Crisi in Regione Abruzzo, le parole di Legnini

Maggioranza in crisi e allo sbando

Giovanni Legnini

Il Consigliere Regionale e candidato per le liste di Centro-Sinistra Giovanni Legnini ha così commentato,nella giornata di oggi, via social , la crisi interna alla maggioranza della Giunta della Regione Abruzzo.

Maggioranza in #crisi e allo #sbando. L’#Abruzzo è senza guida.

La crisi della maggioranza è grave e conclamata. Dopo solo sei mesi dalle elezioni regionali e cinque dall’insediamento, la Giunta Marsilio non soltanto non ha adottato alcun provvedimento utile per gli abruzzesi, ma mostra già di essere allo #sbando, senza guida, assente ed inefficace sui grandi temi e sulle urgenze dell’economia e della comunità regionale. La levata di scudi della Lega, oltre a ricordare al Presidente Marsilio e alla maggioranza chi “comanda” in Regione, certifica l’#inconsistenza e l’#inconcludenza della compagine di Governo, sottolineando sempre di più la lontananza del Presidente Marsilio dai problemi degli abruzzesi e persino dai suoi alleati. L’unica preoccupazione emersa finora sembra essere quella di fare incetta di #poltrone, con spartizioni vergognose e senza precedenti, annotate su pizzini, trattative paralizzanti e violazione delle procedure. Nel frattempo le #urgenze della nostra regione attendono invano risposte che non arrivano: la #ricostruzione post sisma continua ad essere bloccata, sul lavoro e sulle crisi aziendali c’è latitanza, nessun cantiere infrastrutturale è partito benché le risorse siano disponibili e consistenti, l’aumento insopportabile delle tariffe autostradali non trova copertura finanziaria, il piano di riordino della rete ospedaliera è in alto mare e la minaccia dell’autonomia differenziata rischia di impoverire ancora di più la nostra regione. Li #incalzeremo su tutto per evitare il caos, come abbiamo già fatto in questi mesi sui dossier più importanti, sulle poche e pasticciate leggi regionali e sulle grandi emergenze della nostra regione che per il centrodestra sono state solo oggetto di propaganda elettorale prima del voto.