fbpx
Connect with us

Abruzzo

Abruzzo Bike Experience: Active & Sustainable Tourism

Pubblicato

il

Lunedì scorso alla BIT di Milano presentazione del “turismo da bicicletta” presso lo stand della Regione Abruzzo.

Un’offerta “Abruzzo Bike friendly”, organizzata in ottica di integrazione fra promozione istituzionale e proposte commerciali, attraverso una rete di strutture ricettive e servizi complementari, per valorizzare un modello di accoglienza per una vacanza smart in grado di soddisfare le esigenze di chi ama vivere il territorio in modo sostenibile, coniugando lo sport con la scoperta di luoghi, paesaggi e culture.

Un Disciplinare che si inserisce nella più ampia politica regionale a favore del “Turismo attivo e sostenibile”, che indica modalità e procedure per realizzare un sistema ricettivo e dei servizi ecosostenibile condiviso, nel rispetto del Protocollo d’Intesa sottoscritto con Legambiente, nell’intento di salvaguardare l’autenticità dei luoghi e nell’ottica di un’ulteriore valorizzazione della natura e dei Parchi abruzzesi.

Investimenti sul sistema delle piste ciclabili d’Abruzzo, a partire dalla Bike to Coast, la pista ciclabile che percorre i 130 km dell’intero tratto costiero abruzzese, e la valorizzazione degli itinerari per mountain bike, dei circuiti down hill nelle colline e nelle montagne abruzzesi e dei numerosi percorsi cicloturistici.

Eventi sportivi di rilevanza nazionale e internazionale che si svolgeranno nei prossimi mesi, a evidenza della versatilità dell’Abruzzo come territorio nel quale praticare bike in maniera sostenibile.

Queste le principali iniziative messe in campo dall’Assessorato allo Sviluppo Economico e Turismo della Regione Abruzzo.

Abruzzo Bike Friendly

Abruzzo Bike Friendly è la rete regionale di strutture ricettive e di servizi complementari promossa e gestita dalla Regione Abruzzo per favorire lo sviluppo e la qualificazione dell’offerta cicloturistica in Abruzzo.

Obiettivo primario è quello di innalzare il livello qualitativo dell’esperienza offerta alle diverse tipologie di turista-fruitore, dallo sportivo appassionato di bicicletta all’escursionista che predilige una mobilità dolce per visitare e scoprire il territorio, costruendo e valorizzando un prodotto turistico competitivo e facilmente riconoscibile nel settore del cicloturismo e del ciclismo su strada e fuoristrada.

Possono aderire alla rete le strutture ricettive, gli operatori della ristorazione, i fornitori di servizi complementari (negozi specializzati di vendita di bicilette, noleggi e bike center; scuole bike; servizi di trasporto, bici taxi, bike shuttle, ecc.; agenzie viaggi e tour operator) e gli stabilimenti balneari che abbiano i requisiti indicati nel disciplinare.

Un lavoro di collaborazione tra Regione e interlocutori pubblici e privati che ha portato anche ad attivare la prima area web dedicata alla rete “Abruzzo Bike Friendlycon percorsi geo-referenziati, punti di interesse, eventi sportivi legati al bike; le attività su quest’area poi proseguiranno con l’implementazione di altri contenuti e l’integrazione graduale di offerte commerciali di servizi ricettivi e servizi complementari dedicati allo stesso prodotto turistico, resi disponibili dagli operatori attraverso le DMC – Destination Management Company e la PMC – Product Management Company.

Il Disciplinare sul Turismo attivo e sostenibile

Il Disciplinare, elaborato dalla Regione Abruzzo nel rispetto del Protocollo d’Intesa con Legambiente, intende caratterizzare l’Abruzzo come destinazione di un turismo attivo e sostenibile attraverso azioni di governance che definiscono criteri, requisiti e procedure il cui rispetto, da parte delle strutture ricettive e dei servizi aderenti, determina l’assegnazione del Marchio “Active and Sustainable Tourism.

Attraverso i suoi strumenti applicativi, il Marchio è volto a tutelare, valorizzare e promuovere gli aspetti identitari e di unicità dell’Abruzzo regione verde d’Europa, con la sua cultura, la transumanza, le tradizioni, il folklore e le produzioni tipiche agroalimentari e artigianali e i saperi a questi collegati.

La costituzione di un sistema ecosostenibile è finalizzata a favorire la valorizzazione ambientale del settore turistico, a garantire il principio della sostenibilità in tutta la filiera di operatori coinvolti nelle proposte turistiche, a coinvolgere le Amministrazioni locali incentivando le reti virtuose, a definire in modo condiviso un programma annuale di attività per promuovere e sviluppare una nuova consapevolezza dei vantaggi derivanti dal turismo attivo e sostenibile.

Il Disciplinare si inserisce all’interno di un quadro strategico più ampio dove l’Abruzzo, recependo gli indirizzi nazionali ed europei in materia di sostenibilità, può giocare un ruolo da protagonista intercettando sempre maggiori fasce di turisti orientati al turismo attivo sostenibile, lento ed esperienziale.

Valorizzazione delle ciclovie in Abruzzo

Si parla della Bike to Coast, la pista ciclabile che percorre gli oltre 130 km dell’intero tratto costiero abruzzese (infrastruttura completata al 90%), che ha un suo punto di eccellenza nella pista della Costa dei Trabocchi, creata lungo l’ex tracciato ferroviario e che è interamente affacciata sul mare. Si parla di Costa dei Trabocchi MOB che ha trasformato le stazioni di questo tratto di litorale (da Francavilla al Mare a Vasto-San Salvo) in hub intermodali (treno-bus-bici e parcheggi di scambio). Ma si parla anche di importanti interventi di realizzazione e potenziamento dei collegamenti ciclopedonali interni, tra cui le Ciclovie Roccaraso-Rivisondoli-Pescocostanzo, Piano delle Cinquemiglia-Scanno, Castel di Sangro-Ateleta, Barrea-Villetta Barrea-Pescasseroli, Scontrone-Alfedena-Lago M. Spaccata, le piste ciclabili Alto Aterno, Pescara, “Via dei Mulini”, Val Vibrata, Lanciano e la Pista Polifunzionale L’Aquila-Capitignano-Valle dell’Aterno. E ancora della valorizzazione degli itinerari per mountain bike, dei circuiti down hill nelle colline e nelle montagne abruzzesi e dei numerosi percorsi cicloturistici. Un piano di investimenti in infrastrutture e servizi (oltre 84 mln di euro in 6 anni) che candida l’Abruzzo a destinazione turistica privilegiata per gli appassionati delle due ruote.

Gli eventi sportivi dedicati al bike

Dalla Bike Marathon Gran Sasso d’Italia a XTERRA, passando per la Maratona degli Stazzi. Sono solo alcuni degli appuntamenti di rilevanza nazionale e internazionale che animeranno il calendario primaverile ed estivo degli eventi sportivi in Abruzzo dedicati al Bike.

Con oltre 700 partecipanti da tutto il mondo nel 2019 e con una partecipazione attesa di oltre 1000 atleti per l’edizione 2020, la Bike Marathon Gran Sasso d’Italia (Assergi, 14 giugno 2020) rappresenta una delle più importanti manifestazioni ciclistiche di Gran Fondo a livello agonistico. I partecipanti si dividono affrontando tre diverse prove: la extreme, la corsa principale, su un tracciato di 135 km,  quelle col percorso medio (110 km) e corto (53 km).

XTERRA (Scanno, 18-19 luglio 2020) è l’evento multisport off-road più conosciuto al mondo, una gara estrema che unisce nuoto, mountain bike e trail running. La gara inizia con 1500 mt di nuoto; il celebre lago a forma di cuore rappresenta il teatro  della  manifestazione di nuoto in acque libere, a cui seguono un  percorso di MTB di 2 giri – il primo di 11 km con 400 mt di dislivello e il secondo di 19 km con 900 metri di dislivello – per finire con 10 km di trail run. La natura incontaminata e l’unicità urbanistica del borgo fanno della manifestazione una delle gare più gettonate e apprezzate del circuito mondiale Xterra.

Scanno ospita anche la Maratona degli Stazzi (7 giugno 2020), manifestazione che si svolge dal 2003 e richiama ogni anno numerosi bikers, divenendo nel tempo uno degli appuntamenti più importanti del settore. I due percorsi – il primo di 64 km e 2080 mt di dislivello, il secondo più corto di 42 km con 1250 mt di dislivello – si snodano attraverso i vari stazzi dislocati sul territorio interessando Frattura, il Valico di Monte Genzana, Passo Godi e il lago di Scanno.

Altro appuntamento di rilievo nazionale è la Gran Fondo dell’Aquila (17 maggio 2020), suddivisa in tre categorie di percorso: uno medio, che si sviluppa interamente nel territorio della provincia dell’Aquila e attraversa, oltre a L’Aquila, anche i comuni di Pizzoli, Scoppito, Tornimparte, Lucoli e Ocre; il percorso lungo attraversa Pizzoli, Scoppito, Tornimparte, Lucoli, Ocre, Fossa, S. Eusanio Forconese, Villa S. Angelo, S. Demetrio nei Vestini e Barisciano; un terzo percorso è quello cicloturistico che si snoda nel territorio della provincia dell’Aquila per 69,4 km con un dislivello di 848 mt. E poi la Gran Fondo del Parco (Villetta Barrea, 28 giugno 2020), corsa ciclistica su strada sulla lunga distanza che parte da Villetta Barrea e si snoda su 110 km attraverso il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, toccando territori di notevole valore paesaggistico e artistico.

La Costa dei Trabocchi con la sua Via Verde ospiterà a fine settembre 2020 la prima edizione di Art Bike & Run, un evento internazionale nato dalla volontà di valorizzare i 42 km di litorale, costellati dalle suggestive antiche macchine da pesca, i “trabocchi”, legandoli a un entroterra ricco di testimonianze artistiche, storico-culturali e naturalistiche, a partire da Punta Aderci tra le spiagge più belle d’Italia. Un progetto ambizioso che si svilupperà su tre giorni e alternerà momenti di arte a degustazioni enogastronomiche, natura, sport verdi e gare, tra cui una ciclopedalata e una corsa podistica notturna. Oltre ai monumenti da ammirare nelle località vicine alla Costa dei Trabocchi, opere d’arte saranno create direttamente sul tracciato della ciclopedonale, lungo il quale sono presenti nove gallerie dismesse dalle ferrovie. L’idea è di accompagnare l’ingresso dei ciclisti e dei runner in alcune di queste gallerie con interpretazioni artistiche. Anche il muro di contenimento che le precede potrà rappresentare una tela a cielo aperto per gli street artist che le adotteranno. Uno di questi sarà Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo, noto in tutto il mondo per le opere che nei centri urbani rianimano, con delicatezza e colore, grandi pareti grigie e anonime: realizzerà la sua nella Galleria di Ortona.

Continua a leggere
Pubblicità

Abruzzo

Cure odontoiatriche su soggetti fragili: convenzione tra Regione e Università dell’Aquila

Pubblicato

il

L’AQUILA – Con la convenzione sottoscritta tra Regione Abruzzo e Università dell’Aquila è stato avviato il progetto di prevenzione dello stato di salute orale e screening su persone socialmente fragili con difficoltà di accesso alle cure, da attuare sui soggetti socialmente vulnerabili afferenti a percorsi di inclusione sociale. L’iniziativa è stata illustrata questa mattina all’Aquila, dall’assessore Piero Quaresimale, il quale ha spiegato che per la realizzazione del progetto verrà utilizzata una parte del Fondo Sociale regionale 2021 destinata agli interventi per “Innovazione e programmi speciali regionali”.

“L’obiettivo del progetto” ha spiegato Quaresimale, “è quello di effettuare uno screening della salute orale di popolazioni vulnerabili sociali mediante visita odontoiatrica e di generare di un database di incidenza delle patologie orali di interesse; la vulnerabilità sociale delle classi meno abbienti nel nostro paese costituisce un aggravio dello stato della salute orale della popolazione, che si traduce in un necessario maggiore impegno dell’intervento della sanità pubblica per la risoluzione della problematica”.

Il progetto presentato rappresenta un percorso di orientamento, formazione e istruzione finalizzati all’inclusione sociale e al superamento di situazioni di svantaggio che condizionano l’autonomia sociale del soggetto, con particolare riferimento all’acquisizione o al mantenimento e comunque alla valorizzazione di procedure domiciliari di cura dell’apparato stomatognatico. 

La salute orale secondo Quaresimale “riveste una natura multidimensionale che include il benessere fisico, psicologico, emotivo e la totalità del benessere sociale e in questa ottica si inserisce anche una ulteriore importante considerazione riguardo la possibilità di essere testimoni diretti di abusi su pazienti fragili sociali come donne e bambini: infatti il viso è tipicamente l’area dove più si notano le conseguenze di una presunta violenza e dunque anche gli odontoiatri, in grado di individuare piccole lesioni traumatiche al volto o ai denti, possono dare un contributo importante nella lotta contro la violenza”.

Il fenomeno della violenza maschile contro le donne ha una matrice di carattere sociale e culturale che richiede una posizione chiara di condanna e un’assunzione di responsabilità da parte del mondo istituzionale, oltre che di quello della società civile.

I destinatari del Progetto sono le persone afferenti ai centri antiviolenza, prese in carico dal Servizio Sociale Professionale o dai Servizi Sanitari competenti, secondo le proprie norme, regole, procedure, che fanno riferimento a percorsi e progetti di inclusione sociale poste in essere sul territorio regionale. Quindi tale approccio permetterà di capire anche il rapporto intrinseco tra qualità della vita e salute orale.

“Violenza e discriminazione potranno essere sconfitte soltanto quando uomini e donne avranno gli stessi diritti, doveri e opportunità” ha concluso Quaresimale.

E in quest’ottica, anche l’odontoiatra sarà in condizione di “intercettare” nelle pazienti, o nei pazienti più giovani e indifesi, segnali di violenza e di svolgere un ruolo decisivo, sempre nel rispetto dei vincoli posti dall’etica professionale.

Continua a leggere

Abruzzo

Asl Teramo, “Beach Covid free”: nuovo calendario di appuntamenti per il camper di vaccini e tamponi

Pubblicato

il

TERAMO – “Beach Covid-free”: nuovo calendario degli appuntamenti del camper attrezzato che offre alla popolazione di sottoporsi a vaccino e tampone sulla costa.  L’iniziativa della Asl di Teramo, varata il 2 luglio scorso, finora ha fatto registrare numeri di tutto rispetto: 5.750 vaccinazioni di cui 220 a turisti. Sono stati inoltre circa 900 i tamponi eseguiti, che hanno portato all’individuazione di tre positivi.

  “Visto il successo dell’iniziativa e il gran numero di richieste”, commenta il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia, “continueremo per buona parte del mese di agosto. Negli ultimi giorni, peraltro, abbiamo registrato un’inversione di tendenza: se prima inoculavamo soprattutto seconde dosi, adesso più della metà sono prime dosi, segno che stiamo recuperando fasce di popolazione finora non vaccinata. Registriamo inoltre con piacere la soddisfazione delle amministrazioni locali, con cui continua una proficua collaborazione”.

  Questi i posti in cui sosterà il camper della Asl dalle 16,30 alle 22,30: a Giulianova in piazza Dalmazia, a Tortoreto sul lungomare (rotonda Marconi), ad  Alba Adriatica alla Bambinopoli, a Martinsicuro il 20 sulla rotonda Las Palmas e a Villa Rosa il 28 sulla rotonda Filzi, a Silvi in piazza Fermi (più conosciuta come piazza Iris), a Roseto sul lungomare sud davanti al Palazzo del mare e a Pineto davanti al Palazzo polifunzionale in largo Fava.

Continua a leggere

Abruzzo

BPB, Zennaro: “Con chiusura filiali aree interne riduzione credito per famiglie e imprese”

Pubblicato

il

Antonio Zennaro ( deputato M5S) (Il Martino - ilmartino.it -)

TERAMO – “Se dovesse essere confermata, la chiusura imminente delle sei filiali in provincia di Teramo, ad Ancarano, Aprati, nel comune di Crognaleto, Canzano, Castelli, Castilenti e Tossicia, arriverebbe come una mannaia sul tessuto economico delle aree interne della provincia teramana. Una riduzione che peserà non poco sull’attività dei centri interessati, sull’accesso al credito per famiglie e imprese, sul turismo.” – dichiara il deputato della Lega Antonio Zennaro.

“Come Lega presenterò un’interrogazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze affinché, anche in considerazione del controllo esercitato da Mediocredito Centrale sulla Popolare di Bari, si avvii un’azione di confronto e dialogo tra i vertici MCC e BPB, le amministrazioni coinvolte, le istituzioni regionali e le parti sindacali, per convergere verso una strategia più attenta al problema del mantenimento dei presidi sul territorio, dell’accesso al credito, oltre che della tutela del capitale umano.”

“Sono aree che non possono rimanere scoperte dalla presenza di un istituto bancario e l’eventuale smantellamento delle filiali dovrebbe essere coordinato attraverso tempistiche che consentano, perlomeno,  di avere soluzioni già definite per il subentro di nuovi gruppi di credito. Auspico che si trovi una modalità sostenibile per non creare difficoltà a famiglie ed imprese locali”. – Conclude Zennaro.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy