fbpx
Connect with us

Teramo

Martinsicuro, tragedia in mare, annegato un turista

Pubblicato

il

MARTINSICURO – Giornata difficile quella di sabato 29 giugno, sulle spiagge del litorale teramano. A causa delle condizioni del mare, segnato da forte moto ondoso e potenti correnti sottomarine, gli addetti alla sicurezza balneare sono spesso stati impegnati in diverse operazioni di soccorso. Sebbene in molti casi siano andati a buon fine, in un’occasione niente hanno potuto i bagnini, per salvare la vita ad un uomo di 58 anni. A Martinsicuro infatti è purtroppo annegato un turista.

Il fatto è accaduto intorno alle 10 del mattino, sul tratto di spiaggia libera vicino allo stabilimento balneare “Massimo”. Molti degli attoniti testimoni presenti, hanno richiamato l’attenzione dei soccorsi, dopo aver notato un uomo in mare apparentemente inerme.

I bagnini hanno recuperato il corpo, lo hanno trasportato a riva ed hanno praticato le prime manovre di soccorso, in attesa del personale medico. Purtroppo però i loro sforzi, una volta giunti sul posto, si sono rivelati vani ed è così deceduto Abatiello Nicola, originario di Rotondella in provincia di Matera e residente a Pavullo in provincia di Milano. Oltre all’ambulanza del 118, sono intervenuti anche gli uomini della Guardia Costiera di Martinsicuro.

Non è ancora chiaro se l’incidente sia stato determinato da un malore, oppure da poca dimestichezza col nuoto in condizioni non favorevoli. La Procura ha disposto l’autopsia per risalire alla causa del decesso.

Certo, erano state issate le bandiere rosse, che sebbene non rappresentino un divieto, sconsigliano la balneazione, che rimane a discrezione dei bagnanti.

Non sono mancate nemmeno le polemiche, da parte di alcune persone presenti in spiaggia, circa il presunto ritardo dei soccorsi sanitari. Ipotesi che però ha trovato le prime smentite nelle preliminari ricostruzioni delle forze dell’ordine, intervenute immediatamente dopo la segnalazione. Una volta sul posto, hanno trovato il personale medico già intento a praticare il massaggio cardiaco. Manovra che purtroppo però non ha avuto un esito positivo.

Teramo

Teramo: tetto di un’abitazione in fiamme, intervento dei Vigili del Fuoco

Pubblicato

il

TERAMO – Stanotte, poco prima delle 23.40, una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Roseto degli Abruzzi, con un’autopompa e il supporto di un’altra squadra del Comando di Teramo, giunta sul posto con un’autopompa, un’autobotte e un’autoscala, è intervenuta in Via Piave a Notaresco, per l’incendio del tetto di un fabbricato di civile abitazione. I vigili del fuoco hanno raggiunto il tetto in legno dell’edificio a tre piani fuori terra ed hanno spento l’incendio, evitando la propagazione delle fiamme ai piani abitati.

Nei locali del sottotetto, in cui erano depositati arredi, suppellettili e materiali combustibili vari, si è sviluppato un notevole volume di fuoco che ha reso complesse le operazioni di spegnimento. I tre appartamenti posti ai piani terra, primo e secondo, pur non raggiunti dalle fiamme, sono stati evacuati e l’immobile è stato dichiarato non praticabile.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Notaresco e Castelnuovo Vomano, per le attività di propria competenza.

Continua a leggere

Abruzzo

Pericolo slavine: chiusa la Castelli-Rigopiano

Pubblicato

il

TERAMO – Dal primo dicembre e fino a nuova disposizione viene chiusa la Castelli-Rigopiano (provinciale 37). Un provvedimento che viene assunto durante il periodo invernale per il pericolo di slavine: si tratta di una strada di alta montagna inserita in un contesto orografico che presenta delle criticità da un punto di vista della sicurezza a causa delle frequenti bufere di neve. Gli sbalzi di temperatura possono creare slavine e distacchi soprattutto nelle zone di Rocce di S. Michele, Fosso Gravone e Grotte di S. Leonardo. E’ il caso di ricordare che l’intero tratto fino a Rigopiano nel territorio pescarese è interessato da un progetto Masterlpan di 6 milioni di euro pensato proprio per eliminare queste criticità. Il soggetto attuatore è la Provincia di Pescara.

Continua a leggere

Teramo

Boom di contagi a Colonnella: 60 positivi e scuole chiuse per 8 giorni

Pubblicato

il

COLONNELLA – Il sindaco di Colonnella, Biagio Massi, ha annunciato la chiusura delle scuole per 8 giorni, dato il numero elevato di contagi. Ben 60 cittadini sarebbero risultati positivi al Covid-19. A meno che non vi siano ulteriori proroghe, l’attività scolastica in presenza riprenderà il prossimo 7 dicembre.  

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy