Ascoli in dieci rimontato a La Spezia

3-1 per i liguri. Bianconeri in vantaggio per oltre un'ora poi l'espulsione di Troiano ribalta il Match.

LA SPEZIA – Seconda gara di Stellone dopo l’esordio casalingo venerdì scorso nel rocambolesco pari 2-2 contro la Juve Stabia.

Il mister bianconero propone dal primo minuto Brosco, Brlek, Troiano ed Eramo al posto di Ferigra, Padoin, Petrucci e Cavion.

Schiera una sorta di 4-4-2 con in difesa Gravillon e Brosco centrali, Andreoni e Sernicola esterni, a centrocampo Brlek a destra di Morosin con Troiano ed Eramo, in attacco la coppia Scamacca-Trotta.

Parte bene l’Ascoli che al 28° con Morosini in contropiede sfiora il vantaggio.

Tutto rimandato di due minuti quando Andreoni crossa sul fondo destro per la testa dell’attaccante bianconero che sul secondo palo batte Scuffet. Spezia 0, Ascoli 1. Terza rete su cinque gare in bianconero per Morosini, a segno sempre in trasferta (Trapani e Livorno).

Lo Spezia non ha vere occasioni per il pari e si va al riposo con i marchigiani in vantaggio.

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo fino al 10° quando Troiano viene espulso per doppia ammonizione.

E’ l’episodio-chiave che in pratica cambia il match.

Lo Spezia trova più spazio e si organizza.

Al 21° pareggia con il nuovo entrato Mastinu: cross perfetto di Bartolomei dalla destra per la testa di Mastinu che realizza sul secondo palo.

Al 29° i liguri passano in vantaggio con un’azione fotocopia: ancora Bartolomei crossa dalla destra e di testa colpisce Gyasi che anticipa sul tempo Andreoni.

A quattro minuti dal 90° il gol di sinistro di Nzola, tutto solo davanti a Leali, chiude la contesa.

L’Ascoli per oltre un’ora sfiora il successo storico al Picco (unica vittoria in serie C il 4 giugno 1972 con rete di Campanini) ma paga l’espulsione di Troiano.

Per lo Spezia c’è il quinto successo consecutivo, dodicesimo risultato utile e si attesta saldamente al secondo posto dietro l’irrangiungibile Benevento di Pippo Inzaghi.

Per i bianconeri marchigiani sabato prossimo 22 febbraio ore 15:00 l’importante incontro al “Del Duca” contro la Cremonese.


IL TABELLINO

SPEZIA-ASCOLI 3-1 (0-1)

Reti: al 30′ pt Leonardo Morosini, al 21′ st Giuseppe Mastinu, al 29′ st Emmanuel Gyasi, al 41′ st M’bala Nzola.

SPEZIA: Simone Scuffet; Riccardo Marchizza, Elio Capradossi, Salva Ferrer (dal 43′ st Luca Vignali), Martin Erlić, Luca Mora (dal 7′ st Giuseppe Mastinu), Matteo Ricci, Paolo Bartolomei, Federico Ricci, Emmanuel Gyasi, Soufiane Bidaoui (dal 13′ st M’bala Nzola). A disposizione: Titas Krapikas, Axel Desjardins, Juan Ramos, Claudio Terzi, Gennaro Acampora, Tobías Reinhart, Giulio Maggiore, Antonio Di Gaudio, Sveinn Guðjohnsen. Allenatore: Vincenzo Italiano.

ASCOLI: Nicola Leali; Andreaw Gravillon, Leonardo Sernicola, Riccardo Brosco, Cristian Andreoni, Michele Troiano, Mirko Eramo (dal 33′ st Nikola Ninković), Petar Brlek, Leonardo Morosini (dal 22′ st Michele Cavion), Gianluca Scamacca, Marcello Trotta (dal 13′ st Davide Petrucci). A disposizione: Gabriele Marchegiani, Riccardo Novi, Nahuel Valentini, Erick Ferigra, Raffaele Pucino, Simone Padoin, Diogo Pinto, Maurice Čović, Ricardo Matos. Allenatore: Paolo Zanetti.

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze (Avalos-Soricaro); IV: Marchetti.

Ammonizioni: al 30′ pt Salva Ferrer (SPE), al 4′ st Luca Mora (SPE), al 15′ st Matteo Ricci (SPE), al 43′ st M’bala Nzola (SPE), al 43′ pt Leonardo Sernicola (ASC), al 26′ pt Michele Troiano (ASC), al 45′ st Gianluca Scamacca (ASC).