fbpx
Connect with us

Abruzzo

CoViD19 Giuseppe Conte: …”Uniti ce la faremo”.

Published

on

Il Presidente del Consiglio illustra agli italiani il nuovo e più restrittivo decreto governativo.

Ore 23:24 di sabato 21 marzo 2020.

Di seguito, nell’ordine, il discorso integrale del primo ministro, il Video Completo del suo intervento, la lista delle Attività Essenziali.


Discorso completo di Giuseppe Conte

Buonasera a tutti, sin dall’inizio ho scelto la linea della trasparenza, la linea della condivisione, ho scelto di non minimizzare, non nascondere la realtà che ogni giorno è sotto i nostri occhi. Ho scelto di rendere tutti voi partecipi della sfida che siamo chiamati ad affrontare, è la crisi più difficile che il Paese sta vivendo dal secondo Dopoguerra.

In questi giorni durissimi, siamo chiamati a misurarci con immagini, con notizie che ci feriscono, ci lasciano un segno che rimarrà sempre impresso nella nostra memoria, anche quando questo, ci auguriamo presto, sarà finito. La morte di tanti concittadini è un dolore che ogni giorno si rinnova, questi decessi per noi, per i valori con cui siamo cresciuti, per i valori che ancora oggi noi condividiamo, non sono semplici numeri, quelle che piangiamo sono persone, sono storie di famiglie che perdono gli affetti più cari.  Le misure sin qui adottate, l’ho già detto, richiedono tempo prima che possano spiegare i loro effetti, dobbiamo continuare a rispettare tutte le regole con pazienza, con responsabilità, con fiducia.

Sono misure severe, ne sono consapevole, rimanere a casa, rinunciare a radicate abitudini, non è affatto facile ma non abbiamo alternative, in questo momento dobbiamo resistere perché solo in questo modo riusciremo a tutelare noi stessi e a tutelare le persone che amiamo. Il nostro sacrificio di rimanere a casa è per altro minimo, se paragonato al sacrificio che stanno compiendo altri concittadini, negli ospedali, nei luoghi cruciali per la vita del Paese c’è chi rinuncia, chi rischia molto di più. Penso in particolare innanzitutto ai medici, agli infermieri ma penso anche alle Forze dell’ordine, alle Forze armate, agli uomini e alle donne della Protezione Civile, ai commessi dei supermercati, ai farmacisti, agli autotrasportatori, ai lavoratori dei servizi pubblici, anche ai servizi dell’informazione, donne e uomini che non stanno andando semplicemente a lavorare, ma compiono ogni giorno un atto di grande responsabilità verso l’intera nazione. Compiono un atto di amore verso l’Italia intera. Oggi abbiamo deciso di compiere un altro passo: la decisione assunta dal Governo è quella di chiudere, nell’intero territorio nazionale, ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci beni e servizi essenziali.

Abbiamo lavorato tutto il pomeriggio con i sindacati, con le associazioni di categoria, per stilare una lista dettagliata in cui sono indicate le filiere produttive delle attività dei servizi di pubblica utilità, quelli che sono più necessari per il funzionamento dello Stato in questa fase di emergenza.Continueranno a rimanere aperti tutti i supermercati, tutti i negozi di generi alimentari e di prima necessità. Quindi, fate attenzione, non abbiamo previsto nessuna restrizione sui giorni di apertura dei supermercati. Invito tutti a mantenere la massima calma, non c’è ragione di fare una corsa agli acquisti, non c’è ragione di creare code che in questo momento non si giustificano affatto.

Continueranno a rimanere aperte anche farmacie, parafarmacie, continueranno a venire assicurati i servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari. Assicureremo tutti i servizi pubblici essenziali, ad esempio i trasporti. Assicureremo ovviamente anche tutte le attività connesse, accessorie, funzionali a quelle consentite, a quelle essenziali.Assicureremo ovviamente anche tutte le attività connesse, accessorie, funzionali a quelle consentite, a quelle essenziali. Al di fuori delle attività ritenute essenziali, consentiremo solo lo svolgimento di lavoro modalità smart working e consentiremo solo le attività produttive ritenute comunque rilevanti per la produzione nazionale. Rallentiamo il motore produttivo del Paese, ma non lo fermiamo. 

È una decisione non facile, ma è una decisione che ci consente, ci predispone ad affrontare la fase più acuta del contagio. È una decisione che si rende necessaria, oggi in particolare, per poter contenere quanto più possibile la diffusione dell’epidemia. L’emergenza sanitaria – ma lo avevamo previsto – sta tramutando in piena emergenza economica, ma a voi tutti dico: “Lo Stato c’è. Lo Stato è qui”. Il Governo interverrà con misure straordinarie che ci consentiranno di rialzare la testa e ripartire quanto prima. Mai come ora la nostra comunità deve stringersi forte, come una catena a protezione del bene più importante: la vita. Se dovesse cedere anche solo un anello, questa barriera di protezione verrebbe meno, esponendoci a pericoli più grandi, per tutti.

Quelle rinunce che oggi vi sembrano un passo indietro, domani ci consentiranno di prendere la rincorsa e ritornare presto nelle nostre fabbriche, nei nostri uffici, nelle nostre piazze, fra le braccia di parenti, di amici. Stiamo rinunciando alle abitudini più care, lo facciamo perché amiamo l’Italia, ma non rinunciamo al coraggio e alla speranza nel futuro. Uniti ce la faremo.




SERVIZI ESSENZIALI

Ecco l’elenco ufficioso delle attività strategiche, concordate dal governo insieme alle parti sociali, che secondo il primo ministro potranno rimanere aperte fino al 3 aprile e che saranno annunciate prima della riapertura di lunedì 23.

Il provvedimento è atteso nella giornata di domenica 22.

01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

03 PESCA E ACQUACOLTURA

10 INDUSTRIE ALIMENTARI

11 INDUSTRIA DELLE BEVANDE

13.96.20 FABBRICAZIONE DI ALTRI ARTICOLI TESSILI TECNICI E INDUSTRIALI

13.94 FABBRICAZIONE DI SPAGO, CORDE, FUNI E RETI

13.95 FABBRICAZIONE DI TESSUTI NON TESSUTI E DI ARTICOLI IN TALI MATERIE (ESCLUSI GLI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO)

14.12.00 CONFESIONI DI CAMICI, DIVISE E ALTRI INDUMENTI DA LAVORO

17 FABBRICAZIONE DI CARTA

18 STAMPA E RIPRODUZIONE DI SUPPORTI REGISTRATI

19 FABBRICAZIONE DI COKE E PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO

20 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CHIMICI

21 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI FARMACEUTICI DI BASE E DI PREPARATI FARMACEUTICI

22.1 FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN GOMMA

22.2 FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN MATERIE PLASTICHE

23.19.10 FABBRICAZIONE DI VETRERIE PER LABORATORI, PER USO IGIENICO, PER FARMACIA

23.20.00 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI REFRATTARI

24.42.00 PRODUZIONE DI ALLUMINIO E SEMILAVORATI

26.60.02 FABBRICAZIONE DI APPARECCHI ELETTROMEDICALI (INCLUSE PARTI STACCATE E ACCESSORI)

26.60.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI STRUMENTI PER IRRADIAZIONE E ALTRE APPARECCHIATURE ELETTROTERAPEUTICHE

28.95.00 FABBRICAZIONE DI MACCHINE PER L’INDUSTRIA DELLA CARTA E DEL CARTONE (INCLUSE PARTI E ACCESSORI)

32.50 FABBRICAZIONE DI STRUMENTI E FORNITURE MEDICHE E DENTISTICHE

33.12.40 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE DI USO NON DOMESTICO PER LA REFRIGERAZIONE E LA VENTILAZIONE

33.13.03 Riparazione e manutenzione di apparecchi medicali per diagnosi, di materiale medico chirurgico e veterinario, di apparecchi e strumenti per odontoiatria

33.12.53 Riparazione e manutenzione di macchine per le industrie chimiche, petrolchimiche e petrolifere

33.12.60 Riparazione e manutenzione di trattori agricoli

33.12.70 Riparazione e manutenzione di altre macchine per l’agricoltura, la silvicoltura e la zootecnia

33.13.04 Riparazione di apparati di distillazione per laboratori, di centrifughe per laboratori e di macchinari per pulizia ad ultrasuoni per laboratori

33.16.00 Riparazione e manutenzione di aeromobili e di veicoli spaziali

33.17.00 Riparazione e manutenzione di materiale rotabile ferroviario, tranviario, filoviario e per metropolitane (esclusi i loro motori)

3.20.07 Installazione di apparecchi medicali per diagnosi, di apparecchi e strumenti per odontoiatria

33.20.08 Installazione di apparecchi elettromedicali

35 FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA

36 RACCOLTA, TRATTAMENTO E FORNITURA DI ACQUA

37 GESTIONE DELLE RETI FOGNARIE

38 ATTIVITÀ DI RACCOLTA, TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI; RECUPERO DEI MATERIALI

39 ATTIVITà DI RISANAMENTO E ALTRI SERVIZI DI GESTIONE DEI RIFIUTI

43.21 Installazione di impianti elettrici

43.22.01 Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione

43.22.02 Installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione)

43.22.03 Installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione)

45.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli

45.3 Commercio di parti e accessori di autoveicoli

45.4 Per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori

46.49.10 Commercio all’ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria

46.69.94 Commercio all’ingrosso di articoli antincendio e antinfortunistici

49.10.00Trasporto ferroviario di passeggeri (interurbano)

49.20.00 Trasporto ferroviario di merci

49.31.00 Trasporto terrestre di passeggeri in aree urbane e suburbane

49.32.10Trasporto con taxi

49.32.20Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente

49.41.00 Trasporto di merci su strada

49.50.10 Trasporto mediante condotte di gas

49.50.20 Trasporto mediante condotte di liquidi

50 TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D’ACQUA

51 TRASPORTO AEREO

52 MAGAZZINAGGIO E ATTIVITÀ DI SUPPORTO AI TRASPORTI

53 SERVIZI POSTALI E ATTIVITÀ DI CORRIERE

J (DA 58 A 63) SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

K (da 64 a 66) ATTIVITà FINANZIARIE E ASSICURATIVE

72 RICERCA SCIENTFICA E SVILUPPO

74.3 TRADUZIONE E INTERPRETARIATO

75 SERVIZI VETERINARI

80.1 Servizi di vigilanza privata

80.2 Servizi connessi ai sistemi di vigilanza

81.22.01 Attività di sterilizzazione di attrezzature medico sanitarie

81.29.91 Pulizia e lavaggio di aree pubbliche, rimozione di neve e ghiaccio

81.29.99 Altre attività di pulizia

82.20.00 Attività dei call center

84 AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DIFESA; ASSICURAZIONE SOCIALE OBBLIGATORIA

85 ISTRUZIONE

86 ASSISTENZA SANITARIA

87 SERVIZI DI ASSISTENZA SOCIALE RESIDENZIALE

88 ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE

94 ATTIVITÀ DI ORGANIZZAZIONI ECONOMICHE, DI DATORI DI LAVORO E PROFESSIONALI




Chieti

Ferragosto in Abruzzo: festival, sagre e concerti

Published

on

ferragosto 2022 in Abruzzo
Foto di Luigi Gasparroni

ABRUZZO – Si prevede il “pienone” sulle spiagge abruzzesi per il ferragosto 2022, ma borghi, città d’arte e località più interne non sono da meno, con il tutto esaurito di prenotazioni registrato un po’ in tutta la Regione. Strutture ricettive e attività del settore turistico stanno ultimando i dettagli per la notte regina dell’estate. Tanti i visitatori che si attendono, provenienti in molti casi da fuori regione ed anche dall’estero. Di seguito, un elenco di alcuni eventi, concerti, festival e sagre che si terranno in Abruzzo per il ferragosto 2022.

Ferragosto 2022 in Abruzzo, provincia di Teramo:

  • Sagra del Mare nel mese di agosto a Alba Adriatica 
  • Festa dell’Assunta a Roseto degli Abruzzi
  • Mostra Mercato della Ceramica nel mese di agosto a Castelli 
  • “Antiche tradizioni atriane” ad Atrii, dal 13 al 19 agosto e per il 15 agosto è prevista la sfilata dei carri con i buoi, con partenza dal centro storico.

Ferragosto 2022 in Abruzzo, provincia di Pescara:

  • Harbour Reggae Festival, il 14 e 15 agosto al porto turistico “Marina di Pescara”. Sul palco si alterneranno vari cantanti della scena reggae e sono stati annunciati diversi ospiti a sorpresa sul palco.
  • Musicarte nel Parco, teatro Aurum. La venticinquesima edizione ha aperto i battenti l’11 agosto e proseguirà sino al 19 ottobre.
  • Serata conclusiva del festival organizzato dall’Italian Swing Dance Society, con musicisti, insegnanti e dj
  • Concerto di Fausto Leali, al teatro del mare Montesilvano
  • Sunset Experience Festival, concerto di Boss Doms alla spiaggia libera (ex area Jova Beach Party), a Montesilvano.
  • Palio delle pupe, a Cappelle sul Tavolo. Grande attesa per lo spettacolo pirotecnico che annuncia simbolicamente la fine dell’estate

Ferragosto 2022 in Abruzzo, provincia di Chieti

  • Ferragosto house a Fossacesia Marina. Lunedì 15 agosto al Playa Blanco con i ragazzi del Brunch ranch afterhours ci sarà Claudio Di Rocco
  • Macondo Festival, il 14 e 15 agosto nel quartiere San Franco a Francavilla al Mare, “l’arte di strada ti viene incontro”.Artisti nazionali e internazionali daranno vita a spettacoli coinvolgenti, che trasformeranno il cuore del paese alto di Francavilla al Mare in una grande festa della musica.

Ferragosto 2022 in Abruzzo, provincia di L’Aquila

  • Sagra della salsiccia il 15 agosto a Gallo di Tagliacozzo 
  • Festa dei Frati Rossi nel mese di agosto a Rocca di Mezzo 
  • Estate Rocchigiana a Rocca di Mezzo, per Ferragosto, prevede una mostra dedicata agli Alpini

Continue Reading

Abruzzo

Incidente con mezzo pesante tra S. Benedetto e Val Vibrata: A14 chiusa e riaperta dopo ore

Published

on

ASCOLI PICENO – Poco dopo le 16.30 di ieri, sulla A14 Bologna-Taranto è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Val Vibrata (Teramo) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), in direzione Bologna, a causa di un incidente fra un mezzo pesante e due autovetture, avvenuto all’altezza del km 315. Lo riferisce la società Autostrade.

Come riporta l’Ansa, non risultano persone ferite gravemente nell’incidente. Sul luogo dell’evento, erano tempestivamente intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione 7/o Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia, e il traffico è rmasto bloccato con la formazione di circa 4 km di coda in direzione Bologna e uscita obblitatorio Val Vibrata, da sud.

Il tratto A14 in questione, Val Vibrata-San Benedetto del Tronto è stato poi riaperto in serata. Sul luogo dell’evento, il traffico circola su una corsia in scambio di carreggiata e si registrano, in diminuzione, 4 km di coda in direzione Bologna e 1 km in direzione di Pescara.

Continue Reading

Pescara

Ragazza picchiata in palestra, l’aggressore ha minacciato i presenti: «se mi denunciate vi ammazzo»

Published

on

ragazza aggredita in palestra a Pescara

Non è stata la ragazza picchiata in palestra a denunciare il suo aggressore, il quale aveva anche rivolto minacce ai presenti, promettendo ritorsioni se avessero osato denunciarlo. Le indagini sono partite in seguito alla segnalazione dell’ospedale. I carabinieri hanno così potuto effettuare la perquisizione in seguito alla quale è stato arrestato per droga e armi.

«Se mi denunciate vi ammazzo». Un messaggio conciso e abbastanza chiaro inviato su Facebook da Edmond Xhafa, l’uomo arrestato per aver picchiato selvaggiamente una ragazza in una palestra a Pescara, ad uno dei testimoni che hanno assistito all’aggressione. Minacce che avrebbero sortito il loro effetto, dal momento che nemmeno la ragazza aggredita in palestra ha sporto denuncia contro il suo aggressore. Le indagini dei carabinieri sono partite d’ufficio, in seguito alla segnalazione del pronto soccorso al quale la giovane si è rivolta per farsi visitare e curare.

In questo modo i militi hanno potuto mettersi sulle tracce dell’aggressore e decidere di effettuare una perquisizione nella casa del sospetto. Qui hanno trovato cocaina, anabolizzanti e perfino una pistola, sparita anni fa a Francavilla. Xhafa dunque è stato arrestato e condotto in carcere, dove, in seguito agli approfondimenti dell’indagine sull’aggressione alla ragazza in palestra, gli hanno poi notificato una seconda ordinanza di custodia cautelare.

Ma forse, non solo la paura ha condotto chi ha assistito alla scena alla reticenza. Il cinquantenne è molto conosciuto in città, ha prestato servizio di sicurezza in numerosi locali ed è una sorta di leggenda delle palestre cittadine. Forse qualcuno ha tentato, più o meno spontaneamente, di coprirlo.

Gli ultimi dubbi relativi alla vicenda, riguardano il rapporto tra i due. Secondo alcune testimonianze, tra loro ci sarebbe stata una relazione sentimentale, da cui è scaturita una gelosia morbosa da parte dell’uomo. La versione ufficiale diramata dai carabinieri però non fa cenno ad alcun coinvolgimento, ma soltanto ad un sentimento non corrisposto, che sarebbe degenerato in atto persecutori.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.