fbpx
Connect with us

Chieti

Controlli dei Nas nel pescarese e nel chietino: bar chiuso e sanzioni

Published

il

controlli dei nas sanzioni

PESCARA – Il resoconto non è positivo, dopo i controlli dei Nas nel pescarese e nel chietino, eseguiti in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico. I Carabinieri del nucleo di Pescara hanno controllato bar ed esercizi di ristorazione veloce siti nei pressi delle scuole. Un’attività è stata chiusa ed è stata sporta una denuncia per frode in commercio. ùinoltre sono state spiccate diverse sanzioni.

In un bar della costa nord pescarese, i militi hanno accertato la presenza di frigoriferi a pozzetto spenti o non funzionanti, muffe e lerciume su piani di lavoro, attrezzature, pareti e locali. Il Sian della Asl ha disposto l’immediata sospensione dell’attività di bar, gelateria e pizzeria. Al provvedimento seguiranno una serie di sanzioni in materia di igiene di oltre 5.000 euro.

Segnalato per frode in commercio, il titolare di un bar vicino a un istituto di istruzione superiore della costa teatina che vendeva croissant congelati all’origine, omettendo di indicare alla clientela lo stato fisico originario. Nel locale è stata accertata anche la presenza di sporcizia, con ambienti per fumatori non segnalati, da cui sono seguite sanzioni per violazioni in materia di igiene e di tutela della salute dei non fumatori.

Infine i controlli dei Nas nel pescarese e nel chietino, si sono conclusi in un esercizio di street food. Qui era stato attivato un laboratorio per lavorazione della carne e cottura della porchetta in mancanza dei requisiti minimi igienico strutturali e in condizioni igieniche carenti.

Abruzzo

A14: chiusure per due notti in Abruzzo

Chiusura dell’uscita Atri-Pineto

Published

il

lavori

A14: chiusure per due notti in Abruzzo.

Sull’autostrada A14 per consentire interventi di manutenzione del sottovia di svincolo, previsti in orario notturno, nelle due notti consecutive di giovedì 4 e venerdì 5 giugno, con orario 22:00-6:00, sarà chiusa l’uscita della stazione di Atri Pineto, per chi proviene da Bologna/Ancona. In alternativa si consiglia di uscire alla stazione di Roseto degli Abruzzi. (ANSA)

Si segnala anche Traffico Rallentato tra Roseto Degli Abruzzi e Giulianova per lavori sempre sulla A14.

Per informazioni: http://www.autostrade.it/autostrade-gis/news.do

Continua a leggere

Abruzzo

App Immuni: Marsilio, ok a sperimentazione in Abruzzo

Luigi Tommolini

Published

il

Marco Marsilio, governatore della Regione Abruzzo.

PESCARA – “Abbiamo dato la disponibilità della Regione alla sperimentazione di Immuni, nello spirito di leale collaborazione istituzionale che deve ispirare i rapporti tra i vari livelli dello Stato, tanto più in una situazione di emergenza”.

Lo afferma il Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio.

“Come concordato con i ministri Speranza, Pisano e Boccia, abbiamo atteso il rilascio del parere ufficiale del Garante per la protezione dei dati personali, al fine di tutelare fino in fondo i diritti dei cittadini.

Nel frattempo gli uffici competenti per la Prevenzione sanitaria e i Sistemi informatici hanno messo a punto l’interfacciamento delle relative piattaforme.

Mi auguro che la sperimentazione vada a buon fine e che questo strumento possa dimostrarsi efficace, anche se è forte il timore che il ritardo con cui si sta partendo e le tante incertezze sul suo funzionamento possano ostacolarne l’avvio e pregiudicarne l’efficacia.

L’Abruzzo – ha concluso Marsilio – non si tira indietro e anzi si dimostra una volta di più in prima fila nella lotta al coronavirus”. (REGFLASH) US/200601

Continua a leggere

Abruzzo

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali

Dure critiche al Presidente abruzzese sulla gestione locale e la “solidarietà” al collega lombardo Fontana

Published

il

corneli M5s abruzzo

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali. Duro intervento dell’Onorevole Valentina Corneli del Movimento 5 Stelle sulla situazione abruzzese della sanità.

Il Presidente Marsilio, nel manifestare solidarietà ad Attilio Fontana sulla disastrosa gestione dell’emergenza sanitaria in Regione Lombardia, sembra mettere le mani avanti rispetto alle gravi carenze di cui si è reso protagonista durante l’emergenza, e continua a distogliere il dibattito politico dal reale problema che non sta affrontando: garantire che la ripartenza economica e sociale della nostra Regione avvenga in un contesto di piena sicurezza sanitaria.

La parlamentare aggiunge: Finora siamo stati “graziati” avendo avuto pochi casi, ma lo Stato – in prospettiva – sta dando risorse enormi alle Regioni per lo sviluppo dell’assistenza sanitaria e per fare in modo che un eventuale nuova ondata epidemica non ci colpisca durante l’estate o in autunno.

La linea del Governo è: assunzioni di medici e operatori sanitari, istituzione della figura dell’infermiere di famiglia, rafforzamento della medicina territoriale che possa coprire massicciamente anche le aree interne da sempre abbandonate, e adeguamento delle strutture sanitarie e dei pronto soccorso. Ma in Abruzzo si pensa solo all’assegnazione di poltrone che definire “dubbie” è un eufemismo, ad aumentare lo stipendio ai fortunati amici della Giunta, e ad accaparrarsi fondi pubblici come se non ci fosse un domani, cioè senza che vi sia mai un progetto di sorta nell’interesse dei cittadini.

L’ospedale San Liberatore di Atri, ad esempio, continua ad essere utilizzato solo per il ricovero di una manciata di pazienti Covid, nonostante a pochi chilometri ci sia il grande centro di riferimento di Pescara costato milioni.

Questa situazione causa un enorme sperpero di denaro pubblico e lascia fermi un centinaio tra medici ed operatori che chiedono solo di poter tornare pienamente operativi, mentre i cittadini hanno tutto il diritto di essere curati senza essere costretti a rivolgersi a strutture private.

Pertanto, se si dovesse decidere di mantenere un reparto Covid al San Liberatore (nonostante i rischi di tale commistione siano noti per quanto già accaduto al Mazzini di Teramo) occorrerà adeguare tutti i locali della struttura alle previsioni di legge, senza permettere che, in caso di una nuova ondata del virus, il personale e i pazienti si ritrovino nuovamente esposti a gravi rischi di contagio. Raccolgo infine le segnalazioni degli operatori turistici che faticosamente stanno cercando di ripartire ma brancolano nel buio: cosa devono fare se hanno casi sospetti tra i clienti? Possibile che nessuno sappia dare loro una risposta il primo di giugno?

Il Movimento 5 stelle e i cittadini tutti chiedono a gran voce che il Presidente Marsilio pensi al nostro Abruzzo, almeno fingesse di interessarsene, invece di fare l’avvocato delle cause perse per le altre Regioni.

Corneli (M5S): Marsilio pensi all’Abruzzo e ai suoi ospedali

Info: http://www.movimento5stelleabruzzo.it/blog/ e https://www.ilmartino.it/2020/04/regione-abruzzo-la-ripartenza-per-marsilio/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone