fbpx
Connect with us

Ancona

Vaccini, #proteggi: al via la campagna antinfluenzale

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – Parte la campagna di informazione sull’influenza i cui contenuti sono riassunti in un unico termine, che è al contempo un messaggio forte e chiaro: ‘#proteggi’.

È in questo ‘hashtag’ che la Regione e l’ASUR vogliono racchiudere il senso della campagna annuale: la vaccinazione antinfluenzale è un’opportunità di prevenzione attraverso cui si protegge se stessi ma anche i propri cari e coloro che ci circondano.

È in corso la capillare distribuzione dei vaccini antinfluenzali: saranno distribuite 300.000 dosi di vaccino in tutto il territorio regionale, oltre 30.000 dosi in più rispetto a quelle utilizzate nella scorsa stagione. A partire da venerdì 8 novembre, e fino al prossimo 31 dicembre, i vaccini saranno gratuitamente disponibili in tutta la regione, presso gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e i Servizi vaccinali dell’Asur. Saranno le singole Aree Vaste dell’ASUR, nei prossimi giorni, a rendere noti nel dettaglio i tempi di avvio della campagna in ogni provincia delle Marche.

L’ inverno scorso sono state oltre 245.000 le persone colpite da influenza o da una forma simil-influenzale nelle Marche. La fascia di età maggiormente colpita – si legge nel comunicato della Regione – è stata quella infantile (0-4 anni). Oltre 50 sono stati i casi complicati che hanno richiesto ospedalizzazione, nella maggior parte si è trattato di anziani, e per 40 di questi è stata necessaria l’assistenza in terapia intensiva per l’estrema gravità dei sintomi.

Fra i casi più gravi si sono registrati 10 decessi. Circa l’85% dei soggetti non vaccinati, affetti da forme complicate di influenza, risultava eleggibile alla vaccinazione antinfluenzale, per l’età maggiore o uguale 65 anni e/o per la diagnosi di patologie ad alto rischio. Tra novembre e dicembre 2018 sono state vaccinate per l’influenza 193.862 persone di età superiore ai 65 anni, con una copertura vaccinale regionale del 52,2%. Il dato è in miglioramento rispetto alla stagione precedente (50,0%) ma ancora lontano dagli obiettivi di copertura vaccinale previsti dal ministero (pari al 75%). I dati della scorsa stagione influenzale evidenziano l’importanza della vaccinazione che rappresenta il principale strumento di prevenzione dell’influenza.

Come ogni anno il vaccino è offerto gratuitamente a tutti gli anziani che abbiano superato i 65 anni di età. Sono inoltre vaccinati gratuitamente i soggetti di qualsiasi età affetti da malattie e condizioni che mettono a rischio di sviluppare severe complicanze, ad esempio malattie croniche dell’apparato respiratorio o cardiocircolatorio, diabete mellito o tumori. Altre categorie per le quali la vaccinazione antinfluenzale è raccomandata sono gli stessi operatori sanitari, che devono essere protetti per non essere a loro volta fonte di contagio inconsapevole per i pazienti di cui si prendono cura; oltre gli operatori sanitari a beneficiare della gratuità dell’offerta vaccinale sono anche i familiari a stretto contatto con i soggetti appartenenti alle categorie a rischio, le donne in gravidanza, i ricoverati in strutture di lungodegenza, i donatori di sangue.

L’appuntamento con la prevenzione è quindi a novembre, presso gli ambulatori dei propri MMG o i Servizi vaccinali dei Dipartimenti di Prevenzione dell’ASUR.

Ancona

Litiga con la moglie e da Como arriva a Fano

Dopo sette giorni assistito nelle Marche

Avatar

Published

il

Litiga con la moglie e da Como arriva a Fano nelle Marche: una storia davvero singolare, riportata dal “Resto del Carlino”.

L’uomo è un 48enne della provincia di Como. Si era allontanato da casa dopo l’ennesima lite con la moglie. “Volevo smaltire la rabbia con una passeggiata”, ha detto. La moglie aveva denunciato la scomparsa.

Passeggiata terminata dopo 450 chilometri percorsi e una settimana, tanto ci è voluto per raggiungere le Marche, passando confini e barriere.

L’uomo è stato accompagnato in commissariato per le verifiche, era lucido e ben orientato riferiscono gli agenti, anche se stanco e infreddolito dichiarando: “Non mi sono resto conto di aver camminato così tanto, per mangiare e bere sono stato aiutato dalla gente incontrata lungo il cammino”

Continua a leggere

Ancona

Da zona Arancione a zona Gialla: la regione Marche potrebbe cambiare colore

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – Buone notizie per i cittadini marchigiani. Il presidente della Regione Francesco Acquaroli, contattato telefonicamente dall’attuale Ministro della Salute Roberto Speranza, viene informato che la regione Marche possiede un Rt (indicatore fondamentale per capire l’andamento dell’epidemia e per stabilire quali regioni finiscono in area rossa, arancione o gialla) molto ”positivo”. Se i dati verranno confermati le Marche passerà da zona arancione a gialla, già dal 4 dicembre.

Francesco Acquaroli

Mi ha appena chiamato il ministro Speranza – dichiara Acquaroli sulla sua pagina Facebook – per confermarmi l’andamento molto positivo dell’indice Rt anche nella scorsa settimana. Se questi dati verranno confermati anche nella settimana in corso, e dai risultati parziali che abbiamo questa sembra essere la tendenza, – prosegue – dal giorno 4 dicembre la nostra regione dovrebbe tornare in zona gialla’.

‘Il ministro mi ha anche preannunciato – continua il Presidente – che l’ordinanza in scadenza oggi sarà prorogata fino al 3 dicembre, poiché i 14 giorni per cambiare fascia non vanno considerati dal giorno in cui l’ordinanza è stata emessa ma dal giorno in cui si registra il primo risultato positivo. Cerchiamo di restare attenti e vigili.

Ringrazio i cittadini marchigiani per l’atteggiamento costruttivo e collaborativo e per i sacrifici che stanno compiendo. Conto – sottolineando il suo scritto – nelle prossime ore di potervi dare un altro importante aggiornamento’.

Continua a leggere

Ancona

Situazione Covid nelle Marche

Comunicazione istituzionale dalla Regione

Avatar

Published

il

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3795 tamponi: 2213 nel percorso nuove diagnosi e 1582 nel percorso guariti.

I positivi sono 667 nel percorso nuove diagnosi (152 in provincia di Macerata, 213 in provincia di Ancona, 168 in provincia di Pesaro-Urbino, 78 in provincia di Fermo, 51 in provincia di Ascoli Piceno e 5 da fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (110 casi rilevati), contatti in setting domestico (156 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (208 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (27 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (16 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (5 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (11 casi rilevati), screening percorso sanitario (8 casi rilevati) e 1 rientro dall’estero. Per altri 125 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy