Soprintendenza Marche: oltre ad Ascoli anche Fermo e Macerata avranno una sede

Foto sulla destra di Valentina Fazzini.

FERMO – Una sede della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio anche a Fermo e Macerata.

È il risultato che è conseguito all’incontro di giovedì, 16 gennaio 2020, a Roma al Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) fra il professor Lorenzo Casini, Capo di Gabinetto del Ministro Dario Franceschini, il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro ed il Senatore Francesco Verducci.

‘I cittadini di Fermo, i professionisti, gli Enti e i Comuni della Provincia potranno rapportarsi nelle pratiche relative alla Sovrintendenza in una sede a Fermo. Questo quanto ci è stato esplicitamente rassicurato dal Capo di Gabinetto del Ministro Franceschini, anche a seguito delle riflessioni portate avanti sia dal sottoscritto che dal senatore Francesco Verducci, con cui sono stato in contatto anche nelle scorse ore.

Insieme al senatore Verducci oggi a Roma abbiamo incontrato il Capo di Gabinetto del Ministero’.

Queste le parole del Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro a margine dell’incontro e pubblicate nel comunicato stampa del Comune.

Paolo Calcinaro

‘È intendimento del Ministero – ha proseguito il primo cittadino fermano –  portare avanti tre unità di Marche Sud, una per provincia, Ascoli con la sede istituzionale del Sovrintendente, Fermo e Macerata dove saranno presenti i funzionari di zona che, come sanno bene i professionisti, sono quelli che portano avanti pareri e pratiche.

Il territorio avrà un forte vantaggio: rispetto alla scelta di accentrare tutto ad Ascoli c’è una correzione che possiamo dire è virtuosa. Gli uffici saranno costituiti una volta decretata ufficialmente la Sovrintendenza di Marche Sud: contiamo che il Ministero venga a breve a Fermo per iniziare a valutare la sede fra le varie possibilità che possiamo oggi offrire’.