Il Centro clinico NeMo per le malattie neuromuscolari è realtà

Firmata l'intesa per l'operatività dal 2020. Ceriscioli: 'Un servizio per tutto l'Adriatico'. Le associazioni dei malati: 'Nelle Marche l'isola c'è!'

Regione Marche, Centro clinico NeMo per le malattie neuromuscolari. Firmato l'accordo (Il Martino - ilmartino.it -)

ANCONA – L’avvio del progetto NeMo è un traguardo importante per i pazienti marchigiani e della costa adriatica. Avranno finalmente a disposizione una struttura di eccellenza per le malattie neuromuscolari, dove saranno al centro di un percorso di cura dedicato per migliorare la loro qualità di vita’.

È la sintesi della giornata di presentazione del nuovo Centro clinico ‘NeMo’ di Ancona, frutto della collaborazione tra Regione Marche, Azienda ospedaliera universitaria Ospedali Riuniti del capoluogo e lo stesso Centro. NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) ha quattro sedi sul territorio nazionale: Milano, Roma, Messina e Arenzano (Genova), gestiti dalla Fondazione Serena Onlus (nata nel 2007 dal sodalizio anche con la Fondazione Telethon e l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare).

Presso l’Auditorium ‘Sandro Totti’ dell’Azienda ospedaliera, il presidente Luca Ceriscioli ha portato il saluto della Regione, nel corso di una cerimonia che ha visto la partecipazione dei rappresentanti degli enti coinvolti, la testimonianza delle associazioni e la firma di un protocollo operativo tra l’Azienda ospedaliera e la Fondazione Serena Onlus.

Il Centro di Ancona – si legge nel comunicato della Regione – verrà realizzato al quinto piano, corpo C di Torrette (quello delle neuroscienze): entro febbraio 2020 verranno liberati e consegnati i locali, mentre inizia subito il complesso percorso amministrativo per l’accreditamento (autorizzazione) delle attività multidisciplinari previste, con dodici posti letto per il ricovero ordinario e due per il day hospital.

Immagine: Luca Ceriscioli (Il Martino - ilmartino.it -)
Luca Ceriscioli

‘Offriamo un servizio a tutto l’Adriatico – dichiara Ceriscioli Sta nella vocazione degli Ospedali riuniti di Torrette la capacità di ricoprire non solo la funzione di ospedale regionale, ma di guardare oltre le Marche. La struttura che presto partirà è la dimostrazione concreta di come l’obiettivo della sanità sia quello di mettere al centro il paziente e la persona. Un percorso complicato che oggi trova concretezza con NeMo. La forza di questo progetto è che riesce a integrare tutti gli aspetti clinici necessari, dando una risposta di grandissima qualità su malattie importanti e di complessa gestione. È un servizio che guarda in maniera integrale alle persone e risponde pienamente al nostro desiderio di offrire il massimo a chi ha più necessità’.

I rappresentai delle varie associazioni di malati hanno salutato la firma con soddisfazione: ‘Stiamo offrendo vita a molte persone. Diamo un senso alla parola speranza attraverso la ricerca’. Una mamma ha sottolineato che ‘nella Marche l’isola c’è!‘.

La necessità di un Centro Clinico NeMo ad Ancona è sentita da molto tempo.