fbpx
Connect with us

Marche

Raccolta differenziata, le Marche al quarto posto su scala nazionale

Valentina Fagnani

Published

il

Le Marche sono tra le prime quattro regioni per i risultati
raggiunti nell’ambito della raccolta differenziata.
È quanto certifica
il rapporto pubblicato dall’Istituto superiore per la protezione e la
ricerca ambientale, che vede al primo posto il Veneto con un percentuale
del 73,8%, seguito dal Trentino Alto Adige con il 72,5%, la Lombardia
con il 70,7%, e appunto le Marche, che con il 68,6% fanno meglio di
regioni come Emilia Romagna (67,3%), Sardegna (67%) e Friuli Venezia
Giulia (66,6%).

“È un risultato molto importantecommenta il sindaco di Senigallia
Maurizio Mangialardi
che testimonia la bontà delle scelte strategiche
assunte in questi anni dalla Regione Marche, e in particolare dal
presidente Luca Ceriscioli e dall’assessore Angelo Scipichetti.
Peraltro, i dati forniti dall’Ispra fanno riferimento al 2018 ed
evidenziano un trend in crescita: è pertanto probabile che quelle
percentuali oggi siano addirittura cresciute”.

“Per chi come l’Amministrazione comunale di Senigallia continua
Mangialardi
è stata antesignana di questo genere di politiche
ambientali è un successo che vale doppio, perché significa che le nostre
idee e la nostra visione hanno costituito un modello per molti comuni,
diventando punto di riferimento per il territorio. Nel corso degli
ultimi quindici anni, infatti, abbiamo perseguito consapevolmente scelte
programmatiche fondamentali sia sotto l’aspetto impiantistico, sia sotto
il profilo culturale, figurando tra i primi Comuni italiani ad applicare
il metodo della raccolta porta a porta integrale, a realizzare i Centri
ambienti e a gestire adeguatamente i rifiuti in spiaggia. Non è certo
casuale che la percentuale di raccolta differenziata raggiunta a
Senigallia si sia attestata quest’anno al 70,93%, ben oltre il 65%
previsto dalla vigente normativa nazionale. Un obiettivo per nulla
facile e scontato in una città di 45 mila abitanti, che peraltro
diventano oltre il doppio durante l’estate. Questo virtuosismo, non mi
stancherò mai di dirlo, va condiviso con i cittadini e le imprese, i
quali hanno fin da subito compreso l’importanza delle politiche
innovative e ambientalmente sostenibili come il riciclo, il risparmio
energetico e l’oculata gestione dei beni comuni proposte
dall’Amministrazione comunale, contribuendo in maniera fondamentale alla
loro attuazione”.

Ascoli Piceno

Monteprandone, la riapertura delle scuole a settembre

Valutati interventi da eseguire sui plessi scolastici del territorio

Published

il

Questa mattina, mercoledì 8 luglio, si è svolto un incontro tra Comune e Istituto Comprensivo di Monteprandone per programmare la riapertura delle scuole a settembre, secondo le linee guida dettate dal Governo.

Presenti per il Comune il sindaco Sergio Loggi, il vicesindaco con delega all’istruzione Daniela Morelli, l’assessore al patrimonio Christian Ficcadenti, per la scuola la dirigente Francesca Camaiani, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione Luigi Balloni e le insegnanti.

“Per organizzare la ripresa delle lezioni a settembre c’è molto da fare – spiega il sindaco Sergio Loggi – con Dirigente, tecnici e insegnanti abbiamo ragionato sulle misure da adottare per il rientro in classe in sicurezza. Sono state fatte alcune valutazioni su eventuali interventi alle strutture e sono stati affrontati temi per superare le difficoltà previste nei prossimi mesi. L’intento è quello di reperire nuovi spazi all’interno degli istituti, per poter sistemare le classi al fine di consentire lo svolgimento della didattica in assoluta sicurezza. Torneremo ad incontrarci dopo aver effettuato le verifiche concordate – conclude Loggi – ma ci sono tutti i presupposti per poter garantire la ripresa a settembre assicurando l’osservanza delle regole di distanziamento e garantendo la didattica in presenza”.

Lo riporta il comunicato stampa del comune marchigiano.

Continua a leggere

Ancona

Dalla Regione Marche 3,2 milioni di euro per sostenere 600 imprese vitivinicole

L’Assessore Casini: “Aiuti post Covid destinati a calmierare il mercato con la distillazione o lo stoccaggio del vino”

Published

il

Sono 600 le imprese vitivinicole marchigiane che possono beneficiare di 3,2 milioni di aiuti regionali per programmare la ripartenza delle attività dopo l’emergenza Covid-19. Nell’ambito degli interventi finanziati con la “Piattaforma 210”, la manovra straordinaria con 50 misure economiche e 210 milioni di euro disponibili, due interventi riguardano la viticoltura. “Fanno parte del pacchetto di sette interventi destinati al settore agroalimentare, per complessivi 8,5 milioni di euro – ricorda la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Le agevolazioni consentono alle aziende del settore vitivinicolo di disporre di un aiuto straordinario per fronteggiare la riduzione di liquidità e sostenere le spese richieste dalle norme di sicurezza sanitaria legate alla pandemia. Anche in questo caso, tutte le imprese potenzialmente interessate possono accedere al contributo”. La misura non prevede una selezione dei richiedenti e garantisce il finanziamento di tutte le domande presentate, secondo le due linee sovvenzionate. Una ha un bacino potenziale di 150 imprese vitivinicole, alle quali sono riservati 1,2 milioni come aiuto alla distillazione volontaria per alleggerire la pressione sul mercato degli stock invenduti di vini di bassa qualità (4 euro a ettolitro per ogni grado di alcol distillato, ridotti a 1,25 euro se già beneficiario di altro aiuto per la distillazione). La seconda è riservata ai 450 produttori di vini di qualità: i 2 milioni di agevolazioni sostengono lo stoccaggio volontario, in attesa della ripresa del mercato, con 2 euro al mese per ettolitro di vino Doc e Docg (a denominazione di origine), ridotti a 1 euro per quelli Igt (a Indicazione geografica tipica).

Continua a leggere

Macerata

Sferisterio Live, il concerto di Francesco De Gregori rinviato al 21 agosto 2021

Lo annuncia il Comune di Macerata

Published

il

A causa delle restrizioni legate alla pandemia di Covid-19 e in ottemperanza alle disposizioni governative, è stato rinviato al 2021 il tour “DE GREGORI & BAND LIVE – THE GREATEST HITS” di Francesco De Gregori. Di conseguenza anche il concerto previsto a Macerata in agosto, però, non sarà annullato ma  rinviato. Infatti, Francesco De Gregori sarà allo Sferisterio di Macerata per la rassegna Sferisterio Live il 21 agosto del 2021.

“Purtroppo dobbiamo aspettare ancora un anno per sentire le note della Donna cannone e del Generale salire dentro la magia dello Sferisterio, dove ogni concerto diventa un’esperienza d’incanto sotto il cielo stellato e avvolti dal collonnato dell’Aleandri, – è il commento dell’assessora alla cultura Stefania Monteverde. – È dura vedere in questo anno la musica dal vivo e i concerti fermati a causa delle norme anticontagio, con gravi ripercussioni sul lavoro dei lavoratori dello spettacolo. Ma vogliamo guardare con fiducia al futuro e vogliamo essere costruttivi. Aspettiamo De Gregori a Macerata nel 2021!”

Queste le nuove date del tour:

18 giugno 2021 al Palazzo Te per Mantova Live Estate (recupero del 20 giugno 2020)

09 luglio 2021 all’Anfiteatro dell’Anima di Cervere – CN (recupero del 6 luglio 2020)

10 luglio 2021 all’Anfiteatro Il Vittoriale di Gardone Riviera – BS (recupero dell’11 luglio 2020)

12 luglio 2021 in Piazza Duomo a Pistoia (recupero del 13 luglio 2020)

20 luglio 2021 alla Banchina San Domenico di Molfetta (recupero del 15 luglio 2020)

24 luglio 2021 in Piazza Garibaldi a Cervia (recupero del 25 luglio 2020)

13 agosto 2021 a Villa Bertelli a Forte dei Marmi – LU (recupero del 13 agosto 2020)

21 agosto 2021 allo Sferisterio di Macerata (recupero del 12 agosto 2020)

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link: www.friendsandpartners.it/elenco-concerti-spettacoli-annullati-o-rinviati .

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone