Meraviglioso Abruzzo: la Cattedrale di Atri è una delle sette chiese al mondo ad avere una Porta Santa. Oggi l’apertura solenne fino al 22 agosto

La porta, immagine di Cristo, è luogo di transito verso il bene. La porta giubilare è Cristo stesso che introduce nella città celeste, che perdona le colpe e rimette le pene. Nell'Antico Testamento il profeta Ezechiele afferma che la porta è il luogo attraverso il quale l'uomo passa per incontrare Dio

Fotografia: Gian Battista

ATRI – La basilica di Santa Maria Assunta (in dialetto la cattdral) è la concattedrale della diocesi di Teramo-Atri e il duomo di Atri, trimillenaria città d’arte dell’Abruzzo adriatico, a pochi chilometri da Pescara, oltre che essere uno dei monumenti-simbolo dell’Abruzzo. È monumento nazionale dal 1899.[ Il 30 giugno 1985 è stato visitato da Giovanni Paolo II.

La porta santa è quella porta di una basilica che viene murata per essere aperta solo in occasione di un giubileo. La prima indicazione di una porta santa giubilare risale al 1423: si trattava di una soglia in San Giovanni in Laterano. Si hanno notizie certe del rito di apertura della porta santa della basilica di San Pietro a partire dal 1500 con il papa Alessandro VI.

Hanno una porta santa le quattro basiliche papali di Roma: la basilica di San Pietro in Vaticano (opera dello scultore Vico Consorti, fusa a Firenze dalla Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli), San Giovanni in Laterano (opera dello scultore Floriano Bodini), San Paolo fuori le mura (qui l’autore della porta santa fu Antonio Maraini), e Santa Maria Maggiore (opera dello scultore bolognese Luigi Enzo Mattei, unico vivente tra gli artisti autori di queste porte).

Anche varie chiese tradizionalmente meta di pellegrinaggi hanno porte sante concesse dal papa attraverso cui è possibile ricevere l’indulgenza plenaria: ad esempio la cattedrale di Santiago di Compostela o anche la basilica di Santa Maria di Collemaggio all’Aquila, la cattedrale di Atri e la basilica-cattedrale di Notre-Dame de Québec, in cui annualmente avvengono celebrazioni simili a quelle del giubileo papale.

Oggi alle ore 18.00 verrà solennemente aperta per poi essere chiusa 8 giorni dopo, il 22 agosto, sempre alla presenza del Vescovo.