Fano-Samb, tutti i precedenti. Tabelle, Curiosità

C'è anche un precedente (nel 1933) la 1a giornata.

Fano Samb Foto Matteo Bianchini

Diciassette sono gli incontri ufficiali disputati in casa granata, 14 in campionato e 3 in Coppa Italia, oltre ad uno spareggio per la promozione in Seconda Divisione disputato in campo neutro ad Ancona il 30 giugno 1929, vinto 2-0 dalla Samb (reti di “Osvaldino” Taffoni e Tommaso “Massì” Marchegiani) la quale, poi, rinuncia a salire di categoria.

Il primissimo incontro si disputa a Fano nel giorno dell’Epifania del 1929, ricordato come l’anno più freddo e più rigido d’Europa e nelle nostre zone chiamato “l’anno del nevone”: la Samb esce sconfitta per 0-2.

Quella del 28 febbraio 1932, prima gara rossoblù giocata al “Borgo Metauro” attuale “Raffaele Mancini” risulta essere la sfida più ricca di gol, 4-4.

L’anno successivo, nel marzo 1933, è di nuovo pareggio, 2-2 e per la Samb realizza una doppietta Ciarapica.

Sconfitta rossoblù, 1-3, nella prima di campionato il 24 settembre 1933 che precede altre due vittorie dell’Alma, 1-0 il 13 novembre 1938 e 5-1 il 17 dicembre dell’anno successivo.

Un anno dopo la fine del secondo conflitto mondiale, la Samb finalmente conquista la prima vittoria in terra fanese.

E’ il 3 febbraio 1946 e i rossoblù di Paolo Colli, Serafino “Safì” Capralini e Sirio Santi battono l’Alma 4-2 grazie alle reti di Palestini, Marcello Flammini e alla doppietta del “Piola delle Marche”, “cuccì” Gigi Traini.

Un anno e mezzo dopo, il “bomber” sambenedettese verrà acquistato dall’Alessandria in serie A.

Rossoblù e granata si ritrovano dopo ben 45 anni, esattamente il 24 novembre 1991, in serie C1: il “Mancini” è un acquitrino, al limite della praticabilità e la Samb di Giorgio Rumignani impatta 0-0.

I rossoblù, poi, perdono 0-1 i due successivi scontri di campionato, giocati entrambi in serie D: quello del 21 aprile 2000 con un manipolo di giovani e con Bronzetti in panchina a pochi mesi dall’avvento di patron Gaucci e quello dell’ 8 febbraio 2015 quando la “molliccia” Samb di Silvio Paolucci, ridotta in dieci, subisce la rete del KO dal “solito” Andrea Sivilla a metà del secondo tempo.

Dopo questa sconfitta i rossoblù restarono imbattuti in trasferta per ben 27 gare (1 anno, 8 mesi e 14 giorni d’imbattibilità esterna conclusasi il 22 ottobre 2016 a Bassano del Grappa, 3-4).

L’11 ottobre 2015, 7a giornata di andata del torneo di serie D, la Samb (allenata da Loris Beoni) espugna il “Mancini” dopo quasi 70 anni dal primo successo in terra fanese; ancora una volta mette a segno 4 reti (4pt Mario Barone, 6st Davide Salvatori, 10st Mario Titone, 19st rigore Mario Barone) e ne subisce una, quella del momentaneo pareggio realizzato su calcio di rigore da Andrea Sivilla nei minuti di recupero del primo tempo.

I rossoblù espugnano di nuovo Fano nella stagione successiva in Lega Pro, 2-1. E’ il 5 febbraio 2017 e già dopo 13 minuti la Samb è in doppio vantaggio grazie alle reti di Leo Mancuso (12° gol stagionale) e dell’attaccante nigeriano Kolawole Agodirin, al suo esordio dopo l’acquisto nella sessione invernale del calcio-mercato. A nulla servirà un dubbio calcio di rigore trasformato dal granata Germinale: un super Pegorin, un palo clamoroso e un erroraccio sottoporta dell’ex Fioretti consegneranno alla storia il terzo e ultimo successo della Samb a Fano.

Poi due pareggi, entrambi 1-1: il 18 marzo 2018 in una gara tiratissima, sotto la pioggia e molto maschia. Non mancano le emozioni. Il risultato finale si concretizza nella ripresa. Al gol di Giordano Fioretti dopo 5 minuti, risponde per la Samb di Eziolino Capuano Luca Gelonese, ad un quarto d’ora dal termine;

sette mesi dopo, il 21 ottobre, in una giornata di forte vento e pioggia, i rossoblù di mister Giorgio Roselli (espulso ad un quarto d’ora dalla fine) subiscono dopo soli 3 minuti la rete di Acquadro. La Samb subisce il gioco avversario ma, al 27° della ripresa pareggia grazie alla rete di testa di Stanco che corregge un calcio di punizione tirato da Ilari.

Tre precedenti in Coppa Italia: una sconfitta 0-1 ed eliminazione negli Ottavi nel febbraio 1981 con Nedo Sonetti in panchina; un pareggio 1-1 e qualificazione agli Ottavi nel dicembre 1989 con il compianto Bruno Pace allenatore; un’altra sconfitta 0-3 ed eliminazione in gara “secca” nell’agosto 2014 con Andrea Mosconi in “panca”.

Luigi Tommolini



ARTICOLI CORRELATI

Samb, a Fano è già invasione