fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Samb, Volpicelli a cuore aperto

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Emilio Volpicelli, attaccante classe 1992, è tornato a parlare ai nostri microfoni soffermandosi sulla vittoria di domenica scorsa con il Rimini e sul suo buon momento di forma.

“Volevamo questa vittoria a tutti i costi e siamo contenti per aver ritrovato i tre punti.

L’assist per Di Massimo?

E’ una situazione che proviamo in allenamento, il mister ci fa provare parecchie soluzioni durante la settimana e quello che mi chiede cerco poi di metterlo in campo nel migliore dei modi.

Ora però è già tempo di pensare alla trasfera di Bolzano”.

L’attaccante poi ha parlato del suo buon momento di forma, iniziato dalla gara di Ravenna.

“All’inizio ho trovato poco spazio, ero ancora della ricerca della migliore condizione fisica, poi dopo la vittoria di Ravenna è andato tutto in discesa, ma questo deve essere un punto di partenza: dobbiamo continuare tutti a dare sempre il massimo e a migliorarci partita dopo partita.

Sono comunque contento per queste prestazioni, avevo voglia di riscatto dopo le pene che ho sofferto la scorsa stagione quando a seguito del fallimento della Pro Piacenza sono rimasto fermo una stagione intera in pratica (la presenza in coppa Italia con la Salernitana non gli permise di cambiare squadra a gennaio ndr).

Avevo voglia di riscatto e di dare il meglio di me in una piazza importante come quella di San Benedetto ma, ripeto, piedi per terra e lavorare sempre”.

Volpicelli ha iniziato a tirare i primi calci al pallone con la scuola calcio di Scampia.
“Ho iniziato a 5 anni, un anno prima rispetto agli altri.

Ho un fratello che gioca anche lui a calcio e da bambini non perdevamo occasione per giocare a pallone, anche in casa.

Poi dopo una parentesi nel settore giovanile del Napoli, a 14 anni ho lasciato la famiglia e mi sono trasferito ad Ascoli Piceno dove ho fatto tutta la trafila giovanile prima di iniziare la carriera tra i grandi. 2 anni in D poi in Eccellenza, poi di nuovo in D dove ho vinto due campionati a Venezia e Andria poi la prima parentesi nei professionisti, sempre con l’Andria, dove ho subito però due infortuni alle caviglie che mi hanno condizionato nel rendimento.

Sono ripartito di nuovo in D con il Francavilla e ho realizzato 29 gol da attaccante esterno ed è arrivato poi il contratto con la Salernitana.

Lo scorso anno voglio, invece, dimenticarlo in fretta: ora sono felicissimo di essere qui e darò il massimo fino alla fine”.

L’attaccante ha un bimbo di 1 anno e mezzo che sembra già essere molto preso dal calcio: “Sì, è vero. Quando torno a casa giochiamo di continuo con il pallone e in pratica faccio doppia seduta tutti i giorni (ride ndr).

E’ anche venuto al Riviera a vedermi, insieme alla mia compagna, e devo dire che hanno portato bene!

Loro sono la mia vita e mi stanno sempre vicini soprattutto nei momenti difficili. Li amo immensamente.

Cosa posso dire ai ragazzi che come me lasciano gli affetti per inseguire il sogno del calciatore?

Dico che, anche se è dura, di non mollare mai, di allenarsi sempre al meglio e di ascoltare i consigli del proprio allenatore, il calcio alla fine ripaga sempre”.

Ascoli Piceno

Grottammare, mascherine trasparenti agli addetti comunali: comunicazione più accessibile agli ipoudenti

Pubblicato

il

GROTTAMMARE – Superare la barriera della mascherina nella comunicazione con gli ipoudenti è presto fatto in tutti gli uffici e i servizi aperti al pubblico, grazie alle mascherine protettive con visiera trasparente in dotazione al personale comunale.

Se poi l’idea dell’Amministrazione cittadina viene accolta e sostenuta dai privati, ecco che si trasforma in un progetto di inclusione a 360 gradi: le mascherine sono state donate dall’azienda Dienpi srl  di San Benedetto del Tronto, a cui il Comune si era rivolto per la fornitura. 

L’iniziativa rinsalda la lunga collaborazione tra il Comune e l’associazione SordaPicena.

Il personale comunale degli sportelli al pubblico e gli addetti  ai servizi e alle strutture di accoglienza turistica saranno dotati di queste speciali mascherine che permettono di leggere il labiale attraverso un oblò trasparente. In questo modo, si supera un limite finora invalicabile per le persone non udenti, migliorando la qualità delle relazioni interpersonali e, nel caso specifico, la fruibilità dei servizi comunali, compresi quelli turistici.

Uffici e servizi si stanno dotando questi giorni della cartellonistica per segnalare all’utenza la disponibilità ad indossare la mascherina su richiesta. 

“Questo importante progetto di comunicazione accessibile – dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Monica Pomili – è stato realizzato grazie alla forte collaborazione che ci lega da anni all’associazione SordaPicena e ai contatti intrapresi con la Dienpi di San Benedetto del Tronto che produce mascherine trasparenti, l’unica azienda finora ad aver ottenuto l’autorizzazione dell’Istituto Superiore di Sanità. Un grazie di cuore va alla sig.ra Doriana e a tutto il suo staff per la grande disponibilità dimostrata nel donare mascherine trasparenti al nostro Comune, per la nostra comunità”.

Il progetto rientra a pieno titolo tra gli impegni assunti nell’ambito del programma Bandiera Lilla, che Grottammare ha avviato nel 2019, rinnovando l’adesione nell’aprile scorso. 

Il titolo Bandiera Lilla certifica il livello di accessibilità di una Città, attestando l’esistenza di un’offerta turistica volta a favorire anche l’accoglienza di persone con disabilità. Il riconoscimento è biennale e il mantenimento è garantito dalla qualità delle azioni  messe in campo  durante il percorso di miglioramento che si sottoscrive con l’adesione. Tra gli interventi più significativi va ricordato che, nonostante l’emergenza sanitaria, nell’estate 2020 due spiagge libere sono state attrezzate  con le speciali sedie “Job” per raggiungere più facilmente il mare e con l’adeguamento delle relative docce  pubbliche.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Grottammare: scontro auto-scooter, ferito un 49enne

Pubblicato

il

GROTTAMMARE – L’incidente è avvenuto nella giornata di ieri, martedì 15 giugno, tra via Galilei e via Bernini. Lo sconto ha visto coinvolti un’auto e uno scooter su cui viaggiava un 49enne, il quale sarebbe finito a terra. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 che ha provveduto al trasferimento in ospedale del ferito e che tuttavia non verserebbe in gravi condizioni. La Polizia per i rilievi e la ricostruzione della dinamica.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto: bimbo cade dalla bicicletta sulla Statale 16, intervento del 118

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’incidente è avvenuto nella giornata di ieri, martedì 15 giugno, sulla Statale 16 in via Marradi. Un bimbo di un anno sarebbe caduto dalla bicicletta battendo la testa assieme a sua madre. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 che hanno provveduto al loro trasferimento presso il nosocomio. Da quanto appreso, pare che il piccolo non avrebbe riportato conseguenze gravi ma rimarrà sotto osservazione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy