fbpx
Connect with us

Abruzzo

Torna ”Pineto in bici”, 100 biciclette noleggiabili in ben sette punti della città

Valentina Fagnani

Published

il

PINETO – Circa 100 biciclette noleggiabili in ben sette punti della città di Pineto, da Scerne alla Torre di Cerrano, grazie alla collaborazione di altrettante realtà del territorio che si sono messe in rete per migliorare il servizio. Questa, in sintesi, la formula dell’iniziativa “Pineto in Bici” che viene riproposta anche quest’anno dopo fortunata esperienza della passata stagione estiva. Il servizio, promosso dal Comune di Pineto, dall’AMP Torre del Cerrano e da Legambiente in collaborazione con la Pro Loco di Pineto, torna attivo dal 20 luglio 2019.

Una rete tra pubblico e privato per offrire una opportunità importante in tutela dell’ambiente e in favore della mobilità sostenibile. L’iniziativa consiste in un sistema di noleggio di biciclette a disposizione di residenti, turisti o pendolari che effettuano per varie necessità brevi spostamenti in città. Le biciclette messe a disposizione in parte sono di privati, in parte derivano dal progetto del 2016 “Biciclettica”, con il quale è stata realizzata anche la pista ciclabile Pineto-Borgo Santa Maria. La bici può essere noleggiata, per tutta l’Estate, da un minimo di un’ora, al costo di 2 euro, a massimo due settimane al costo di 35 euro.

Le sette stazioni di deposito e noleggio sono: – Scerne di Pineto (Fuori Luogo, Lungomare Sud); – Scerne di Pineto (Top Bike, Via Volturno Hapimag); – Villa Ardente (Balducci XXL, Largo Vecchio Frantoio); Villa Ardente (Top Bike, Via De Titta); – Pineto Centro (Centro Sportivo Gli Oleandri, Via Filiani); – Santa Maria a Valle (Distributore IP Hotel Columbia, Via Nazionale Sud); – Torre Cerrano (Zona Camping International, Via Nazionale Sud).

“Siamo molto felici di poter riproporre anche per l’estate 2019 – commenta l’assessora alla mobilità sostenibile del Comune di Pineto, Jessica Martella – l’iniziativa ‘Pineto in Bici’ frutto di una rinnovata rete nata dalla collaborazione tra il pubblico, le associazioni e i privati, con l’obiettivo di rispondere a una esigenza dei cittadini e dei turisti e migliorare la qualità della vita di tutti. La nostra cittadina si è sempre distinta per la mobilità dolce e nel nostro territorio a breve – grazie all’ultima tranche dei finanziamenti relativi al progetto “Bike to Coast” – completeremo tutti i tratti mancanti di pista ciclabile, in particolare il tratto lato pineta al confine con il territorio di Silvi. I circa 9 km della nostra fascia costiera, da Scerne a Torre del Cerrano, quindi saranno serviti interamente da una pista ciclabile. Ringrazio i referenti della Pro Loco, di Legambiente, dell’AMP Torre del Cerrano e tutti gli operatori che lavoreranno per garantire questo importante servizio per l’impegno e la fattiva collaborazione”.

Abruzzo

Terzo caso di Covid a Martinsicuro

Segnalato,anche in questo caso, dal Sindaco Vagnoni

Published

il

martinsicuro tommolini città attiva

Terzo caso di Covid a Martinsicuro in pochi giorni.


Ho ricevuto comunicazione da parte della ASL di Teramo di una persona risultata positiva e residente nel nostro Comune .
La persona si trova a casa .
Si tratta di un caso non collegato agli ultimi segnalati .
Sono state avviate le procedure di vigilanza per coloro che hanno avuto contatti diretti .
Buona serata .
Il Sindaco
Massimo Vagnoni

Questo il post del Primo Cittadino vibratiano su il nuovo caso di Covid-19 nel comune abruzzese.

Dopo il caso segnalato ieri https://www.ilmartino.it/2020/06/martinsicuro-nuovo-positivo-asintomatico-al-covid-19/ e quello di una decina di giorni fa circa, una situazione non ricollegata ai precedenti casi. Comunque una situazione sotto controllo che non deve preoccupare la popolazione martinsicurese. Invitiamo tutti a mantenere le distanze di sicurezza e di indossare le mascherine.

Info: http://www.comune.martinsicuro.te.it/hh/index.php

Continua a leggere

Abruzzo

Scuola Fase 3, divisori in plexiglass nelle aule. Aprea: ‘soluzione shock’

Carlo Di Natale

Published

il

ROMA – È una ‘Soluzione shock‘ secondo la pedagoga e attuale deputata di Forza Italia Valentina Aprea. Dichiarazione palesata durante il suo intervento alla camera per il voto finale sul Decreto Scuola, visto che dal prossimo settembre le scuole dovranno, con molta probabilità, installare nelle loro classi dei divisori in plexiglass.

Questo decreto – afferma Aprea – è arrivato in Aula alla  Camera alla vigilia dell’inizio del nuovo anno scolastico, alla  vigilia degli esami e non dà le risposte che le famiglie si sarebbero aspettate. La ministra Azzolina e il presidente Conte non possono  cavarsela con una conferenza stampa convocata in tutta fretta per  annunciare l’ennesima soluzione shock per la riapertura con i divisori in plexiglass nelle aule’.

‘La verità è che manca una road map – continua- mancano i finanziamenti: in questa situazione così inquietante la maggioranza ha però preferito occuparsi della gestione del personale scolastico precario, suscitando vere e proprie guerre tra tutte le categorie degli insegnanti e  incendiando così il mondo della scuola invece di tranquillizzarlo. Inoltre, gli unici due articoli veramente emergenziali del decreto,  sconcertano nelle loro disposizioni: si prevede una sola ora di  formazione per i docenti per la sicurezza post-Covid, mentre per  l’edilizia scolastica si rimanda ad accordi futuri. Settembre però è  già arrivato, e finanziamenti quanti sono e quando arriveranno?’

‘La ministra Azzolina – conclude l’onorevole – dovrebbe ricordare che nella  vita tre cose non tornano mai indietro: il tempo e lei ne ha perso tanto, le parole e ne ha sprecate molte, l’opportunità e lei per la  scuola ne ha fatte sparire in modo considerevole’.

Vedi anche: mascherine e vaccini.

Continua a leggere

Teramo

Martinsicuro, il 18enne è morto per edema polmonare celebrale

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

MARTINSICURO – Sembrano ormai stabilite le cause del decesso del 18enne di Martinsicuro, deceduto il 3 giugno nella propria abitazione.

L’esame autoptico, eseguito presso l’ospedale Mazzini di Teramo, parla di edema polmonare acuto. Per capire cosa abbia provocato l’edema polmonare probabilmente bisognerà aspettare gli esami tossicologici e istologici.

Ricordiamo che il corpo del ragazzo è stato rinvenuto privo di vita nel suo letto dai familiari. I sanitari del 118, giunti immediatamente sul posto, non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone