La casa colonica della chiesa più antica d’Abruzzo ritornerà al suo antico splendore

Sono iniziati i lavori nel complesso monumentale di Santa Maria a Vico, a Sant'Omero, reputata dagli storici la chiesa più antica d'Abruzzo

Santa Maria a Vico (Sant'Omero), Foto (Facebook) di Gaetano Federico Ronchi

SANT’OMERO – Una meravigliosa notizia non solo per i santomeresi ma per l’intero Abruzzo. Infatti nei giorni scorsi sono stati consegnati i lavori di riqualificazione del complesso monumentale di Santa Maria a Vico a Sant’Omero.  

Il progetto, finanziato con i fondi Masterplan della Regione Abruzzo nel 2015, prevede un importo di 450 mila euro che sarà utilizzato per la ristrutturazione di una parte della casa colonica adiacente la Chiesa più antica d’Abruzzo e la sistemazione della relativa area esterna.  

I lavori sono stati aggiudicati all’impresa Loris Costruzioni di Basciano e dovranno essere conclusi – secondo il comunicato del Comune – entro cinque mesi.  

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Andrea Luzii che ha dichiarato:  

Andrea Luzii

‘L’intervento offrirà maggiore fruibilità dell’area intorno alla Chiesa di Santa Maria a Vico, inoltre, il recupero dell’antica casa colonica adiacente ci permetterà di istituire a Sant’Omero un museo di arte delle genti romaniche con la possibilità di attrarre turisti e scolaresche onde rivitalizzare storia e cultura del nostro territorio’ 

Sul punto è intervenuto l’assessore Adriano Di Battista 

‘L’apertura di questo nuovo cantiere si aggiunge alle tante opere che sono state realizzate in questi anni di lavoro. Non vogliamo fermarci. Nei prossimi giorni andrà a gara un’importante opera da noi programmata e finanziata: il completamento della Sala Polifunzionale di oltre quattrocento metri quadri ubicata nel Capoluogo per un importo di 150 mila euro. 

Contemporaneamente ci sarà un intervento per il ripristino degli argini del fiume Salinello, in località Poggio Morello, per un importo di 200.000,00 euro’.   

Chiesa di Santa Maria a Vico – Aula liturgica

La chiesa di Santa Maria a Vico è un luogo di culto cattolico abruzzese. Si eleva, austera e solitaria, nelle campagne della Val Vibrata che circondano il paese di Sant’Omero in provincia di Teramo. 

È annoverata, dall’anno 1902, nell’elenco dei monumenti nazionali italiani. 

Valutata come sito paesaggistico di interesse nazionale, è stata l’unica chiesa del territorio provinciale teramano a ricevere, il 28 luglio 2011, il bollino di Meraviglia Italiana dal concorso promosso dal Forum Nazionale dei Giovani con il patrocinio della Camera dei deputati, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministro per la Gioventù e del Ministro del Turismo. 

È uno dei siti più noti d’Abruzzo legati alla fede cristiana perché identificato da Francesco Savini come il più antico monumento della regione costruito anteriormente all’anno 1.000 ed arrivato ai nostri giorni nella sua quasi completa interezza.