‘I Borghi più belli d’Italia’, Monteprandone vuole esserci

'I Borghi più belli d’Italia', Monteprandone fa richiesta di adesione. Con l’approvazione della delibera da parte del Consiglio comunale, parte l’iter per ottenere l’ambito riconoscimento

Panorama Monteprandone, foto di Andrea Cipriani

MONTEPRANDONE – Monteprandone aspira a diventare uno de ‘I Borghi più belli d’Italia’.

Nell’ultimo Consiglio comunale, infatti, è stata approvata una delibera nella quale si chiede di entrare a far parte del club che promuove i piccoli centri abitati italiani di spiccato interesse storico e artistico.

‘Il nostro borgo con il suo grande patrimonio di storia, arte, cultura e tradizioni merita di essere conosciuto a livello nazionale – dichiara il consigliere Marco Romandini, nel comunicato stampa del Comune  – l’associazione de ‘I borghi più belli d’Italia’ è un circuito di eccellenza che ci permetterebbe di entrare in contatto con altre realtà turistiche e di fare rete in termini di promozione e visibilità.

Marco Romandini

Per questo, anche supportati da coloro che in questo territorio si occupano di turismo e hanno una struttura ricettiva, abbiamo deciso di fare richiesta.

È un percorso che prevede diversi step e che ci auguriamo possa concludersi con esito positivo’.

La richiesta di adesione, corredata da specifica documentazione, sarà inoltrata dagli uffici comunali nei prossimi giorni. Una volta espletate le procedure necessarie per la valutazione dei criteri previsti dalla ‘Carta di Qualità’ del club, verrà effettuata la visita da parte del comitato tecnico-scientifico. Quest’ultimo proporrà l’ingresso o l’ammissione con riserva (che prevede una rivisitazione entro 18-24 mesi) o la non ammissione al club al Consiglio direttivo, che deciderà in merito.

Per aderire sarà necessaria una quota pari a 3.080 euro, che dovrà essere pagata solo dopo la formalizzazione dell’ammissione al Club, mentre è immediatamente a carico del Comune la quota di 500 euro quale contributo per le spese di valutazione.