fbpx
Connect with us

Sport

Villa Rosa, il torneo di Calcio A5 riparte nel segno di Salvatore D’Ardia

Avatar

Published

il

Salvatore D'Ardia Calcio A5

MARTINSICURO – Ieri sera, lunedì 15 luglio, è ripartito il Torneo di Calcio A5 Oasi Club a Villa Rosa. Era stato interrotto dopo la tragedia avvenuta in campo proprio durante una partita della rassegna sportiva, la morte di Salvatore D’Ardia. Gianmarco Ilardi, gestore dell’impianto sportivo ed organizzatore della manifestazione, nonché amico di “Sasà”, era intenzionato ad annullare tutto. Sono stati i genitori di Salvatore ad insistere e a convincerlo ad andare avanti.

Il calcetto era la grande passione di Salvatore D’Ardia, che quella sera, come tante altre, si era scapicollato al campo per giocare. Proprio per questo motivo i genitori hanno chiesto di continuare con la manifestazione. Per ricordare quel ragazzo solare, tanto amato in paese, che adorava lo sport.

Pertanto il torneo è ripartito, non per mancanza di rispetto verso i famigliari della vittima, ma proprio per rispettarne il volere ed onorare la memoria di “Sasà”. Durante le partite dell’ultimo turno di qualificazione verrà osservato un minuto di silenzio.

Abruzzo

Abruzzo, Sport, Liris: anche quest’anno l’Abruzzo protagonista al Giro d’Italia di ciclismo

Luigi Tommolini

Published

il

“È stata presentata l’edizione 104 del Giro d’Italia che percorrerà lo stivale in 21 tappe dall’8 al 30 maggio 2021, tornando in Abruzzo in quattro città: Notaresco, Castel di Sangro, Rocca di Cambio (Campo Felice) e L’Aquila. Una bellissima giornata, una grande soddisfazione per tutta la nostra regione: l’Abruzzo si veste di rosa, da protagonista. La partecipazione di quattro città d’Abruzzo al Giro è una eccezionale risposta che la Regione ha dato al suo territorio”, dice Guido Quintino Liris, l’assessore allo Sport della Regione Abruzzo. L’Abruzzo è una Regione che si misura con i grandi eventi, con il coraggio di chi non si ferma di fronte alle difficoltà, pur mantenendo alto il livello di sicurezza richiesto dalle prescrizioni anti-Covid. I nostri territori tornano protagonisti dell’evento di ciclismo più importante della Nazione con il sostegno e la condivisione del progetto del “Giro d’Italia Abruzzo” da parte della Regione.- conclude l’assessore.

La prima tappa abruzzese prevista per il 14 maggio, la 7^ del Giro, partirà dal borgo medievale di Notaresco alla volta di Termoli per 178 km di lunghezza. Una tappa interessante per i velocisti.  La 9^ tappa, il 16 maggio, si svolgerà completamente in Abruzzo, per 160 km, con partenza da Castel di Sangro e arrivo a Rocca di Cambio – Campo Felice. Un percorso all’interno delle meraviglie dei Parchi, arricchito da tre Gran Premi della montagna, prima dell’ascesa finale per un 1,3 km sullo sterrato della stazione sciistica di Campo Felice, con l’arrivo sulla pista dello Scorpione. Questa tappa totalizza 3.500 metri complessivi di dislivello.  La 10^ tappa del Giro partirà dall’Aquila in direzione Foligno, per la frazione più corta di questa edizione con un percorso di 140 km. Il capoluogo torna a ospitare la carovana rosa nello stesso giorno, il 17 maggio, in cui nel 2019 accolse l’arrivo del Giro d’Italia. L’Abruzzo torna a tingersi di rosa come augurio per il superamento del difficile momento sanitario, grazie all’impegno congiunto delle amministrazioni locali, con il coraggio dei sindaci, e il deciso sostegno della Regione Abruzzo alla complessa macchina organizzativa.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Cronaca Sportiva

Serie C: Arezzo-Matelica 2-0

Luigi Tommolini

Published

il

CAMPIONATO SERIE C, GIRONE “B”
XXVI^ GIORNATA

AREZZO – MATELICA 2-0

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 15 Maggioni (35’ st 37 Serrotti), 3 Cherubin (9’ st 16 Luciani), 5 Sbraga, 19 Pinna; 46 Altobelli, 31 Di Paolantonio (35’ st 36 Karkalis), 44 Iacoponi; 4 Arini, 24 Piu, 27 Perez (18’ st 8 Carletti). A disposizione: 13 Melgrati, 6 Soumah, 10 Cutolo, 11 Cerci, 25 Sussi, 26 Ventola, 29 Koor, 35 Zitelli. Allenatore Roberto Stellone.
MATELICA (4-3-3): 28 Vitali, 14 Tofanari, 9 Zigrossi, 4 De Santis, 3 Di Renzo (31’ st 27 Maurizii); 19 Calcagni (11’ st 11 Balestero), 8 Pizzutelli; 5 Bordo, 7 Volpicelli (31’ st 21 Peroni), 17 Moretti (21’ st 29 Alberti), 23 Franchi (11’ st 10 Leonetti). A disposizione: 1 Cardinali, 2 Fracassini, 26 Ruani. Allenatore Gianluca Colavitto.
ARBITRO: Sig. Eduart Pashuku della sezione di Albano Laziale.
ASSISTENTI: Sig.ri Amedeo Fine della sezione di Battipaglia e Michele Collavo della sezione di Treviso.
QUARTO UOMO: Sig. Michele Delrio della sezione di Reggio Emilia.
RETI: 13’ pt Altobelli, 2’ st Iacoponi.
NOTE: gara a porte chiuse; prima del fischio d’inizio osservato un minuti di raccoglimento in memoria di Mauro Bellugi; ospiti in divisa bianca con riporti rossi, pantaloncini e calzettoni bianchi e portiere verde; locali in divisa azzurra, pantaloncini e calzettoni neri e portiere amaranto; corner 1-7; ammoniti Zigrossi, Altobelli, Calcagni, Cherubin, Perez e Pinna; recupero 0’ pt, 4’ st.

AREZZO – Il Matelica esce sconfitto dal Città di Arezzo, dove il Cavallino affamato di punti all’ultimo posto in classifica porta a casa la seconda vittoria della propria stagione e supera per 2-0 la truppa di mister Colavitto (l’unica vittoria dei padroni di casa in precedenza, con l’Imolese, era datata 28 novembre).
Aveva ragione il tecnico campano alla vigilia, quando aveva ammonito i suoi ragazzi sulla difficoltà della contesa e sul fatto che l’Arezzo fosse tutto fuorché il classico e arrendevole fanalino di coda.
Entrambe provate dalla fatica dei tanti impegni ravvicinati e dal recente turno infrasettimanale (biancorossi reduci dal pari a reti inviolate con il Mantova, amaranto dalla sconfitta nella tana della capolista Padova e dal rocambolesco 3-3 con il Carpi), le formazioni presentavano diversi avvicendamenti rispetto agli undici schierati qualche giorno fa. Mister Stellone, alle prese anche con numerosi infortuni nonostante la rosa extra-large, recuperava l’ex Virtus Francavilla Perez e Cherubin, messi dentro dal primo minuto, portandosi in panchina l’uomo del pari dell’andata Cutolo (risentimento muscolare) e Carletti, tenuti ai box nell’ultimo turno.
Ancora assente Mbaye, Mister Colavitto confermava invece Vitali tra i pali, in difesa ricomponeva la coppia Zigrossi-De Santis, in mediana, concesso un turno di riposo a Balestrero, si rivedevano dal primo minuto Pizzutelli in posizione centrale con Bordo e Calcagni ai lati, in attacco Franchi avvicendava Leonetti.
Gara aperta nella prima frazione, in cui erano i biancorossi ospiti a farsi preferire e a tenere il pallino del gioco, purtroppo prontamente puniti alla prima occasione concessa. Una discesa sulla destra intorno al quarto d’ora trovava infatti Altobelli indisturbato nel cuore dell’area di rigore con l’ex Catanzaro che realizzava una sorta di rigore in movimento che valeva il vantaggio per i locali.
La risposta marchigiana passava per le sempre temibili incursioni di Calcagni e Moretti, fermati spesso anche senza troppo badare al galateo, i piazzati di Volpicelli ed i tentativi di Pizzutelli da fuori, senza fortuna. L’Arezzo invece in un paio di occasioni sfiorava il raddoppio in contropiede.
Raddoppio locale solo ritardato e che invece arrivava dopo un paio di giri di lancette nella ripresa con Iacoponi che, dopo un grande slalom, era lesto a mettere in ghiacciaia il match e a smorzare sul nascere tutte le velleità ospiti.
Colavitto provava a mescolare le carte e gettava nella mischia Leonetti, Alberti e Balestero, ma era sempre il numero 7 campano il più pericoloso dei suoi, con un paio di conclusioni a fil di palo. Il Matelica continuava comunque a tentare di accorciare il passivo, ma, complice anche la temperatura abbastanza elevata per il periodo, progressivamente venivano meno energie e lucidità e l’Arezzo sfiorava il tris con una traversa piena.
La palla per riaprire il match capitava sui piedi del numero 10 biancorosso intorno alla mezz’ora, ma la mira non era quella dei giorni migliori. Nei minuti finali c’era spazio anche Peroni e Maurizii nelle fila ospiti, ma il risultato non cambiava più.
Sabato prossimo il Matelica sarà di nuovo in campo a Macerata: in anticipo di 24 ore rispetto a quanto previsto dal calendario, i biancorossi scenderanno in campo alle ore 15:00 contro la VirtusVecomp Verona.

La cronaca

Prima frazione
2’ pt corner Matelica, Zigrossi si trova senza maglietta, fischiato fallo in attacco
5’ pt bordata da fuori di Pizzutelli
7’ pt staffilata di Volpicelli
13’ pt GOL!! Al primo affondo passa l’Arezzo: palla lavorata sulla destra e rigore in movimento per Altobelli che dal cuore dell’area fulmina Vitali
24’ pt buon pallone di Calcagni per Moretti, stop difettoso e azione che sfuma
26’ pt pericolosa ripartenza Arezzo orchestrata da Iacoponi
27’ pt Volpicelli-Tofanari- Calcagni, testa a lato
35’ pt punizione Volpicelli dalla destra, allontana con i pugni Sala

Seconda frazione
2’ st GOL!! la squadra di Stellone trova subito il raddoppio
9’ st staffilata di Volpicelli che fa la barba al palo
14’ st schema da corner, Volpicelli alto
27’ st traversa per l’Arezzo, sul tap in è pronto Vitali
31’ st mira sbagliata dal limite per Leonetti
45’ st mischia in area di casa, nessuno approfitta

Foto: Giulio Cirinei (Arezzo Calcio)


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli, lutto: è morta la mamma di Andrea Sottil

Avatar

Published

il

Gravissimo lutto per Mister Sottil: è morta oggi mamma Olga.

Un gravissimo lutto ha sconvolto la giornata odierna dell’Ascoli Calcio: è scomparsa a Torino, all’età di settant’anni, la mamma del tecnico dell’Ascoli Calcio Andrea Sottil, la Signora Olga, che da anni combatteva contro una malattia che non le ha lasciato scampo.

Il Patron Massimo Pulcinelli, il Presidente Neri, l’intero management societario, il CdA, i dipendenti e collaboratori del Club, i calciatori e tutto lo staff tecnico, medico e fisioterapico esprimono profondo cordoglio alla Famiglia Sottil e si stringono con un forte abbraccio al proprio allenatore in questo terribile momento.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy