco dopo in sella ad una bicicletta, rubata.

MARTINSICURO – I carabinieri hanno denunciato per tentato furto aggravato, ricettazione e inosservanza di foglio di via obbligatorio, un “topo d’ombrellone”, già noto per reati simili, che ha provato a rubare un cellulare, in spiaggia ma è stato scoperto. All’uomo, un campano di 42 anni residente in provincia di Ascoli, era stato già fatto divieto di avvicinarsi al comune di Martinsicuro per tre anni.

Ha rubato il cellulare ad un turista romano che aveva lasciato il telefonino sotto l’ombrellone che aveva affittato in uno chalet di Martinsicuro. L’uomo, dopo aver atteso che l’ombrellone fosse sguarnito, ha arraffato il cellulare, ma è stato notato da alcuni bagnanti nelle vicinanze, i quali hanno gridato, mettendolo in fuga, e dato l’allarme al 112.

I carabinieri di Martinsicuro, che durante la stagione turistica hanno intensificato i controlli, sono giunti immediatamente nei pressi della spiaggia ed hanno bloccato ed identificato il responsabile del tentato furto del cellulare. Questi era arrivato alla chalet in sella ad una bicicletta che mostrava il logo di un B&B di Alba Adriatica, impresso sul cestino. Questo fatto ha insospettito i militi, che in seguito ad un rapido controllo, hanno appurato che anche la bicicletta era stata rubata. Sia il telefono, che il mezzo, sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari. Il titolare della struttura ricettiva oltretutto, non si era ancora accorto che mancasse una bici tra quelle a disposizione del B&B.

Continue Reading

Abruzzo

Covid-19, la campagna di comunicazione della Asl di Teramo sulle cure domiciliari

Published

on

TERAMO – La Asl di Teramo ha avviato una campagna di comunicazione per informare i cittadini delle corrette procedure inerenti l’assistenza a domicilio dei positivi al Covid.

Negli ambulatori dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, nelle farmacie e nei distretti di base e poliambulatori della Asl dall’inizio di agosto vengono affissi manifesti che danno indicazioni chiare al paziente su cosa fare in caso si scopra positivo. I poster illustrano il modello organizzativo messo a punto un mese fa dalla Regione Abruzzo prendendo ispirazione da una sperimentazione avviata dalla Asl di Teramo subito dopo la chiusura delle Usca, avvenuta il 30 giugno.

Come riporta l’Ansa, un modello importante per evitare accessi impropri ai pronto soccorso degli ospedali, ricoveri non necessari e garantire le cure domiciliari ai pazienti asintomatici e con sintomi lievi. In sostanza il paziente dovrà rivolgersi al medico di medicina generale che valuterà il da farsi a seconda dell’entità dei sintomi. In caso ci sia bisogno di un approfondimento, ormai da un mese è stato istituito un numero unico in ciascuna Asl, attivo 24 ore, a disposizione dei medici di medicina generale e contattabile solo da loro.

A questo numero risponde un medico, che fornisce consulenza e attiva, se necessario, un percorso assistenziale ambulatoriale in strutture territoriali della Asl (in cui operano anche i medici ex Usca che hanno scelto di continuare l’attività, per la Asl di Teramo la struttura è nella Rsa di bivio Bellocchio) e in cui il paziente positivo esegue gli esami principali: ecografia polmonare, visita pneumologica, esami del sangue e dove è possibile eseguire anche le terapie con gli antivirali. Nelle giornate festive e prefestive ci si può rivolgere alla guardia medica che mette in contatto il paziente positivo con un team di medici dedicato.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.