TERAMO – A fronte di un’inchiesta della Procura della Repubblica è stato scoperto che dei computer scolastici rubati in alcune scuole del teramano nel 2017, erano finiti a Matera. Al momento due persone sono state arrestate e le stesse pare abbiano compiuto furti anche nelle province di Matera, Potenza, Foggia, Lecce, Bari e Taranto. La cifra dei computer e tablet rubati ammonterebbe a circa 500mila euro.