Picchiano vigili del fuoco e carabinieri e finiscono in manette

CHIETI – Padre e figlio di Lanciano ai domiciliari per aver percosso due Vigili del fuoco e due Carabinieri a Castelfrentano. Contro di loro l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e minacce.

L’episodio è accaduto ieri sera, dopo le 22, a Castelfrentano, dove la squadra dei vigili del fuoco era impegnata a spegnere un incendio all’esterno di un bar. Gli arrestati hanno cercato inizialmente di impedire lo spegnimento le fiamme. Improvvisamente hanno picchiato due vigili del fuoco e all’arrivo dei carabinieri hanno le hanno date anche i due militari. Le quattro vittime sono finite tutte al pronto soccorso di Lanciano.