Sequestrati 5 milioni di articoli natalizi, denunciati 4 cinesi

guardia di finanza volante gdf

PESCARA – La Guardia di Finanza di Pescara ha sequestrato circa 5 milioni di articoli, nell’ambito di una operazione denominata «Regali di Natale» per contrastare il traffico illecito di merce. Denunciate 4 persone di nazionalità cinese.

Sono stati sequestrati accessori per telefonia, prodotti elettrici e audio/video, catene luminose natalizie, rasoi, phon, box per smart TV, carica batteria e cover, oltre ad articoli di bigiotteria privi dei requisiti minimi di sicurezza, come composizione merceologica, provenienza, nome dell’importatore, contestando l’indebita apposizione della marcatura «CE».

Nel corso di controlli effettuati a Pescara e in provincia, in occasione delle imminenti festività natalizie, è emerso che tali prodotti erano in vendita in alcuni negozi gestiti da cittadini cinesi e bengalesi. I finanzieri hanno effettuato l’acquisizione della documentazione amministrativo-contabile che ha permesso di ricostruire l’intera filiera commerciale illecita, riuscendo ad individuare, in Campania e nel Lazio, quattro società, gestite da cittadini di nazionalità cinese, che si occupavano di importare la merce non sicura e di distribuirla all’ ingrosso. La merce, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 10 milioni di euro.

I 4 responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di frode in commercio e ricettazione. Analogamente si è provveduto a segnalare alla Camera di Commercio altri 4 titolari di aziende, nei cui confronti sono state applicate sanzioni amministrative per un complessivo di 100.000 euro