fbpx
Connect with us

Abruzzo

Coronavirus, aggiornamento Abruzzo: sono 450 i casi positivi, 65 in più rispetto a ieri

Pubblicato

il

Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione-: in Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 450 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, anche attraverso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo. Rispetto a ieri si registra un aumento di 65 nuovi casi.

190 pazienti sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (20 in provincia dell’Aquila, 35 in provincia di Chieti, 122 in provincia di Pescara e 13 in provincia di Teramo), 48 in terapia intensiva (4 in provincia dell’Aquila, 10 in provincia di Chieti, 23 in provincia di Pescara e 11 in provincia di Teramo), mentre gli altri 192 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl (5 in provincia dell’Aquila, 27 in provincia di Chieti, 108 in provincia di Pescara e 52 in provincia di Teramo).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 17 pazienti deceduti: 2 uomini di Crecchio, un uomo e una donna di Ortona, un uomo e una donna di Pianella, una donna di Casoli, una donna di Paglieta, tre uomini di Castiglione Messer Raimondo, un uomo di Chieti, un uomo di Collecorvino, una donna di Montesilvano, un uomo di Pescara, un uomo di Città Sant’Angelo e una donna di Guglionesi, in Molise (spetterà in ogni caso all’Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone già affette da patologie pregresse); 8 pazienti clinicamente guariti (che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici); 2 guariti (che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Il totale potrebbe essere differente, in quanto alcuni dei pazienti clinicamente guariti sono ancora in isolamento domiciliare.

La differenza tra il numero dei test eseguiti e gli esiti, è legato al fatto che più test vengono effettuati sullo stesso paziente. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso.

Dei casi positivi, 30 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 80 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 259 alla Asl di Pescara e 81 alla Asl di Teramo.

Va precisato che il numero elevato di casi registrati a Pescara è anche legato al fatto che al Santo Spirito accedono pazienti provenienti anche da altre aree della regione.

Teramo

Giulianova: sequestrati arnesi da scasso, denunciato 62enne

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

GIULIANOVA – Il fatto è avvenuto nella notte di ieri, intorno alle 3. Un 62enne è stato sorpreso dai Carabinieri nei pressi di una tabaccheria. Da lì è scattata immediatamente la perquisizione durante la quale sono stati rinvenuti, in uno zaino, numerosi attrezzi da scasso, di cui l’uomo non ha saputo giustificarne in modo convincente il possesso. Il materiale è stato posto sotto sequestro e l’uomo denunciato  alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Inoltre, il 62enne, è stato anche sanzionato per violazione delle norme anti-Covid, in particolar modo per quanto concerne l’osservanza del cosiddetto coprifuoco.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: lavoro nero e violazione norme anti-Covid, chiuso un autolavaggio

Pubblicato

il

TERAMO – A fronte dei controlli effettuati dal Nucleo dei Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Teramo, per il rispetto della normativa anti-Covid sui luoghi di lavoro, un autolavaggio sono stati trovati 4 lavoratori tutti di nazionalità egiziana, (in nero), senza un regolare contratto di lavoro. Inoltre, è stato accertato che  la ditta individuale non rispettava i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid negli ambienti di lavoro. Oltre alla chiusura temporanea dell’attività per cinque giorni, è stata sospesa anche l’attività imprenditoriale per impiego di manodopera “in nero”.

Continua a leggere

Abruzzo

La Bandiera Blu torna a sventolare sulle spiagge di Martinsicuro: “un risultato importante che certifica il grande lavoro svolto in questi anni”

Pubblicato

il

martinsicuro spiaggia lungomare villa rosa stagione esercenti

MARTINSICURO – La prossima estate la Bandiera Blu tornerà a sventolare sul litorale di Martinsicuro. Dopo ben 8 anni di assenza (mancava infatti dal 2013) il Comune ottiene nuovamente questo importante riconoscimento internazionale assegnato dalla FEE (Foundation for Environmental Education) e che premia le località turistiche balneari che soddisfano criteri di qualità relativi alla pulizia delle spiagge, delle acque di balneazione ed ai servizi offerti.

Siamo veramente molto contenti per questo importante riconoscimento che ci è stato assegnato e che rimette Martinsicuro sulla “mappa” delle più importanti ed apprezzate spiagge del nostro Paese” dichiarano il Sindaco Massimo Vagnoni e l’Assessore all’Ambiente, Marco Cappellacci, che hanno partecipato, stamane, alla cerimonia di consegna delle Bandiere Blu che si è tenuta ovviamente in streaming a causa delle restrizioni imposte dalle normative per il contrasto al Covid-19.

A nome dell’intera Amministrazione non possiamo che esprimere la grande soddisfazione per questo risultatoche è frutto di un duro lavoro che va avanti da anni, grazie anche all’incessante impegno dell’Ufficio Ambiente e del suo personale, che ringraziamo di cuore per quanto fatto, della Capitaneria di Porto (dapprima con il comandante Stefanìa e proseguito poi con l’attuale comandante Landolfo) e della Forestale, oltre al prezioso servizio fornito dalla Ruzzo Reti Spa con un continuo ampliamento della rete fognaria e le video ispezioni su scarichi sospetti. In questi anni abbiamo scelto la via del silenzio, dell’impegno e del duro lavoro per riconquistare la Bandiera Blu, abbiamo scelto di non azzardare nessun passo, ma di rimboccarci tutti le maniche finché i numeri ed i dati non ci hanno dato ragione, ripagandoci così degli sforzi fatti” sottolineano Vagnoni e Cappellacci. “Riconquistare il vessillo era un obiettivo che ci eravamo prefissati sin dal nostro insediamento, consapevoli di quanto sia importante per attrarre nuovi turisti, anche stranieri, sulle nostre coste, quindi oggi è un giorno speciale per il Comune di Martinsicuro e tutti i suoi abitanti, non vediamo l’ora di vedere la Bandiera Blu 2021 sventolare di nuovo sulle nostre spiagge”.

Naturalmente per noi tutti questo riconoscimento, che si aggiunge alla conferma della certificazione Emas, deve rappresentare un nuovo inizio a cui dovrà seguire impegno costante verso il miglioramento dei servizi” concludono gli amministratori truentini. “Abbiamo ancora tante cose da fare, ma vedere premiati gli sforzi di tutta l’Amministrazione ci rende orgogliosi del lavoro fatto e ci spinge con rinnovato entusiasmo a lavorare ancora di più affinché la nostra Città sia sempre più accogliente. Ora tutti a lavoro per preparare l’imminente stagione estiva”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy