fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Anas, la strada per il valico di Forca Canapine verrà riaperta

Carlo Di Natale

Published

il

ASCOLI PICENO – L’amministrazione provinciale rende noto che alle ore 13 di domani, martedì 3 dicembre, sarà riaperta al transito la S.P. 64 ‘Nursina‘ nel tratto dal km 14+694, valico di Forca Canapine e fine strada, al km 12+858, punto intersezione con la strada comunale che conduce agli impianti sciistici. Non vi saranno limitazioni al traffico pesante, mentre il limite di velocità di percorrenza sarà fissato a 30 km orari.

Sergio Fabiani

‘Si aggiunge dunque un nuovo ed importante tassello nel ripristino della viabilità post sisma grazie all’Anas soggetto attuatore e alla struttura territoriale Marche che hanno ultimato con grande sollecitudine i lavori in un ulteriore tratto di questa arteria provinciale che è stata e sarà oggetto di complessi interventi di sistemazione – evidenzia il Presidente della Provincia Sergio Fabiani nel comunicato stampa – tale riapertura si inquadra in sinergia con la recente conclusione delle opere sul tratto umbro della strada di proprietà della Provincia di Perugia che conduce al valico di Forca Canapine.

Il ripristino di questo tratto della S.P. 64 – sottolinea Fabiani – agevola tutti gli utenti della strada ed, in particolare, va incontro alle esigenze dei privati impegnanti nella ristrutturazione dei fabbricati lesionati dagli eventi sismici e situati in prossimità del valico. Inoltre – conclude – l’ordinanza provinciale, resa possibile dall’intervento dell’Anas a cui va la mia gratitudine, costituisce un importante supporto per la ripresa delle attività economiche del comprensorio”.

Entrando nel dettaglio dei lavori eseguiti dall’Anas, dell’importo di 40mila euro, vi sono il disgaggio di volumi rocciosi e una serie di apprestamenti per la sicurezza con la realizzazione di elementi di new jersey e il ripristino della segnaletica verticale e orizzontale.

Gli interventi eseguiti dall’Anas sono necessari per la messa in sicurezza del tratto di strada interessata dalla riapertura e fanno parte dei lavori che interesseranno nei prossimi mesi tutta la strada provinciale Nursina (dal km 4+800 al km 13+900) per un importo totale di circa 12,5 milioni di euro.

La S.P. 64 ‘Nursina’ era stata chiusa totalmente al transito successivamente agli eventi sismici di agosto e ottobre 2016. Quindi, in funzione di bypass Marche – Umbria, l’arteria era stata oggetto di riapertura parziale, con ordinanza provinciale del 21 febbraio 2018, dal Km. 0+000 (incrocio con la S.P. 129 ‘Trisungo – Tufo‘) al Km. 4+800 (incrocio con lo svincolo della S.S. 685 ‘Delle Tre Valli Umbre’), seppure con il limite per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate e sempre con velocità di percorrenza di 30 Km orari.

Ancona

Situazione coronavirus nelle Marche

Lo comunica la Regione

Published

il

Nelle ultime 24 ore sono stati testati 382 tamponi: 217 nel percorso nuove diagnosi e 165 nel percorso guariti. I positivi sono 5 nel percorso nuove diagnosi: 3 in provincia di Macerata, 1 in provincia di Ancona e 1 in provincia di Ascoli Piceno. Questi casi comprendono 2 rientri dall’estero (Albania e Ucraina), 2 soggetti sintomatici e un caso in ambito domestico.

Come noterete sono stati processati pochi tamponi, come spesso accade nel fine settimana quando i laboratori sono chiusi.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Monteprandone: sospese le lezioni alla scuola media, un alunno in quarantena

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

classe - gli studenti tornano a scuola

MONTEPRANDONE – Nella serata di ieri (25 settembre) il primo cittadino di Monteprandone Sergio Loggi, ha informato che la Scuola Media Statale, su richiesta della Dirigente scolastica, le lezioni sono rimaste sospese nella giornata odierna. Un alunno della scuola, infatti, si troverebbe in quarantena in quanto sarebbe entrato in contatto con un caso risultato positivo al Covid 19. La decisione è stata presa in via precauzionale.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto: maxi sequestro di vongole prive di tracciabilità

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Nella giornata di ieri, la sezione Navale della Guardia di Finanza sambenedettese ha sequestrato 200 chili di vongole, in quanto sarebbero risultate prive di tracciabilità e di etichetta.

Le vongole erano nascoste e ben sistemate all’interno di sacchi in rete, pronte ad essere immesse sul mercato in maniera illegale. Dopo il sequestro, il prodotto ittico è stato rimesso in mare.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone