Torano Nuovo, finanziamenti per lavori pubblici

Il Comune primo in graduatoria nel teramano tra i beneficiari del “Programma di Interventi Infrastrutturali per Piccoli Comuni fino a 3.500 abitanti”

Il Comune di Torano Nuovo ci segnala questa notizia.

Torano Nuovo è tra i Comuni italiani con popolazione fino a 3.500 abitanti destinatari di finanziamenti per lavori di immediata cantierabilità per la manutenzione straordinaria di strade, per illuminazione pubblica, per strutture pubbliche comunali nonché per l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici pubblici promosso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il Decreto Direttoriale n. 14472 relativo appunto al “Programma di Interventi Infrastrutturali per Piccoli Comuni fino a 3.500 abitanti”.

Si tratta di un’ottima notizia per il nostro Comune che si è collocato al primo posto, nella provincia di Teramo, e dunque dovrebbe accedere agevolmente a questi finanziamenti che prevedono l’assegnazione fino ad un massimo di 200 mila euro, di cui fino a 150 mila euro per lavori ed interventi” dichiara il primo cittadino, Anna Ciammariconi. “In tal senso è stato approvato dalla Giunta comunale, con delibera n. 83 del 30 novembre 2019, il progetto di fattibilità tecnica ed economica, nonché il progetto definitivo da presentare al MIT, che riguarderà principalmente interventi di manutenzione straordinaria all’interno delle nostre scuole (a partire dalla sostituzione delle porte degli ingressi principali della Scuola primaria e secondaria) e un’ampia serie di lavori per migliorare la viabilità e la percorrenza sulle strade in diverse zone del centro e delle frazioni del territorio comunale mediante il ripristino della pavimentazione stradale. Tale ampia e significativa tipologia di interventi si combina con altri lavori già in atto o in procinto di prendere avvio nelle settimane immediatamente seguenti, tra cui interventi per la manutenzione straordinaria e l’efficientamento energetico presso il Palazzo Comunale per un importo di 50 mila euro, i loculi cimiteriali, la rete fognaria in alcune aree del territorio comunale, il rifacimento della facciata esterna del museo di arte sacra”.