Sfrattate 2 famiglie di abusivi dalle case popolari di Rancitelli

PESCARA – Sfratto di abusivi nelle case popolari in via Capestrano, nel quartiere di Rancitelli. Sono complessivamente una quarantina gli alloggi da liberare ed immediatamente riassegnare a chi ne ha diritto.

Nelle prime ore della mattina sono state sgomberate due famiglie, una delle quali con bambini. Lo sfratto è stato eseguito dalle forze dell’ordine, con la polizia municipale, il 118, la Misericordia e l’associazione Life, alla presenza del sindaco Carlo Masci e dell’assessore Isabella Del Trecco.

Il provvedimento è del Tribunale (decreto di sequestro preventivo) poiché le due famiglie occupavano abusivamente le case da anni.

Come hanno spiegato proprio il sindaco e Del Trecco alla presenza del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri: entrambe le famiglie hanno trovato una sistemazione alternativa. Uno dei due appartamenti è stato immediatamente assegnato a un inquilino disabile che non riusciva neppure ad uscire di casa. Mentre l’altro sarà assegnato a una delle famiglie sgomberate dai palazzi a rischio crollo di via Lago di Borgiano.