L’Abruzzo non ascolta la radio?

I friulani primi in classifica, ultimi i liguri

Una classifica è pur sempre una classifica e l’Abruzzo è in posizione numero 17.

Il dato emerge rapportando il numero di ascoltatori della radio, regione per regione, al numero della popolazione rilevata, prendendo come base i dati del primo semestre 2019 dell’indagine RadioTER e pubblicato da FMworld.it.

Meglio posizionata è la regione Marche al settimo posto.

Questa la classifica regione per regione:

1. Friuli Venezia Giulia 771.000/1.078.000 (71,52%)
2. Veneto 3.014.000/4.290.000 (70,26%)
3. Lombardia 6.021.000/8.744.000 (68,86%)
4. Piemonte 2.607.000/3.865.000 (67,45%)
5. Lazio 3.453.000/5.155.000 (66,98%)
6. Umbria 522.000/780.000 (66,92%)
7. Marche 895.000/1.349.000 (66,35%)
8. Puglia 2.343.000/3.549.000 (66,02%)
9. Emilia-Romagna 2.576.000/3.903.000 (66,00%)
10.Molise 178.000/276.000 (64,49%)
11.Sardegna 946.000/1.474.000 (64,18%)
12.Valle d’Aosta 71.000/111.000 (63,96%)
13.Toscana 2.104.000/3.301.000 (63,74%)
14.Trentino Alto Adige 582.000/917.000 (63,47%)
15.Campania 3.186.000/5.033.000 (63,30%)
16.Basilicata 317.000/504.000 (62,90%)
17.Abruzzo 720.000/1.162.000 (61,96%)
18.Calabria 1.038.000/1.714.000 (60,56%)
19.Sicilia 2.641.000/4.377.000 (60,34%)
20.Liguria 816.000/1.394.000 (58,54%)

Un uso maggiore di tecnologie o un allontanamento dalla classica radiolina?

Ai radiofonici la difficile risposta.