fbpx
Connect with us

Spettacolo

Martinsicuro, la sfilata di moda “Luciana Soul” della stilista Pulcini

Published

il

Luciana Soul locandina

MARTINSICURO – Mercoledi, 17 Luglio, l’Associazione culturale Martinbook è stata lieta di presentare presso lo  Chalet La Rosa Blu di Martinsicuro la sfilata di moda di “Luciana Soul”. Direttamente da Londra e in edizione esclusiva, la rivoluzionaria stilista Luciana Pulcini ha presentato la sua nuova collezione che ha visto scendere in passerella ragazze uniche che hanno indossato vestiti unici e irripetibili.

Il consigliere Vilalba Cistola ha presentato l’intera serata anticipando un po’ la storia di questa giovane donna che dopo il diploma si è trasferita in Inghilterra in cerca di fortuna. Non l’ha trovata subito. Anzi è caduta nella trappola della scarsa autostima, del disorientamento causato dal distacco dalla famiglia e dalle proprie origini. Ma ce l’ha fatta grazie all’aiuto di una persona che l’ha sostenuta in questo suo difficile percorso. L’attenzione quindi è la spinta principale che può farci rialzare tutti da terra. La presentatrice ha sottolineato il fatto che Luciana, è stata in grado di reinventarsi grazie sì ad una sua abilità e passione ma soprattutto a quel senso di altruismo non malato, ma vero, che traspare dalla sua arte e dal suo modo di vivere nonostante le cadute. Si è anche parlato del rapporto con la nonna, quindi delle origini che in qualche modo hanno fatto parte del suo pensiero rigeneratore dando vita a questa sua moda alternativa, low cost, rappresentata da un nuovo modo di pensare gli abiti.

C’è stato l’intervento della nota attrice di teatro Sara Palladini che ha dato voce al pensiero della stilista raccontando in un breve monologo molto inteso il percorso della stessa motivata da un forte senso di responsabilità verso il rispetto di tutto ciò che ci circonda.  Sara racconta nella sua unicità interpretativa che il mondo va salvaguardato e che il problema dell’inquinamento è reale. Ci sono cose che tutti possiamo iniziare a fare insieme per contenere queste sostanze inquinanti che stanno uccidendo il nostro ambiente. Ogni anno infatti milioni di abiti finiscono nelle discariche e noi dobbiamo fare la differenza nel rispetto dell’ambiente.

La sfilata è stata veramente suggestiva. Le ragazze hanno indossato gli abiti di Luciana con lo spirito giusto, quello dell’attenzione ad ogni particolare, quello del rispetto verso il tessuto, quello della condivisione. Non è stata la solita sfilata di moda ma un andare incontro verso una nuova presa di coscienza nel rispetto di tutti. Le ragazze sono state eccezionali. Vanno menzionate perché non avendo mai sfilato hanno osannato gli abiti indossandoli con eleganza, semplicità e raffinatezza mettendone in evidenza quasi l’anima e la storia che c’è dietro ogni tessuto. Non è quindi tanto il costo di una stoffa che fa l’abito, ma la storia che lo rappresenta. 

Nella bella intervista che, dopo la sfilata, la stilista ha rilasciato alla giornalista Raffaella Milandri si è messo in evidenza ancor di più questo nuovo stile rivoluzionario. Per questo la storia di questa giovane donna sarà anche oggetto di un libro scritto da un’autrice di Martinsicuro, Olga Merli. La giornalista parla di una moda sostenibile che va contro il consumismo insensato e nocivo per l’ambiente. E in questa intervista si è accennato ancor di più alla brutta esperienza iniziale che l’ha vista finire nella strada ma che dalla strada stessa si è rialzata aiutata da una persona che si è presa cura di lei dandole non solo attenzione ma anche vestiti usati che Luciana ha iniziato a trasformare in qualcosa di innovativo. Le sue creazioni sono iniziate a piacere e da lì è nata l’idea di Luciana Soul.

Dopo l’intervista anche il presidente dell’Anffas, Danila Corsi, ha preso la parola ringraziando questa ragazza per aver scelto proprio lo chalet realizzato da Anffas che è nato con gli stessi propositi di cui vanta la sua arte. Non è stato scelto a caso ma per rispondere ad esigenze di persone con disabilità particolari e con difficoltà motorie.  Quindi l’impegno di questa giovane stilista si sposa perfettamente con il luogo che ha ospitato la sfilata, proprio per questa forma di attenzione verso la persona.  Son molti gli elementi in comune: il rispetto per il mondo, la lotta pacifica per combattere lo spreco e tempo da dedicare, attraverso la sua attività, anche alle persone che hanno bisogno di sostegno. Mi piace dare un titolo a questa serata ed è questo: “Il mondo in una mano”. La mano taglia, cuce, crea e ti rialza da terra.  

Un grazie vanno a tutti gli ospiti intervenuti: alla stilista Luciana Pulcini, a Vilalba Cistola, a Raffaella Milandri, a Sara Palladini, al tecnico delle luci e del suono Mimmo Iurlaro, ai responsabili dello chalet : La Rosa Blu” e a tutte le ragazze che hanno collaborato sfilando per una giusta causa e sono: Marta Viola, Laura Leone, Giorgia Di Biagio, Federica Francia, Cassandra Maurizi, Sofia Colantonio.

Spettacolo

Televisione: torna Teche Teche Tè

Da questa sera fino al 13 settembre

Published

il

Televisione: torna Teche Teche Tè.Dalla giornata di oggi giovedì 2 luglio fino al 13 settembre, alle 20.35, subito dopo il TG1 delle 20.00, ritorna il consueto appuntamento estivo con “Techetechetè”.
Nata nel 2012, la fortunata trasmissione di Rai1 già nel titolo fa riferimento al suo esclusivo campo d’azione, che è l’immenso patrimonio dell’archivio audiovisivo della Rai.
In particolare sceglie e realizza il montaggio di “scenette” dell’intrattenimento baciate dal successo e non solo, e riporta alla ribalta anche quelle chicche sfuggite all’attenzione che meritano.
In generale “Techetechetè” ricerca e ripropone brani e spezzoni che hanno fatto la storia della televisione e che vengono opportunamente montati in sequenze autonome da undici autori coordinati da Elisabetta Barduagni, la veterana del gruppo.
Le puntate raccontano, insieme all’evoluzione di vari generi, i costumi e le abitudini, dal primo bianco e nero all’HD.
In questa stagione Techetechetè vuole dare spazio anche agli sceneggiati che hanno appassionato il grande pubblico, le commedie musicali e le operette.
Ogni giorno della settimana sarà scandito da un argomento diverso.Televisione: torna Teche Teche Tè.
Il lunedì si parlerà degli Sceneggiati: da Sandokan, al Segno del comando, dal Giornalino di Giamburrasca a la Famiglia Benvenuti e tanti altri che meritano di essere ricordati.
Il martedì Sanremo Graffiti, tutto ciò che ruota intorno alla storia del festival di Sanremo.
Il mercoledì Viaggio in Italia, un percorso tra comici, cantanti e curiosità di ogni regione.
Il giovedì I Numeri Uno, spazio dedicato a grandi personaggi dello spettacolo.
Il venerdì Jukebox, appuntamento musicale di gruppi, cantanti e canzoni intramontabili.
Il sabato Il Varietà, con puntate dedicate a grandi registi televisivi: Antonello Falqui, Vito Molinari ed Enzo Trapani, oltre alle varie sfaccettature dei programmi del sabato sera.
La domenica I Temi: puntate per argomento come il telefono, l’automobile, le mamme, baci e schiaffi… 

La trasmissione torna dopo le puntate del sabato sera del periodo di lockdown, dove RAI1 programmava il meglio di alcuni show del passato. Principalmente erano appuntamenti musicali, di evasione, utili in un periodo come quello trascorso.

Per info: https://www.raiplay.it/programmi/techetechete

Continua a leggere

Ascoli Piceno

“La Milanesiana” in Ascoli: il programma

Tra gli ospiti il regista Pupi Avati e l’allenatore Arrigo Sacchi.

Published

il

Il regista Pupi Avati tra gli attori Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini (Il Cuore Grande delle Ragazze, 2011)

ASCOLI PICENO – Ripresa delle attività dopo due mesi di pandemia.

Nella città delle “cento torri” si comincia ad organizzare il programma per l’estate culturale 2020.

Cartellone estivo forzatamente ridimensionato ma sarà certa la presenza de “La Milanesiana”.

Il Festival diretto da Elisabetta Sgarbi (sorella di Vittorio) torna ad Ascoli Piceno per il quarto anno consecutivo dall’8 all’11 luglio.

L’apertura (mercoledì 8 luglio) sarà in Piazza del Popolo con lo spettacolo presenziato da Vittorio Sgarbi dedicato a Raffaello di cui ricorre il cinquecentesimo anno dalla sua morte. Prologo affidato allo storico dell’arte Nuccio Ordine accompagnato al pianoforte dal maestro Michele Sganga.

Giovedì 9 luglio, al Teatro Romano, interverranno gli allenatori Arrigo Sacchi e Carletto Mazzone.

Venerdì 10 luglio la prestigiosa presenza del regista Pupi Avati (oltre 50 film realizzati dal 1968, anno del suo primo “ciak”, ad oggi) che dialogherà con lo scrittore Ranieri Polese; sabato 11 luglio l’attore e cantante Mario Incudine, insieme ad Antonio Vasta, ripercorrerà la tradizione romantica delle serenate.

Continua a leggere

Abruzzo

“Fences”, il fashion film contro i pregiudizi diretto dal teramano Simone D’Angelo

Una riflessione sulla società contemporanea e un invito al cambiamento.
L’art director D’Angelo: “Mai fermarsi all’apparenza. È tempo di abbattere le barriere create dai facili giudizi”

Simona Borghese

Published

il

TERAMO – Parla di diversità e accettazione il fashion film “Fences”, ideato dal modello abruzzese Simone D’Angelo, direttore artistico del progetto.

Due minuti intensi e incisivi che propongono una riflessione sulla società contemporanea e sul fatto che spesso si tende a giudicare le persone solo dall’apparenza. Il video vuole lanciare un messaggio di rottura rispetto ai pregiudizi, invitando a riflettere e a cambiare atteggiamento.

«Fences – spiega Simone D’Angelo –  nasce dalla voglia di trasmettere un messaggio importante. Credo che non sia possibile che nel 2020 esistano ancora tanti luoghi comuni che determinano altrettanti pregiudizi». «Tutti devono avere le stesse possibilità di dimostrare chi sono e cosa sanno fare – aggiunge –  indipendentemente dall’aspetto esteriore».

Il fashion film racconta la storia di un ragazzo che soffre per la solitudine causata dall’emarginazione e che, ad un certo punto della sua vita, capisce di non essere solo, di non essere l’unico ad essere diverso, e fa della sua diversità una ricchezza. Questo gli permette di accettarsi ed essere accettato anche da chi, sbagliando, lo aveva emarginato.

Un invito ad essere se stessi e a non nascondere la propria identità, rompendo gli schemi dei facili giudizi: questo è l’intento di “Fences”, iniziativa che si ispira anche al percorso artistico e professionale del teramano D’Angelo impegnato nella moda dall’età di 16 anni, quando inizia a muovere i primi passi in concorsi e shooting a livello locale.  Oggi, ventisettenne, vive a Milano dove lavora come modello. Protagonista di prestigiose campagne di moda, Simone ha collaborato con noti personaggi del panorama artistico italiano, tra i quali Salmo, Francesca Monte ed Herbert Ballerina. Nel 2019 è stato uno dei protagonisti della campagna Ray-Ban, motivo per lui di grande soddisfazione.

«La moda è la mia passione più grande – commenta il modello – grazie alla quale ho avuto modo di visitate posti splendidi e trarre degli insegnamenti che oggi sono i punti di riferimento della mia vita. Uno dei  motivi per cui amo la moda è proprio perché in questo settore più sei diverso e più sei unico».

L’invito di Simone a non nascondere la propria identità, la propria diversità, è perfettamente visibile in “Fences”. Il videoclip, prodotto da Mad Light Creative, vede la collaborazione di Andrea Riva (videomaker), Leo Mel (voce narrante) Lee Hook (colonna sonora), Demba, Thiago Perri e Luca Maurino  (modelli protagonisti insieme a Simone D’Angelo), Stefano Guerrini ( visual consultancy).

«Sono una persona a cui piace prendere iniziativa – spiega ancora l’art director – non riesco a stare fermo, amo lanciarmi in nuovi progetti soprattutto quando rispecchiano il mio stile, proprio come questo. In ogni ambito bisogna avere voglia di fare altrimenti si rimane ancorati e non si va mai avanti. Il mio motto è ‘il carattere fa la differenza’ e spero che anche Fences faccia la sua differenza».

Il fashion film (visibile al link https://youtu.be/kBYjnwE59OQ ), che è stato diffuso dal magazine “Man in town” e su diversi canali web, ha già ricevuto diversi apprezzamenti positivi e si candida ad essere uno dei video dedicati all’abbattimento delle barriere create dal pregiudizio più cliccati del momento.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone