fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Fano-Samb, tutti i precedenti. Tabelle, Curiosità

Luigi Tommolini

Published

il

Diciassette sono gli incontri ufficiali disputati in casa granata, 14 in campionato e 3 in Coppa Italia, oltre ad uno spareggio per la promozione in Seconda Divisione disputato in campo neutro ad Ancona il 30 giugno 1929, vinto 2-0 dalla Samb (reti di “Osvaldino” Taffoni e Tommaso “Massì” Marchegiani) la quale, poi, rinuncia a salire di categoria.

Il primissimo incontro si disputa a Fano nel giorno dell’Epifania del 1929, ricordato come l’anno più freddo e più rigido d’Europa e nelle nostre zone chiamato “l’anno del nevone”: la Samb esce sconfitta per 0-2.

Quella del 28 febbraio 1932, prima gara rossoblù giocata al “Borgo Metauro” attuale “Raffaele Mancini” risulta essere la sfida più ricca di gol, 4-4.

L’anno successivo, nel marzo 1933, è di nuovo pareggio, 2-2 e per la Samb realizza una doppietta Ciarapica.

Sconfitta rossoblù, 1-3, nella prima di campionato il 24 settembre 1933 che precede altre due vittorie dell’Alma, 1-0 il 13 novembre 1938 e 5-1 il 17 dicembre dell’anno successivo.

Un anno dopo la fine del secondo conflitto mondiale, la Samb finalmente conquista la prima vittoria in terra fanese.

E’ il 3 febbraio 1946 e i rossoblù di Paolo Colli, Serafino “Safì” Capralini e Sirio Santi battono l’Alma 4-2 grazie alle reti di Palestini, Marcello Flammini e alla doppietta del “Piola delle Marche”, “cuccì” Gigi Traini.

Un anno e mezzo dopo, il “bomber” sambenedettese verrà acquistato dall’Alessandria in serie A.

Rossoblù e granata si ritrovano dopo ben 45 anni, esattamente il 24 novembre 1991, in serie C1: il “Mancini” è un acquitrino, al limite della praticabilità e la Samb di Giorgio Rumignani impatta 0-0.

I rossoblù, poi, perdono 0-1 i due successivi scontri di campionato, giocati entrambi in serie D: quello del 21 aprile 2000 con un manipolo di giovani e con Bronzetti in panchina a pochi mesi dall’avvento di patron Gaucci e quello dell’ 8 febbraio 2015 quando la “molliccia” Samb di Silvio Paolucci, ridotta in dieci, subisce la rete del KO dal “solito” Andrea Sivilla a metà del secondo tempo.

Dopo questa sconfitta i rossoblù restarono imbattuti in trasferta per ben 27 gare (1 anno, 8 mesi e 14 giorni d’imbattibilità esterna conclusasi il 22 ottobre 2016 a Bassano del Grappa, 3-4).

L’11 ottobre 2015, 7a giornata di andata del torneo di serie D, la Samb (allenata da Loris Beoni) espugna il “Mancini” dopo quasi 70 anni dal primo successo in terra fanese; ancora una volta mette a segno 4 reti (4pt Mario Barone, 6st Davide Salvatori, 10st Mario Titone, 19st rigore Mario Barone) e ne subisce una, quella del momentaneo pareggio realizzato su calcio di rigore da Andrea Sivilla nei minuti di recupero del primo tempo.

I rossoblù espugnano di nuovo Fano nella stagione successiva in Lega Pro, 2-1. E’ il 5 febbraio 2017 e già dopo 13 minuti la Samb è in doppio vantaggio grazie alle reti di Leo Mancuso (12° gol stagionale) e dell’attaccante nigeriano Kolawole Agodirin, al suo esordio dopo l’acquisto nella sessione invernale del calcio-mercato. A nulla servirà un dubbio calcio di rigore trasformato dal granata Germinale: un super Pegorin, un palo clamoroso e un erroraccio sottoporta dell’ex Fioretti consegneranno alla storia il terzo e ultimo successo della Samb a Fano.

Poi due pareggi, entrambi 1-1: il 18 marzo 2018 in una gara tiratissima, sotto la pioggia e molto maschia. Non mancano le emozioni. Il risultato finale si concretizza nella ripresa. Al gol di Giordano Fioretti dopo 5 minuti, risponde per la Samb di Eziolino Capuano Luca Gelonese, ad un quarto d’ora dal termine;

sette mesi dopo, il 21 ottobre, in una giornata di forte vento e pioggia, i rossoblù di mister Giorgio Roselli (espulso ad un quarto d’ora dalla fine) subiscono dopo soli 3 minuti la rete di Acquadro. La Samb subisce il gioco avversario ma, al 27° della ripresa pareggia grazie alla rete di testa di Stanco che corregge un calcio di punizione tirato da Ilari.

Tre precedenti in Coppa Italia: una sconfitta 0-1 ed eliminazione negli Ottavi nel febbraio 1981 con Nedo Sonetti in panchina; un pareggio 1-1 e qualificazione agli Ottavi nel dicembre 1989 con il compianto Bruno Pace allenatore; un’altra sconfitta 0-3 ed eliminazione in gara “secca” nell’agosto 2014 con Andrea Mosconi in “panca”.

Luigi Tommolini



ARTICOLI CORRELATI

Samb, a Fano è già invasione

Ancona

Un solo decesso da Covid secondo il Gores: aveva 60 anni

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – L’aggiornamento delle ore 18 del Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria di lunedì 25 maggio 2020.

Il Gores ufficializza un solo decesso da Covid-19 avvenuto nel territorio marchigiano (la 60enne non aveva patologie pregresse): le vittime salgono a 996, 594 uomini e 402 donne.

Dati del 24  maggio.

Continua a leggere

Ancona

25 maggio, Fase 2, Marche: la percentuale dei nuovi contagi

Situazione in tempo reale: ore 9 di lunedì 25 maggio.

Luigi Tommolini

Published

il

Due (2, ieri 13) i nuovi contagiati su 398 (ieri 717) test effettuati.

E’ questo il risultato reso noto dal GORES (Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie) questa mattina alle ore 9.

Dunque, la percentuale dei nuovi contagi rilevati è dello 0,50% (ieri 1,81%).


Dati Ufficiali GORES ore 9 del 25 maggio (Clicca Qui)


Fonte: Regione Marche

Continua a leggere

Ancona

Gores – 24 maggio -: un solo decesso da Covid nelle ultime 24 ore. Salgono a 995

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – L’aggiornamento delle ore 18 del Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria di domenica 24 maggio 2020.

Il Gores ufficializza un solo decesso da Covid-19 avvenuto nel territorio marchigiano (aveva patologie pregresse): le vittime salgono a 995, 594 uomini e 401 donne.

Dati del 23 maggio.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone