Disturbi della crescita, ecco i dati da L’Aquila

L’AQUILA- Ecco i dati emersi, all’open day del 24 settembre, dal centro di auxologia, diretto da Giovanni Farello,  dell’ospedale de l’Aquila: 27 casi con disturbi della crescita su 32 screening effettuati su persone di età compresa tra 1 e 14 anni.

L’Auxologia (dal greco auxáno, accrescere) è la specialità medica che studia e cura la crescita fisica della persona nell’età evolutiva.

All’ospedale San Salvatoresono state visitate persone residenti in provincia di: L’Aquila (20), Chieti (4), Teramo ( 4), Pescara (3) e Rieti (1).

Le visite di controllo sono occorse durante la campagna nazionale, riportante lo slogan “La crescita dei bambini”e promossa dall’associazione delle famiglie di soggetti con deficit dell’ormone della crescita (A.fa.d.o.c.).

Le alterazioni rilevate riguardano varie forme patologiche, tra cui: bassa statura, obesità, ritardo della pubertà e della crescita, macrocrania (circonferenza cranica superiore alla media), pubertà anticipata.

L’elevato numero di anomalie del processo di crescita, rilevato all’ospedale San Salvatore, funge da monito sull’importanza della prevenzione per una crescita sana.