Roseto: truffa di autovetture importate all’estero

Quattro persone sono finite nei guai con l'accusa di truffa in danno dello Stato, falso ideologico e materiale

guardia di finanza volante gdf

ROSETO – Quattro cittadini di nazionalità romena, residenti in Italia, sono finiti nei guai con l’accusa di truffa in danno dello Stato, falso ideologico e materiale e omessa dichiarazione e versamento dell’imposta sul valore aggiunto. Dalle indagini effettuate da parte della Polizia stradale di Teramo, in collaborazione con il Nucleo di polizia economico – finanziaria della Guardia di finanza di Teramo e dell’Agenzia delle Entrate (sezione di Giulianova), è stato scoperto un traffico di auto importate illegalmente all’estero e vendute da una società inesistente di Roseto. E’ stato accertato che quest’ultima abbia acquistato, solo nel 2018, 37 autovetture immatricolate in Germania e non solo, senza alcuna traccia fiscale e materiale in Italia per una cifra che ammonterebbe a oltre un milione di euro.